In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Corso online di Scrittura Creativa

Corso SEC - Scrittura Editoria Coaching

Corso online di Editing

Riscrivere “Il grande Gatsby” a suon di jazz

Generative GatsbyNon si può che essere d’accordo con un fatto: Il grande Gatsby di Francis Scott Fitzgerald è un romanzo importante, per molte ragioni, e tra le prime quella di cogliere lo spirito dei Roaring Twenties e calarlo in una grande parabola che racconta il crollo di un sogno.

Sappiamo anche quanto il romanzo del 1925 si possa considerare un’opera “pop”, se non altro per aver attraversato indenne, fra trasposizioni, riletture, riconsiderazioni, quasi un secolo. A questo proposito, per chi, oltre ad amare la letteratura, è appassionato di design, il progetto del russo Vladimir Kuchinov è una vera e propria chicca.

L’idea alla base di Generative Gatsby è quella di “riscrivere” il capolavoro in un modo del tutto particolare; utilizzare, cioè, una sorta di colonna sonora jazz come piattaforma a partire dalla quale un algoritmo decide, a seconda dello strumento, della nota, del tono, come le parole appariranno sulla pagina. Come ha affermato lo stesso Kuchinov, si tratta di un esperimento visuale che mira a coniugare in maniera strettissima musica e parola, tanto da far sì che la prima determini l’“estetica” della seconda.

Generative Typography, il nome di questa “arte” e lampante la carica di contaminazione del tutto. Non ci saranno Robert Redford, o Leonardo Di Caprio, a dare carne e ossa a Jay Gatsby, ma il romanzo, in qualche modo, riprende vita ancora una volta.

Quali implicazioni potrebbe avere, una pratica di questo genere, nel mondo delle nostre letture quotidiane? In fondo, non è forse vero che leghiamo in maniera indissolubile certe canzoni o motivetti, ad alcune tra le pagine più belle dei libri che ci sono rimasti nel cuore?

[Seguiteci su FacebookTwitterGoogle+Issuu e Pinterest

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 vote)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.