Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Corso online di scrittura creativa

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Corso online di editing

Tra lucciole e ricordi, la storia di “Due compleanni e una città” di Alessandro Petruccelli

Tra lucciole e ricordi, la storia di “Due compleanni e una città” di Alessandro Petruccelli«Viene sempre il momento nella vita in cui ognuno di noi fa il bilancio di ciò che siamo stati».

È presentato così Due Compleanni e una città di Alessandro Petruccelli, pubblicato a settembre 2016 da Graphe.it edizioni, nell’introduzione dell’editore. Già autore di romanzi come Un giovane di campagna, L’uomo solo e la formica e L’asino Gioacchino, Alessandro Petruccelli mostra qui sequenze di vite diverse, articolate in unico grande racconto e attraversate dalla visione di Luca, un amante dei sapori antichi. Nella mente del protagonista si scoprono i ricordi dei fichi raccolti e mangiati ancora freschi, i minuti trascorsi sulle strade a parlare con gli altri in attesa dei bus, mentre il presente confeziona i fichi nelle cassette e offre pensiline dove attendere con ansia i bus al riparo da tutto e da tutti.

Non mancano le storie d’amore nate attraverso bizzarre coincidenze come quella di Damiano e Luisa uniti paradossalmente dalla Guerra finita anni prima. Ci sono anche i consigli delle le mamme di una volta e i bambini liberi di giocare ovunque. Come non ricordare poi Nicolino, scappato dal seminario per il desiderio di diventare padre oppure Marco, giovane emigrato in Australia che lascia con amarezza il proprio paese. «Viva tutti quelli che restano» scrive il ragazzo sui tronchi delle querce. Luca ricorda, rivive e racconta i momenti vissuti dagli altri, lasciando comunque alle proprie percezioni e ai propri sentimenti uno spazio ben riconoscibile. La memoria ritrova il primo vestito da festa ricevuto durante la seconda liceo o le lucciole che Luca vorrebbe rivedere e tenere di nuovo tra le mani.

 

«Nelle sere di maggio e di giugno le avevo sempre intorno a me. Si alzavano e si abbassavano sul grano che ormai aveva la spiga piena, apparivano e sparivano tra i filari, andavano insieme come innamorati o isolate come persone troppo afflitte o troppo contente. A volte le rincorrevo e le acchiappavo e le facevo restare nel coppo delle mani e vedevo, a intervalli, la mia carne farsi di fuoco; poi le lasciavo ed esse andavano via senza rancore».

Tra lucciole e ricordi, la storia di “Due compleanni e una città” di Alessandro Petruccelli

LEGGI ANCHE – Case editrici per uno scrittore esordiente – Graphe.it

 

Due compleanni e una città di Alessandro Petruccelli è soprattutto un romanzo sul conflitto di un uomo che non sente come propria la città in cui vive e in cui ha frequentato il liceo. A Formia, infatti, Luca ci ritorna poco più che trentenne e quando nove anni dopo ne compie quaranta, i ricordi si sbloccano e accompagnano il lettore lungo un percorso dove esperienze personali ed eventi storici si fondono. Allora ogni figura diventa il pretesto per viaggiare dal presente al passato, o viceversa.

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Iscriviti alla nostra newsletter

Seguici su Facebook, Twitter, Google+, Pinterest e YouTube]

Le strade diventano così un luogo infinito, un punto d’incontro tra personaggi che risalgono il tempo per poi indietreggiare e lasciare il posto ad altre immagini o suoni. Era più facile ascoltare la “musica” delle campane, quando ancora la città non aveva invaso le distese incontaminate della campagna. La nostalgia per un tempo in cui le toppe ai vestiti si mettevano per necessità e non per seguire una moda causa in Luca un senso di malessere. Il narratore non riesce ad adattarsi in pieno a un posto e a un’epoca che non gli appartengono veramente; non trova neanche il gusto di un’intesa col mare, perché le onde non costruiscono con lui una complicità; al contrario il loro andirivieni non risveglia niente in Luca.

Tra lucciole e ricordi, la storia di “Due compleanni e una città” di Alessandro Petruccelli

Il mare è solo una “città” liquida da ignorare: «non mi dà sollievo la sua calma, non mi turba la sua furia; mi è indifferente il suo lamento». Eppure sa che qualcosa arriverà dalla brezza che soffia sull’Isola di Ponza. Di certo non gli restituirà le esperienze esaurite dagli anni. Ma forse Luca troverà la consapevolezza di un presente che può ancora offrire qualcosa di buono. A salvarlo da questa sensazione di inadeguatezza ci pensano l’affetto della moglie e delle figlie che si stringono intorno a lui per augurargli un buon compleanno.

Tra lucciole e ricordi, la storia di “Due compleanni e una città” di Alessandro Petruccelli

Alessandro Petruccelli fa invecchiare Luca di un altro anno mentre la trama si fa sempre più fitta di ricordi e Due compleanni e una città sembra continuare oltre la fine del romanzo.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4 (1 vote)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.