Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Corso online di scrittura creativa

Corso online di editing

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Rapporto Annuale Federculture 2013: grandi eventi a parte, il quadro è desolante

Rapporto FedercultureDel fatto che in Italia, a ogni livello, si sappia valorizzare pochissimo la cultura abbiamo parlato varie altre volte. L’ennesima conferma arriva dal Rapporto Annuale Federculture 2013, presentato lunedì alla Camera dei Deputati, nella Sala della Regina di Montecitorio, e in diretta web. Si legge sempre meno, e questo si sapeva, ma si partecipa anche con sempre meno entusiasmo, spiega la Federazione delle Aziende e degli Enti di gestione di Cultura, Turismo, Sport e Tempo libero, agli eventi culturali del territorio.

Come emerge dalla ricerca annuale che Federculture, nata nel 1997, pubblica dal 2002, quattro italiani su dieci, nell’anno appena concluso, non hanno partecipato ad alcun evento culturale. Rispetto al 2012, assieme ai molti nostri connazionali che hanno saputo tenersi a debita distanza da qualsiasi stringa di lettere superiore al “mi piace” di un social network chiudendo l’anno senza leggere neppure un libro (qui pare siano addirittura 57 ogni 100), aumentano così anche coloro che sono riusciti a non aprire porte di musei, cinema, teatri e auditorium.

Così martedì, oltre agli strali della Presidente della Camera, Laura Boldrini, sui giornali si sprecavano titoli come Italiani, ignoranti per vocazione, Gli italiani sempre più poveri e meno colti o Beni culturali: bollino rosso da Federculture. Titoli di sensazione, contrastati solo dai dati degli eventi più famosi e pubblicizzati, insomma, dal solito marketing che, volenti o nolenti, anche in tema culturale ci guida. Così che tra le mostre più visitate del 2013 c’è la Biennale, che ha portato a Venezia 475 mila persone e, a distanza siderale, il cinese Zhang Huan, che ha portato a Firenze 208 mila visitatori, e Tiziano, ammirato da 204 mila paia d’occhi alle Scuderie del Quirinale a Roma (tutte le altre ben al di sotto delle 200 mila visite).

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Issuu e Pinterest]

Continuiamo a stupirci, ma la disaffezione italiana per la cultura va di pari passo con il calo degli investimenti (pubblici e privati) rivolti al settore e dell’offerta, senza che si riesca a capire quale dei due venga prima. Così il budget del Mibact, il Ministero dei beni culturali e del turismo, si è ridotto di quasi 1 miliardo di euro in dieci anni, nonostante l’aggiunta del settore turismo, appunto (oggi è di 1,5 miliardi, pari allo 0,20% del bilancio dello Stato). E le previsioni per il triennio 2014-2016 parlano di un ulteriore calo. Secondo alcuni, lo Stato dovrebbe favorire la crescita dell’offerta e la fruizione della cultura, ma chissà, visti i dati del Rapporto Federculture, forse hanno davvero ragione loro.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4 (1 vote)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.