Come realizzare i propri desideri. I consigli di Bruce Lee

14 scrittori famosi e le loro ultime parole

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Un concorso dedicato alla medicina narrativa. La pubblicazione è con Cairo editore

Un concorso dedicato alla medicina narrativa. La pubblicazione è con Cairo editoreSanofi, azienda da anni impegnata nella messa a punto di soluzioni che migliorano l’accesso alla salute e la qualità della vita delle persone, organizza per il sesto anno consecutivo il Premio Leggi in salute – Angelo Zanibelli aperto a opere edite e inedite che raccontino la salute, le tematiche sanitarie e l’esperienza di malattia attraverso la narrazione. L’obiettivo dichiarato è quello di «sostenere l’importanza e il valore della narrazione come strumento sociale e terapeutico, identificando nella categoria opere edite una specifica sezione riservata alle opere di saggistica.»

Il 10 giugno si è chiusa la possibilità di presentare in concorso opere edite, mentre fino al 30 luglio sarà possibile inviare le proprie opere inedite. Tra queste, la giuria, presieduta da Gianni Letta, selezionerà quella vincitrice che sarà pubblicata da Cairo Editore.

 

Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di Editing

 

In occasione dell’edizione 2018 del Premio Leggi in salute abbiamo posto qualche domanda a Fulvia Filippini, Direttrice Affari Istituzionali Sanofi.

 

Il Premio Leggi in salute – Angelo Zanibelli giunge alla sesta edizione. Proviamo a fare un bilancio di questi anni?

Il Premio Leggi in Salute – Angelo Zanibelli è un concorso letterario tutt’oggi unico nel suo genere in Italia ed è dedicato a opere letterarie che hanno come soggetto tematiche sanitarie ed esperienze di malattie attraverso la narrazione.

È stato un successo crescente di edizione in edizione: 11 libri nel 2013, 37 nel 2014, 49 nel 2015, 64 nel 2016 e ben 90 libri iscritti per l’edizione del 2017.

Un bilancio più che positivo soprattutto perché ormai il Premio è diventato un appuntamento atteso sia nell’editoria dedicata alla salute sia nel mondo istituzionale e n quello associativo. Un appuntamento nato per i pazienti e cresciuto con le loro parole, vere protagoniste di ogni edizione.

 

Il Premio intende promuovere opere edite e inedite che raccontino la salute, le tematiche sanitarie e l’esperienza di malattia. Perché per Sanofi è importante porre l’attenzione su questo?

Per un’azienda come Sanofi il paziente è al centro di qualsiasi nostra attività, il suo crescente benessere è l’obiettivo della nostra attività quotidiana. Quando definiamo il paziente “al centro” lo è non solo con le parole, ma anche nei fatti, perché solo ascoltando le sue esigenze, il suo modo di affrontare la terapia un’azienda come Sanofi può sviluppare nuovi approcci e soluzioni che rispondano effettivamente alle sue necessità.

 

L’obiettivo dichiarato è quello di sostenere l’importanza e il valore della narrazione come strumento sociale e terapeutico. Cosa spinge un gruppo chimico e farmaceutico come il vostro verso questi temi?

Il valore di quella che più comunemente viene definita medicina narrativa ormai è un dato conclamato, una vera e propria metodologia che stimola la narrazione, da parte del paziente, del proprio stato di malattia, nell’intento di dare senso e quindi sollievo alla sofferenza, di favorire la creazione di un rapporto di fiducia e comprensione tra malato e personale medico e di capire il quadro patologico individuale.

In questo modo i pazienti non si sentono più un semplice codice identificativo di una corsia, ma persone in grado di far comprendere il proprio percorso e metterlo a disposizione di altri che debbano affrontare la stessa malattia.

Questo è l’obiettivo di un’Azienda farmaceutica come la nostra che senza ascoltare le vere necessità del paziente non riuscirebbe a garantire soluzioni all’avanguardia e tagliati per il paziente.

Un concorso dedicato alla medicina narrativa. La pubblicazione è con Cairo editore

Al di là degli argomenti, proviamo a tracciare quali caratteristiche dovrebbe possedere un libro per affermarsi nell’ambito del vostro Premio?

Molteplici sono state le tipologie di libri che hanno partecipato al Premio Zanibelli sin dalla sua prima edizione, ma sicuramente legati da un minimo comune denominatore: parlare attraverso la narrazione di un’esperienza di una malattia vissuta in maniera diretta o tramite gli occhi spesso molto più clinici di un caregiver.

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

Dalla scorsa edizione il Premio presenta anche una sezione per inediti il cui vincitore sarà pubblicato da Cairo editore. Cosa vi ha spinto a prestare attenzione anche a voci inedite accompagnandole alla pubblicazione?

Questo nuova tipologia di premio è nata dalla nostra esperienza diretta con i pazienti che spesso scrivono proprio per l’esigenza terapeutica, ma che molto spesso mettono nel cassetto il manoscritto perché concentrati in terapie ed altro più che a perseguire il sogno di pubblicare il proprio scritto.

Ci siamo dunque accorti che se volevamo veramente fare qualcosa per loro dovevamo creare un premio che permettesse di realizzare un sogno, di qui la valida collaborazione con Cairo editore.


Per la prima foto, copyright: Nick Morrison.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4 (1 vote)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.