In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Come leggere un libro

Perché è importante leggere

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Un giallo di qualità. “Polvere d’agosto” di Hans Tuzzi

Un giallo di qualità. “Polvere d’agosto” di Hans TuzziTorna in libreria Hans Tuzzi (pseudonimo di Adriano Bon) con Polvere d’agosto (Bollati Boringhieri) la nuova avventura del commissario Norberto Melis già protagonista di altri dodici romanzi di successo fra cui Il Maestro della Testa sfondata, La belva nel labirinto, Un enigma del passato

In Polvere d’agosto il commissario Melis deve indagare su un duplice omicidio avvenuto in una villa del quartiere Maggiolina a Milano che vede coinvolto un noto e stimato studioso di esoterismo, il professore Bernardo Docci d’Orni, e il suo tuttofare Bruno Mazzone. La situazione è complicata: una serie di elementi legano questo duplice omicidio ad alcuni noti personaggi della borghesia milanese nonché ad altri personaggi che vivono nel complesso periferico delle Torri Zingales. In quel complesso un mese prima era stato abbandonato un pacco con duecento grammi di cocaina del quale se ne era appropriato un rigattiere, il “Gragna”, trovato poi cadavere a Ferragosto. Il legame tra i due omicidi non è così immediato, ma Melis riuscirà a trovarlo. L’indagine segue così due piste: una è quella dello spaccio, della criminalità e dell’ambiente degli omosessuali milanesi, l’altra è quella degli studi esoterici del professore e delle sette segrete. Melis comincia così a mettere in ordine i tasselli di questo difficile e inquietante caso calandosi nelle profondità di un mondo nascosto che non conosce, ma che gli viene via via chiarito dalla moglie Fiorenza, raffinata intellettuale dalla brillante intelligenza che in più di un’occasione riesce a dargli la chiave per comprendere alcuni piccoli particolari che sfuggono a Melis. La realtà infatti non è sempre quella che sembra e la verità va cercata anche lì dove sembrerebbe impossibile trovarla.

 

Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di Editing

 

E come fa Umberto Eco ne Il nome della rosa Hans Tuzzi attraverso la passione della vittima per l’esoterismo racconta episodi storici poco noti, cita libri rari e tratteggia un interessante ritratto di Dante esoterico che si rifa alla tradizione secondo la quale il sommo poeta era un Kadoch Templare appartenente a una organizzazione segreta, quella del Fedeli d’Amore, di diretta derivazione templare e rosacrociana per cui tutta la Divina Commedia sarebbe un rimando continuo alla tradizione esoterico-iniziatica.

Un giallo di qualità. “Polvere d’agosto” di Hans Tuzzi

Polvere d’agosto è un giallo di qualità, ambientato in un periodo storico, la fine degli anni Ottanta, che vede il crollo di un intero sistema di valori che fino ad allora era stato il collante dell’Italia già dal dopoguerra. Scenario è Milano che ben rappresenta questo passaggio, la Milano da bere, sorprendente pur nelle sue consuetudini, nei suoi personaggi, una città poliedrica e affascinante nelle sue contraddizioni. E i personaggi che affollano questo libro sono tanti e ben rappresentati nelle loro caratteristiche fisiche e psicologiche: Benito Guerri, nostalgico del Duce, «uno di quegli individui convinti d’essere qualcuno se possono se possono spingere in avanti la mascella quadra, come a sfidare l’umanità»; donna Titina Guardascione, napoletana trapiantata a Milano, «tozza e decisa come un bull-dog»; Nicola Rollo, «il golden boy a noleggio», diversivo per belle signore della borghesia milanese; Chicco del Ghinghero, anziano omosessuale sempre alla ricerca di «carne fresca»; Attilio Loschi «che per ricercata eleganza, lucido cranio calvo e tratti del volto ricordava prepotentemente l’Imaginifico. Se avesse avuto i baffi sarebbe sembrato un casanova da strapazzo, ma così, e con quegli occhi freddi, sembrava un depravato da cui era meglio guardarsi».

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

Personaggi dai tratti a volte volutamente esagerati, che fanno da contorno a questa storia ben costruita, dal ritmo incalzante nonostante i continui rimandi a episodi storici, libri antichi e molto rari, a teorie esoteriche Una lingua duttile e brillante che ricorda a tratti il plurilinguismo di Quer pasticciaccio brutto de via Merulana di Gadda e la pirotecnica parlata del commissario Francesco (detto Ciccio) Ingravallo. E così come nel libro di Gadda anche qui troviamo un groviglio di eventi rappresentato dal sovrapporsi e intrecciarsi dei personaggi, delle situazioni e delle riflessioni del commissario Melis che con il suo garbo e il suo acume riesce a risolvere questo ennesimo caso che lo porta a fare una triste riflessione: «non è da come si muore che si trae l’essenza di come si è vissuto».

Il tuo voto: Nessuno Media: 4 (1 vote)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.