Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Perché è importante leggere

Come leggere un libro

Un libro che ti farà dimenticare di te stesso. “L’uomo delle castagne” di Søren Sveistrup

Un libro che ti farà dimenticare di te stesso. “L’uomo delle castagne” di Søren SveistrupUscito per Rizzoli, L’uomo delle castagne è l’esordio narrativo di Søren Sveistrup. Tradotto da Bruno Berni, il thriller tiene col fiato sospeso dalla prima all’ultima pagina.

Un maestro, ecco il pensiero costante mentre si legge. Sveistrup è un maestro del thriller. Capitoli con eventi che si susseguono a matrioska, il precedente richiama il successivo, e ti ritrovi così invischiato nella storia fino a perdere la cognizione del tempo immerso nella lettura.

L’antefatto avviene il 31 ottobre del 1989. I vicini hanno chiamato in centrale perché gli animali della fattoria Orum si lamentano. Marius Larsen accetta di buon grado di andare a controllare, è un’occasione eccezionale. Solitamente si precipiterebbe verso casa non appena si avvicina la fine del turno, ma oggi non ne ha voglia. Non è pronto ad andare in pensione. E ancor meno lo è a parlare alla moglie della questione.

 

Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di Editing

 

Approfitta di questa chiamata in centrale per fare un salto alla fattoria e scambiare due parole con il proprietario.

Appena Larsen arriva sul posto, però, c’è qualcosa che non quadra. Qualcosa che sfugge. Un odore, forse? Un movimento? Una sensazione non meglio definibile? 

Non c’è nessuno alla fattoria, a una prima vista. Larsen si sbaglia. Qualcuno c’è.

C’è una scena del crimine, una famiglia sterminata con crudeltà, in modo spietato. Tutti. Tranne un bambino e sua sorella gemella. Il piccolo, Larsen lo scorge dietro la tenda, in bagno, respira appena. Mentre chiama un’ambulanza, il poliziotto cerca ancora. Vuol trovare la sorellina. E la trova. Nello scantinato, in mezzo a centinaia di omini di castagne. Ed è l’ultima cosa che vede prima che qualcuno lo colpisca alle spalle con un’ascia.

Un libro che ti farà dimenticare di te stesso. “L’uomo delle castagne” di Søren Sveistrup

La storia accade molti anni più tardi. L’omicidio di una donna in un parco, tra le altalene, porta a indagare Naya Thulin, un’agente competitiva e preparata che vuole fare il salto di qualità o comunque vuol cambiare la direzione della sua carriera. C’è un altro dipartimento che Naya trova molto più adatto alle sue aspettative rispetto alla maschilista Omicidi.

Accanto a Naya, c’è Hess. Un agente dal passato tortuoso e poco chiaro, ma così particolare e acuto da affascinare con le sue osservazioni sorprendenti. Cacciato dalla Europol, ha un chiodo fisso: quello di essere riammesso.

Gli omicidi non si arrestano con una prima vittima. Forse quel primo assassinio non è passionale, così com’è sembrato a una prima vista?

La narrazione è calzante, le immagini si susseguono come diapositive nella mente del lettoreanche mentre incontriamo i personaggi principali in mezzo alle loro vite oltre il ruolo di agente.

L’autore accende i riflettori, però, soltanto intorno ai momenti necessari e sufficienti alla gestione degli assassini che finiscono per intrappolare il lettore tra le pagine e nella storia. Di Naya non si sa moltissimo. Di certo non è una donna ordinaria. Possiede un intuito eccezionale. È brava nel suo mestiere. È brava a vedere ciò che manca sulla scena del crimine. Hess, però, inizialmente un antipatico Hess, ha qualcosa in più. Osa, sperimenta, dubita, sposta così le zone di ombra e di luce creando nuove prospettive, nuove domande, nuove strade da percorrere.

Un libro che ti farà dimenticare di te stesso. “L’uomo delle castagne” di Søren Sveistrup

La pista, invece, è un labirinto intricato e, appena hai la sensazione di aver intuito qualcosa, ti ritrovi fuorviato da dettagli ben piazzati e gestiti con astuzia lungo le pagine.

Accanto alla storia intrigante e adrenalinica, come ogni thriller che si rispetti, c’è l’atmosfera che si respira a coinvolgerti come una magia che non puoi spezzare. La pioggia, la neve, i paesaggi nordici che hanno qualcosa di naturalmente affascinante in mezzo alla freddezza che li caratterizza. In qualche modo, alla fine del romanzo si ha la sensazione di conoscere una nuova geografia.

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

Dal punto di vista stilistico, Sveistrup è un abile manipolatore delle parole e delle immagini. E, in un certo senso, anche della mente, merito del susseguirsi di colpi di scena che impreziosiscono un libro decisamente cospicuo dal punto di vista delle pagine.

Non delude, però, L’uomo delle castagne. Anzi, fa dimenticare che si sta leggendo un libro e, grazie all’alta tensione, ci si scorda persino di se stessi.


Per la prima foto, copyright: Jörg Angeli su Unsplash.

Per la terza foto, la fonte è qui.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4 (1 vote)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.