In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Corso SEC - Scrittura Editoria Coaching

Corso online di Scrittura Creativa

Corso online di Editing

“Storia di una professoressa” di Vauro Senesi

Vauro Senesi, Storia di una professoressaDurante la proiezione di un documentario sulla Shoah, una professoressa non più giovanissima, Ester, non ebrea malgrado il nome e che ricorda ancora il dramma di una sua portinaia, unica sopravvissuta alle deportazioni, rimprovera un allievo che sghignazza di fronte agli orrori commessi dai nazisti nei lager: è il modo con cui Vauro Senesi presenta ai suoi lettori questa sua eroina contemporanea, per poi portarci indietro nel tempo per raccontare la sua storia.

Dopo un prologo in terza persona, è Ester stessa a raccontare in prima persona la sua vita: la sua infanzia di allieva in grembiule dalle Orsoline, dove scopre l’amore per lo studio, la sua esperienza adolescenziale come insegnante nel doposcuola del prete di borgata don Carlo, il matrimonio prematuro con Giovanni, la sua carriera come insegnante, gli amori e gli impegni di lavoro, una maternità insolita, le disillusioni inevitabili, ma anche la voglia di andare avanti, fino a quel giorno della proiezione e anche oltre.

Sullo sfondo l’autore tratteggia la vita dell’ultimo quasi mezzo secolo di Storia italiana: dagli anni Sessanta, divisi tra conformismo e contestazione, alle lotte degli anni Settanta con il terrorismo che manda in tilt le speranze, all’edonismo del decennio degli Ottanta, fino all’ultimo ventennio, in cui è diventato ancora più difficile educare i più giovani.

Vauro Senesi, famoso come vignettista ma che ormai si è fatto conoscere anche come scrittore, costruisce un ritratto di donna a tutto tondo, figlia di un’epoca in cui era forte il peso della tradizione, ma in cui si è potuto avere spazio per i sogni e le aspirazioni, per provare a credere e costruire un mondo migliore. Ester, eroina che lavora lontano dai riflettori, è ispirata a tante storie vere di quegli anni: giovani donne che a tratti sognavano ancora il matrimonio e la maternità, ma che scoprivano il femminismo e la contestazione, magari uniti a un’idea sociale dell’impegno religioso, ispirato agli scritti di don Milani.

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: EditorialiWeb ed Eventi.

Seguiteci su FacebookTwitterGoogle+Issuu e Pinterest]

Vauro SenesiStoria di una professoressa, edito da Piemme, è un libro interessante per chi ha vissuto quell’epoca, continuando magari a credere, nonostante tutto o proprio a causa di quello che è successo dopo, in quegli ideali, cercando di continuare a cambiare il mondo partendo dalle cose che sembrano più semplici ma non lo sono, come insegnare ai ragazzi non solo nozioni di cultura generale, ma anche una visione del mondo diversa, tenendo conto della loro individualità.

Ma il romanzo testimonianza di Vauro è anche interessante da leggere se non si è vissuti in quel periodo, magari se si è nati a ridosso e si ricordano dalla propria infanzia alcuni flash (come, per esempio, la morte di Moro, le ultime importanti contestazioni, eccetera), o si è arrivati dopo. In un momento in cui c’è poca memoria, anche recente, diventa molto importante l’uscita di libri, saggi e romanzi che non parlino solo di fatti che ormai appartengono di diritto alla Storia, con un ricco materiale di testimonianze e studi critici, come il Risorgimento o la Grande Guerra, ma anche di tempi più recenti, che a tratti sembrano rimossi, con i loro drammi, le loro gioie e speranze. E scegliere come eroina un’insegnante, una di quelle persone in ogni caso fondamentali, è un modo per rivalutare anche chi è in ogni caso importante nella vita di ciascuno, ma che oggi viene quasi disprezzato da un sistema che ha introdotto il concetto secondo cui cultura e istruzione non sono mezzi per migliorare. Ecco, Ester con i suoi ragazzini di borgata prima e di scuola poi trasmette qualcosa di diverso. Qualcosa di cui si ha bisogno, e forse più chi allora non c’era di chi c’era.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.3 (3 voti)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.