In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Perché è importante leggere

Come leggere un libro

Rodolfo Valentino sul fondo dei bidet

BidetEntrò in uno dei salotti, dove si teneva il grande cocktail; vi era la padrona di casa che salutò. Al centro stava il gruppo di Pietro con una ragazza nuova. Orazio iniziò, cessò di colpo la conversazione brillante con il resto del gruppo, si scostò di qualche centimetro dal gruppo e dalla ragazza; la valutò dai piedi alla testa, la ripercorse, con una spudoratezza stupita. La percorse ancora, tornò, silenzioso, nel gruppo. «Pietro» disse infine davanti a lei «chi è la stupenda creatura nuova?» Pietro spiegò che studiava storia dell’arte. «Io amo a fondo l’arte e la storia dell’arte» disse Orazio con parole dirette solo a lei, isolandola dal gruppo. «Poiché io ora fabbrico anche bidet e ritengo assurdo non invadere il mercato anglosassone, ho proposto ai miei direttori generali di porre sul fondo del bidet il ritratto di Rodolfo Valentino a occhi spalancati.» La ragazza ebbe un sorriso pudico, Oraziò si spostò di lato verso l’angolo del muro, continuando: «Ma ho consigliato i miei direttori generali di alternare il Valentino con la Venere di Cranach che trovo divina. Quella Venere è la donna che ho maggiormente desiderato nella mia vita».

 

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: EditorialiWeb ed Eventi.

Seguiteci su FacebookTwitterGoogle+Issuu e Pinterest]

 

La ragazza lo aveva seguito verso l’angolo. Egli le cedette il passo e la collocò nell’angolo. «Pensa che per la vendita» disse la ragazza «sia più efficace la Venere o il Valentino?» «Perché lei non viene da me ad aiutarmi a risolvere questo problema su cui si sono incagliati tutti i miei direttori? Lei è intelligente e bella e io devo farle una confessione impeccabile.» Orazio si avvicinò ancora alla ragazza. «Quale?» disse la ragazza a un palmo da lui. «È una tragedia» disse Orazio. «L’intelligenza e la bellezza si escludono.» «Non sempre» disse la ragazza schiacciata contro l’angolo: con tutto il corpo straordinariamente sexy egli incombeva sul corpo di lei; appoggiò una mano al muro sfiorando con il braccio la spalla della studiosa di storia dell’arte, pronto ad appoggiare al muro l’altra mano e chiudere la ragazza.

 

[tratto da Ottiero Ottieri, I divini mondani, Guanda]

Nessun voto finora
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.