Interviste a scrittori

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Curiosità grammaticali

Conoscere l'editing

Un dispetto a Stanley Kubrick

Stanley Kubrick, Fear And DesireDall'armadio degli scheletri di Stanley Kubrick uscirebbe certamente il suo primo lungometraggio, Fear and desire, girato nel 1953, quando il regista nominato tredici volte all’Oscar (lo vinse solo una volta, nel 1969, per gli effetti speciali di 2001: Odissea nello spazio) aveva venticinque anni.

Fino ad oggi una versione restaurata della pellicola di debutto di Kubrick verrà proiettata in diverse sale italiane. Un'iniziativa a cui il regista di Shining avrebbe probabilmente reagito tirando fuori la motosega, dato che fu lui a far sparire il film dalla circolazione; solo nel 2008 è uscito il DVD in Italia.

L'aveva definito «un film amatoriale, balbettante, un esercizio, scritto da un poeta fallito, girato da una squadra di amici, una bizzarria completamente inetta: noioso e pretenzioso».
Una paternità difficile, insomma, per questa prima prova autoprodotta da Kubrick, in cui si gettano le basi tematiche di altri due film "bellici", Orizzonti di gloria (tratto dal romanzo del canadese Humphrey Cobb) e Full Metal Jacket. Da subito Kubrick aveva voluto sondare il dramma fisico ed emotivo della guerra, che non lascia nessuno incolume.

In 68 minuti, Fear and desire racconta, in bianco e nero, il tentativo di quattro soldati, dispersi in una guerra imprecisata, di ricongiungersi al plotone dopo che il loro aereo viene abbattuto in una foresta sotto il controllo del nemico. I quattro decidono di provare a raggiungere il fiume per attraversarlo con una zattera e mettersi in salvo sull'altra riva.

Alla luce del fatto che Kubrick, scomparso nel 1999, aveva sempre chiesto espressamente di escludere questa pellicola d'esordio da rassegne e retrospettive a lui dedicate, questa iniziativa sembra più un "dispetto" che un omaggio al regista di Arancia meccanica.

[Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Issuu e Pinterest]

Nessun voto finora
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.