Perché è importante leggere

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Come leggere un libro

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Scrittori da (ri)scoprire – Mario Soldati

Scrittori da (ri)scoprire – Mario SoldatiDi Mario Soldati (Torino, 1906 – Tellaro, 1999) è necessario dire per prima cosa che non è stato solo un importante scrittore, ma anche un notevole regista cinematografico, oltre che sceneggiatore, saggista, giornalista e autore di programmi che hanno fatto la storia della televisione italiana.

Cresciuto nella Torino degli anni Venti del Novecento, insieme a compagni di scuola che si chiamano Carlo Levi, Franco Debenedetti, Giacomo Noventa, e altri che gravitano attorno al grande Piero Gobetti (che muore giovanissimo nel 1926, a Parigi, dopo diverse aggressioni subite dai fascisti), Soldati si laurea in storia dell’arte e frequenta gli ambienti della pittura torinese, allora dominata da Felice Casorati, ma presto inizia a scrivere testi teatrali, poesie e racconti. Esordisce nel 1929 con Salmace, una raccolta di racconti, poi trascorre tre anni, grazie a una borsa di studio, alla Columbia University di New York, dove incontra e sposa Marion Reckelman, da cui avrà tre figli. Al ritorno in Italia inizia a lavorare per il cinema, come sceneggiatore e aiuto regista di Mario Camerini.

Nel 1936 pubblica America primo amore, resoconto della sua esperienza oltre oceano, poi nel 1939 esordisce come regista dirigendo la commedia Dora Nelson. Nel 1941 esce quello che rimane il suo film più celebre, Piccolo mondo antico, tratto dal romanzo di Antonio Fogazzaro e interpretato da due attori all’epoca molto popolari, Alida Valli e Massimo Serato. Già separato dalla moglie americana, si lega all’attrice Juli Kellerman, sua compagna per il resto della vita e madre di altri tre figli.

 

Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di Editing

 

Nel 1943 fugge da Roma insieme al regista Dino de Laurentis e vive per qualche tempo a Napoli, poi diventa corrispondente di guerra sulla Linea Gotica, continuando a scrivere romanzi e sceneggiature. Dirige il film La provinciale da un romanzo di Alberto Moravia, ma nel 1954 arriva anche la popolarità come scrittore, quando il romanzo Lettere da Capri vince il Premio Strega.

Scrittori da (ri)scoprire – Mario Soldati

Dopo il cinema e la letteratura, il suo terzo grande amore diventa la televisione, appena introdotta in Italia, per la quale realizza nel 1957 Alla ricerca dei cibi genuini – Viaggio nella valle del Po, una trasmissione di largo successo che si può considerare il prototipo di tutto il successivo giornalismo enogastronomico: partendo dal vino e dal cibo intendeva far conoscere angoli dell’Italia spesso poco noti al resto del paese. Da questa esperienza di ricerca nascono negli stessi anni anche diversi saggi e la regia del filmLa donna del fiume ambientato nelle valli di Comacchio e interpretato da Sophia Loren.

 

LEGGI ANCHE – Scrittori da (ri)scoprire – Carlo Cassola

 

A partire dal 1960, Soldati abbandona definitivamente il cinema per dedicarsi solo alla scrittura, da giornalista e da romanziere, lasciando Roma per vivere tra Milano e Tellaro, un borgo ligure a due passi dalle Cinque Terre. Scrive molti racconti e romanzi, tra cui I racconti del Maresciallo (1967) che diventano una fortunata serie televisiva e L’attore che vince il Premio Campiello nel 1970. Muore a Tellaro nel 1999.

Scrittori da (ri)scoprire – Mario Soldati

Mario Soldati è stato dunque una personalità estremamente eclettica, capace di dedicarsi nello stesso tempo e con grande passione a cinema, televisione e letteratura. Deve essere considerato un pioniere e un grande sperimentatore per quanto riguarda la televisione, mentre in campo cinematografico ha realizzato sia delle opere calligrafiche, in netta antitesi col neorealismo imperante negli stessi anni, sia dei film più commerciali. Da scrittore, ha saputo raccontare al meglio le molteplici realtà dell’Italia del suo tempo.

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

Il suo limite è stato, forse, proprio il non essersi applicato in modo totale a una sola arte, come disse di lui Indro Montanelli: «Del talento di Soldati c’era poco da dubitare: bastava una serata con lui per rendersene conto. E a qualunque cosa lo avesse applicato – letteratura, cinema, teatro, forse anche musica -, purché lo avesse fatto a tempo pieno, cioè con totale dedizione, sarebbe diventato un numero uno. Malauguratamente per lui, e per tutti, egli era capace di fare qualsiasi cosa – racconto, saggio, sceneggiatura- ma senza riuscire a esserne nessuna. Perché la sua vera natura e vocazione erano quelle dell’attore.»

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (2 voti)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.