Corso online di Scrittura Creativa

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Corso online di Editing

Corso SEC - Scrittura Editoria Coaching

Rapporto Censis: meno dell'80% degli italiani possiede la licenza media

Rapporto CensisÈ datato 6 dicembre il 47° Rapporto Censis sulla situazione sociale italiana; al suo interno, interessa qui in particolare il capitolo "processi formativi", per l'implicazione che potrebbe avere sulle politiche del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e, in generale, per il rapporto con i dati di diffusione della cultura nel nostro Paese.

La fotografia è molto preoccupante. Per chi conosce la storia della scuola, il dato del 56,2% di ultrasessantenni senza licenza media non fa poi molto scalpore; più significativo è che il 21,7% della popolazione di più di quindici anni possiede la licenza elementare (titolo che peraltro oggi non esiste più) come titolo massimo. E non si tratta solo degli anziani; scorporando i dati per fasce d'età, infatti, si trova un 2% tra i 15-19enni (che non possiedono quindi nessun titolo di studio), l'1,5% tra i 20-24enni e il 2,4% tra i 25-29enni; la percentuale tende poi a salire con il progredire della fascia d'età. Dati simili si ricavano, è evidente, se si va a vedere quanti non hanno la licenza media: il 23% degli occupati.

Il legame con l'occupazione, secondo i dati del Censis, è molto stretto: i dati che collegano basso titolo di studio, problemi di ricerca di un'occupazione e scarsa propensione all'ulteriore formazione sono molto simili.

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Issuu e Pinterest]

La situazione può essere drammatica oppure no, a seconda dei punti di vista; certo se confrontati con i tassi di alfabetizzazione di certi Paesi dell'Africa o del Sud dell'Asia non c'è paragone, ma non è esattamente questo il metro con cui dovremmo giudicare il tasso di istruzione di un Paese che fa parte del G8. A livello culturale si spiega così, senza bisogno di parole ma solo con l'evidenza dei numeri, la scarsissima diffusione della lettura soprattutto presso gli adulti, come pure la scarsa propensione ad andare a teatro o, semplicemente, al cinema. E non si tratta, dunque, solo di un problema economico.

Il tuo voto: Nessuno Media: 3.3 (3 voti)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.