Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come leggere un libro

Perché è importante leggere

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Silvio Berlusconi e Beppe Grillo: il decaduto e l’ascendente, un Giano bifronte

Silvio Berlusconi, Beppe GrilloDecaduto, non deceduto. Ma decadere è un po’ decedere, dunque una piccola morte, un insulto alla vita e un sussulto prima della fine. Questo è accaduto, infine, al caimano d’Italia. Non è stata la politica con la ‘p’ minuscola a privarlo di un seggio, ma il suo passato.

Nel romanzo criminale italiano, Silvio Berlusconi occupa una posizione di rilievo assieme a Giulio Andreotti, Tommaso Buscetta, Licio Gelli, Totò Riina, Bernardo Provenzano, Matteo Messina Denaro, e tanti altri. L’epopea di un tycoon si spegne, e si spengono i riflettori sulla sua poltrona di senatore.

Ora la sua attività carismatica torna nelle piazze – normale per un piazzista! – dove forse troverà un ultimo spiraglio di vita prima della morte fisica. Restano le macerie che ci ha lasciato in eredità: il conflitto d’interesse, la svendita del patrimonio culturale, la riduzione a merce delle donne, la cittadinanza esercitata attraverso il consumo televisivo.

Ma questi orientamenti ora paiono spostarsi dal reale al virtuale, mutando geneticamente per dar sostegno esplicito a un altro milionario, più spregiudicato e onnivoro: Beppe Grillo. Nella geometria politica italiana, Grillo ora si oppone a Letta assieme al suo predecessore e avversario Berlusconi. Cosa ne uscirà? Nel pasticcio parlamentare, nel vuoto democratico, nella discesa verso l’abisso economico e produttivo, questi due insieme rappresentano il vecchio e il nuovo leaderismo populista: sono due pericolosi agitatori di popolo, entrambi fuori dal Parlamento, entrambi dentro la pancia della Piazza Italia.

 

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Issuu e Pinterest]

Immagino un futuro osceno, razzista, xenofobo, omofobo, populista e oltremodo volgare. Un avvenire certo nella ricerca di un capro espiatorio a tempo (ora gli immigrati, domani chissà), di avversari senza nome, di non persone da trattare come merce della propaganda e come bersagli fisici e morali. Quel che mi spiace di più è che le millantate rivoluzioni culturali di Berlusconi e Grillo, in verità, allontanano tutti dalla cultura del rispetto e della mediazione, per sottoporre il Paese a un’ulteriore overdose di veleni e oscenità sottoculturali. Grillo farà più del caimano, andrà oltre, privilegerà il turpiloquio – quintessenza della grammatica del web – appiattendo l’Italia a mero fascista fenomeno da baraccone. In attesa di tanti cortocircuiti, comincio a preparar le valigie per espatriare da un luogo nel quale prevale il cattivo gusto di questi gerarchi. E nella mia valigia porto Gramsci, non Casaleggio.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (9 voti)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.