Hai perso la voglia di leggere? 7 modi per farla tornare

Continua a scendere il numero dei lettori – Dati Istat aggiornati

Perché scrivere? Le ragioni di George Orwell

Intervista ad Andrea Tomat, Presidente del Comitato di Gestione

Tre giorni per rinfrescare la mente e la creatività

Tre giorni per rinfrescare la mente e la creativitàDomenica scorsa siamo stati in Toscana grazie al nostro tour estivo tra gli eventi culturali italiani. Oggi ci spostiamo in Liguria, e precisamente a Sarzana, comune di circa ventimila abitanti in provincia di La Spezia.

La cittadina ligure diventerà per tre giorni, dal 1 al 3 settembre, il centro propulsore di una serie di incontri che animeranno il Festival della Mente.

Promosso da Fondazione Carispezia e dal Comune di Sarzana, con la direzione di Benedetta Marietti e la consulenza scientifica di Gustavo Pietropolli Charmet, si tratta del primo festival in Europa dedicato alla creatività e alla nascita delle idee.

Sessantacinque relatori e quarantuno appuntamenti tra incontri, workshop, spettacoli e momenti di approfondimento culturale trasformeranno Sarzana in un palcoscenico della creatività. Come raccontano gli organizzatori, il filo conduttore di questa quattordicesima edizione sarà la “rete”, al centro di confronti tra scienziati, filosofi, scrittori, storici, artisti, psicoanalisti, designer e antropologi.

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

«Come è stato lo scorso anno per la parola “spazio”, anche “rete” è un concetto che racchiude molteplici significati e può essere declinato in molti modi» dichiara Benedetta Marietti «Dal web alla rete intesa come insieme di relazioni umane; dalle reti che ci ingabbiano e imprigionano all’esplorazione delle reti neurali nelle neuroscienze; dalla rete della solidarietà fino all’importanza della rete nella biologia, nella fisica, nella matematica, e perfino nello sport. Attraverso l’indagine di un tema è così possibile affrontare argomenti e campi diversi del sapere, dalle più recenti scoperte scientifiche agli ambiti di pensiero artistico e umanistico, in linea con la vocazione multidisciplinare e divulgativa del Festival della Mente».

 

Tutto questo consentirà di dare ospitalità a punti di vista diversi e ad ambiti e discipline differenti così da garantire che il tema sia trattato nel modo più ampio possibile e per proseguire nell’approfondimento dei temi più attuali della contemporaneità.

Ad aprire il Festival sarà la scienziata Elena Cattaneo con la lezione Le reti che fanno bene alla scienza, che descriverà le reti che si sviluppano attorno alle persone affette dalla malattia di Huntington, permettendo di vivere al meglio l’umanità nella malattia, e quelle degli scienziati che in tutto il mondo studiano il gene che la provoca, sperimentano nuovi trattamenti e farmaci per alleviarne i sintomi e cercano nuove cure efficaci.

Tre giorni per rinfrescare la mente e la creatività

Si parlerà dunque di reti grazie a un programma articolato in quattro sezioni.

La prima, dal titolo La rete delle relazioni umane, vedrà tra gli ospiti gli scrittori Michele Mari che discuterà di precetti e tabù che costituiscono quel sistema di relazioni pregresse che creano impedimenti, nevrosi, pregiudizi, rituali e ossessioni, Edoardo Albinati, Araving Adiga, Marcello Fois, oltre allo psicoanalista Massimo Recalcati.

La sezione dedicata alla scienza e alla tecnologia ospiterà il matematico Paolo Zellini che insieme a Marco Malvaldi parlerà della rete come struttura matematica. Tra gli altri interventi previsti segnaliamo quelli del paleoantropologo Giorgio Manzi, del neurofisiologo Matteo Cerri e della fisica Lucia Votano.

Di attualità e storia ci occuperemo invece insieme allo scrittore e reporter di guerra Elliot Ackermann, alla scrittrice palestinese Suad Amiry e allo scrittore italiano Nicola Gardini.

L’ultima sezione, E ancora reti…, vedrà gli interventi della designer spagnola Patricia Urquiola, dell’esperto di media Massimo Scaglioni e del matematico Claudio Bartocci insieme allo scrittore Marco Belpoliti.

Tre giorni per rinfrescare la mente e la creatività

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

Particolarmente interessanti poi gli interventi di Matteo Nucci dedicati a La rete di Eros, che ci parleranno di seduzione (venerdì), tradimento (sabato) e riconquista (domenica), e dello storico Alessandro Barbero che chiuderà ognuna delle giornate del Festival con tre lectio incentrate sulle reti clandestine nella storia: quella di Richard Sorge, che fornì a Stalin informazioni di vitale importanza durante la Seconda Guerra Mondiale (venerdì); quella dei partigiani che progettarono l’attacco a una colonna di nazisti a via Rasella (sabato); quella delle BR che sequestrarono e uccisero Aldo Moro (domenica)

Non manca infine la sezione per bambini e ragazzi curata da Francesca Gianfranchi, un vero e proprio festival nel festival con trentuno protagonisti eventidue eventi.


Per la prima foto, la fonte è qui.

La terza foto è di James Taylor.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4 (1 vote)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.