Perché scrivere? Le ragioni di George Orwell

Intervista ad Andrea Tomat, Presidente del Comitato di Gestione

Hai perso la voglia di leggere? 7 modi per farla tornare

Continua a scendere il numero dei lettori – Dati Istat aggiornati

“Rosso Istanbul”: così Ferzan Ozpetek celebra la sua città natale

Ferzan OzpetekLa Turchia, un ponte tra l'Europa e l'Asia, e Istanbul, la «città rossa», come i tramonti sul Bosforo. Così le celebra Ferzan Ozpetek nel suo romanzo d'esordio Rosso Istanbul (pubblicato da Mondadori lo scorso 5 novembre). Un libro in parte autobiografico, incentrato sul rapporto tra il regista e la madre, uno scritto in cui trovano spazio molti dei suoi temi prediletti: l'amicizia, l'omosessualità, la perdita degli affetti più cari, così come la fragilità dei sentimenti (il «moderno amore liquido, lo chiamerebbe Zygmunt Bauman», come ha fatto ben notare Mirella Serri in un recente articolo su «La Stampa»).

In Rosso Istanbul non ricopre importanza solo la vicenda intima di Ozpetek. Lo sguardo è rivolto anche alla cultura turca, vista con gli occhi di un uomo che, a diciassette anni, decise di andare a studiare cinema in Italia. Una scelta portata avanti proprio grazie all'appoggio della madre, in opposizione alle volontà del padre, che avrebbe voluto il figlio studente negli Stati Uniti. In Turchia, le donne esercitano i loro diritti in modo concreto («Mamma e le sue amiche non predicavano nessun tipo di emancipazione, ma la praticavano») e forse per questo la figura femminile è così dominante, nel romanzo così come nella vita personale dell'artista. Al contrario, il padre è spesso assente, un uomo di grande cultura, ma anche imprevedibile, «capace di dissertare di Steinbeck e di Hemingway e dieci minuti dopo di prenderti a schiaffi».

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Issuu e Pinterest]

Ma c'è anche un altro argomento, quello dell'omosessualità, che Ozpetek evidenzia con forza nel romanzo, così come in tutti i suoi film: in particolare, la prossima pellicola sarà dedicata a Yusuf, amico e primo amore, morto suicida qualche tempo fa. Quando il padre del regista scoprì il legame, la reazione fu violenta e Ozpetek fu prontamente portato da uno psichiatra.

Sempre a «La Stampa», Ozpetek ha regalato una sua impressione sull'Italia, dove non è il rosso a dominare, come a Istanbul, ma «l'umor nero, la depressione», anche se, negli ultimi tempi, sembra si stiano registrando dei significativi miglioramenti.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.5 (6 voti)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.