Corso SEC - Scrittura Editoria Coaching

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Corso online di Scrittura Creativa

Corso online di Editing

Terramatta: i tempi della memoria

TerramattaTerra matta è un romanzo anomalo. In primo luogo perché è allo stesso tempo romanzo e biografia, anzi romanzo della biografia. In secondo luogo perché propone una scrittura che scava nella lingua, attraverso metatesi, ipercorrettismi, lessico inappropriato, e riporta alla luce, non sappiamo se gloriosamente o suo malgrado, un senso straordinario di epicità.

 

La vicenda “editoriale” di quello che, partendo da oltre un migliaio di pagine dattiloscritte da un semi-analfabeta, è diventato con la curatela di Evelina Santangelo e Luca Ricci, un romanzo per Einaudi, è qualcosa di straordinario, nel senso letterale del termine.

 

Su queste basi, il film-documentario Terramatta, diretto da Costanza Quatriglio, nel quale Roberto Nobile dà voce alla scrittura di Rabito, tenta non già di “riprodurre” il romanzo, cosa peraltro poco edificante, ma di riflettere sull’operazione di recupero del tempo che Rabito fa con grande lucidità e catapultando in scena quella “sicilianità” perfetta fatta di una candela offerta al santo, e l’altra in omaggio al serpente.

 

Il ragazzo della «chilassa 1899», che Rabito fu, è lo stesso “ragazzo” che procede ad una scrittura, la quale, come fa ben notare la Quatriglio col suo film, fa i conti con la storia in maniera aperta e sincera. Non si sfugge alla teoria degli episodi narrati, uno dopo l’altro, è fisiologico, tuttavia, attraverso questo documentario, si accede alla dimensione più generale, complessiva, che Terra matta ha rappresentato, vale a dire un affresco personalissimo della storia d’Italia e delle sue “statutarie” contraddizioni.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 vote)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.