Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come leggere un libro

Perché è importante leggere

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Sfida al pianeta Terra. “Sunfall” di Jim Al-Khalili

Sfida al pianeta Terra. “Sunfall” di Jim Al-KhaliliQuasi ogni giorno i media parlano del cambiamento climatico cui è soggetto il nostro pianeta: in Alaska una temperatura di oltre trenta gradi, sulle coste atlantiche tifoni sempre più violenti e distruttivi, sui monti pozze d’acqua tra i ghiacciai. Fa impressione vedere le coste dell’Inghilterra e della Cina invase da una marea di alghe verdi, come fossimo in un film del terrore. Per non parlare dell’Italia. Possiamo anche trascurare il torrido mese di giugno che abbiamo appena passato, ma non possiamo dimenticare le situazioni estreme del mese di luglio quando su alcune regioni si sono verificati fenomeni mai visti prima (ad esempio, i chicchi di grandine della grandezza di arance in Abruzzo). Sembrerebbe di avere oramai a che fare con un mondo che sta andando totalmente fuori dai suoi cardini, se non si attuano in tempi rapidi dei cambiamenti nei nostri stili di vita e soprattutto nella condotta dei governi. La stessa inquietudine di un pianeta oramai fuori controllo si ritrova in Sunfall, romanzo “catastrofico” del famoso divulgatore scientifico Jim Al-Khalili pubblicato in Italia da Bollati Boringhieri (traduzione di Carlo Prosperi).

Al-Khalili è professore di Fisica teorica alla University del Surrey in Gran Bretagna, dove ha anche una cattedra di comunicazione scientifica. In Sunfall non si parla direttamente di cambiamento climatico (nel romanzo ambientato nel futuro prossimo del 2040 sono comunque descritte le ferite degli effetti climatici che hanno devastato soprattutto i territori prossimi ai mari) ma di un altro pericolo per il pianeta: l’allentamento del campo magnetico a protezione della Terra che diventa così esposta alle masse coronali provenienti dal sole. Il mondo diventa d’improvviso “indisciplinato”. In Nuova Zelanda l’aurora astrale appare a Nord invece che a Sud. A Nuova Delhi un aereo si schianta al suolo in fase di atterraggio a causa del blackout dei satelliti di comunicazione distrutti dalle particelle ad alta energia provenienti dallo spazio. Una super-tempesta di inaudita violenza si abbatte sulle Bahamas. Il pianeta corre il rischio dell’estinzione.

 

Vuoi conoscere potenzialità e debolezze del tuo romanzo? Ecco la nostra Valutazione d’Inedito

 

Pochi sono consapevoli di questo stato delle cose, i governi «si erano limitati a parlare di rischi minimi, rendendo ancora più delicata la posizione di molti scienziati, che pur consapevoli di ciò che stava per accadere, vedevano i politici fare orecchie da mercante ai propri appelli, proprio come era accaduto una generazione prima per i cambiamenti climatici». Alla codardia dei governi risponde la comunità scientifica con un gruppo di studiosi coraggiosi: Marc Bruckner, ormai ex ricercatore del dipartimento di Fisica della Columbia University, che nel frattempo deve combattere anche con le macerie di un matrimonio finito e con un rapporto difficile con Evie, la figlia adolescente; Sarah Matlin, un’esperta inglese di fisica solare che deve la sua notorietà al fatto di esser stata la prima ad aver legato il disastro aereo su Delhi alle esplosioni coronali del sole; Qiang Lee dell’Istituto di Fisica di Particelle di Pechino. Negli anni Venti Qiang e Marc erano stati tra gli artefici di una delle maggiori scoperte della fisica dopo il Bosone di Higgs: «la materia oscura interagisce con se stessa creando materia normale e sprigionando una scarica di alta energia». Mar e Qiang, insieme a Sarah, inventano con la «creatività non diversa da quella di uno scultore, di un poeta o di un musicista» il progetto Odino, un sistema basato appunto sulla materia oscura da “sparare” al centro della terra grazie a dei potenti strumenti per poter riequilibrare il campo magnetico a difesa del pianeta. Vengono aiutati da una cyber-pirata persiana, Shirin, che grazie alla sua inventiva permette agli scienziati di penetrare nei luoghi più oscuri della Rete.

Sfida al pianeta Terra. “Sunfall” di Jim Al-Khalili

Naturalmente c’è sempre un nemico da vincere, oltre alla natura che si ribella: in questo caso i Purificatori, un’organizzazione terroristica sulla falsariga dei fondamentalisti islamici. I Purificatori «si distinguevano per l’impazienza. Essi si ritenevano investiti del ruolo di accelerare l’arrivo del giorno del Giudizio con ogni mezzo necessario. Le rivelazioni sul campo magnetico avrebbero solo portato acqua al loro mulino.» Alla testa del gruppo c’è il capo, chiamato Maksub, di cui scopriremo alla fine la vera identità.

Sfida al pianeta Terra. “Sunfall” di Jim Al-Khalili

Sunfall è un romanzo che ha delle ingenuità (ad esempio, personaggi a volte troppo unidimensionali, il cattivo che già dall’inizio si raffigura come cattivo…). Le cose più interessanti sono, secondo me, quelle che attengono alle sfide che l’umanità dovrà affrontare nei prossimi anni soprattutto con il mondo dell’Intelligenza Artificiale (la voce dell’Intelligenza Artificiale del CERN, “la Mente”, appartiene per esempio a Fabiola Giannotti, attuale direttrice generale del Centro, che appare nel romanzo anche di persona come affascinante ricercatrice in pensione).

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

Creare un equilibrio virtuoso tra la creatività degli uomini e l’algida perfezione delle macchine per poter rispondere alle sfide sempre più urgenti di una Terra malata. Questa è la sfida pericolosa ma affascinante che ci attende nei prossimi anni e che Al-Khalili descrive in modo efficace.


Per la prima foto, copyright: Josep Castells su Unsplash.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 vote)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.