Corso online di editing

Corso online di scrittura creativa

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Rinascere dal caos. “I colori dopo il bianco” di Nicola Lecca

Rinascere dal caos. “I colori dopo il bianco” di Nicola LeccaRacconta di una rinascita e del ritrovarsi nel caos il nuovo libro di Nicola Lecca, I colori dopo il bianco, da poco edito da Mondadori.

Finalista al Premio Strega con Concerti senza orchestra (Marsilio, 1999) e vincitore del Premio Hemingway con Ho visto tutto (Marsilio, 2003), questo «scrittore nomade», com’egli stesso ama definirsi, da Cagliari, dov’è nato nel 1976, si è spostato spesso per visitare centinaia di città. In alcune, come Vienna, Barcellona, Venezia, Londra, Innsbruck, Reykjavìk e Visby, ha scelto poi di trasferirsi per qualche tempo.

Su di esse ha scritto, interpellandole e utilizzandole alla stregua degli stessi protagonisti dei suoi romanzi e racconti. Nicola si lascia ispirare, non racconta il mondo ma lascia che sia il mondo a girargli attorno, a farsi raccontare, ad appoggiarsi sui suoi fogli lasciando che la penna o una tastiera facciano il resto.

Dopo il successo di La piramide del caffè (Mondadori, 2013), si catapulta in una nuova città da vivere e ascoltare, una città che non si lascia visitare ma che è essa stessa in grado di scoprirti e travolgerti: Marsiglia.

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

Ed è la stessa voglia di scoperta che si mette in gioco fra le prime righe di I colori dopo il bianco, assieme alla già citata città di Marsiglia e a Silke, una giovane ragazza di Innsbruck.

Silke è stanca, stanca del grigio, dell’ordine maniacale, del rigore e dell’austerità della sua città natale. Allo stesso modo è stanca della sua famiglia, gelida, abituata alla ricchezza e resa ostaggio di abitudini dentro le quali Silke non riesce più a sopravvivere.

Tutto ciò di cui sente il bisogno è la vita, il sole, i colori e il mare, per tutto questo sceglie Marsiglia dove quale tenterà di costruire un nuovo nido e nuove abitudini.

Rinascere dal caos. “I colori dopo il bianco” di Nicola Lecca

Non le importa se le mancano i soldi, non le importa se la sfarzosa casa di famiglia diventa a Marsiglia un mini appartamento, non ancora donna Silke decide di essere tutto questo e di vivere senza norme, alla ricerca di un vero significato e di se stessa.

Nicola usa una scrittura, semplice e scorrevole ma ricercata. Non esistono parole lasciate al caso e ogni passaggio è descritto in modo tale da rendere tangibile ogni attimo vissuto dai protagonisti. In questo modo l’autore tesse attorno alla nuova vita di Silkeuna ragnatela di incontri e scontri, un susseguirsi di sfide, intoppi e piccole vittorie, una metaforica stradina di mattoni gialli che una Dorothy di nuova generazione dovrà attraversare scalza.

Le scarpette rosse e brillanti sono state gettate in mare, ripudiate in favore di calze colorate e un cielo azzurro.

In questo nuovo mondo Silke non sa più che farsene dell’opinione altrui, scopre che la ricchezza non si calcola attraverso i numeri di un conto corrente ma si vive e si trasforma, ogni giorno che passa la rende più ricca e meno sicura, ogni certezza lascia spazio a una verità che finisce per traboccare da ogni dove:

«Il destino non esiste. Non c’è. É un’invenzione. Il destino sei tu. É ciò che vuoi: ciò che desideri».

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

Il “tutto” che la circonda è in grado di attirarla, sconvolgerla e spaventarla al tempo stesso.

Marsiglia è affasciante ma terribilmente diversa da Innsbruck che agli occhi del lettore diventa l’emblema dell’ordine, del rigore e dell’efficienza.

Cosa sia meglio fra rigore e caos l’autore Nicola Lecca non lo dice, lo mostra attraverso la vita stessa di Silke e I colori dopo il bianco diventa piano piano una finestra sul mare di Marsiglia, sui suoi colori, sulle vecchie signore piene di gatti, sulla vita di malviventi mangiatori di fuoco e altri iconici personaggi, così singolari e così autentici.

Rinascere dal caos. “I colori dopo il bianco” di Nicola Lecca

Con I colori dopo il bianco e la vita di Silke, l’autore non si scosta molto da quell’impronta filosofica ed emotiva già testimoniata con due saggi filosofici pubblicati in olandese dal Nexus Institut di Tilburg.

Dalle pagine affiora una luce che proviene dalla sua stessa vita, dal suo amore per la ricerca, la scoperta e l’avventura. Questo romanzo è in effetti unaricerca di se stessi nel senso più autentico e pericoloso, un tuffo nell’oblio, in un mondo sconosciuto, sia esso interiore o esteriore.

All’ultima pagina la Silke delle origini non esiste più, sostituita dal risultato di mille vite vissute l’una dentro l’altra, in un caleidoscopio di colori ed emozioni.

Un viaggio che deve essere letto e vissuto e che, probabilmente, finirà per portare anche il lettore a Marsiglia, forse non a viverci ma di sicuro a visitarla, a scoprirla o meglio… a farsi scoprire.

ConI colori dopo il bianco Nicola Lecca conferma ancora una volta il suo stile, delicato, poetico e in costante crescita.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.5 (2 voti)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.