Come leggere un libro

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Perché è importante leggere

Rapporti familiari messi a dura prova. “In verità” di Dario Buzzolan

Rapporti familiari messi a dura prova. “In verità” di Dario BuzzolanDal 10 marzo troviamo, nel mondo editoriale, una piacevole e sorprendente novità. È l'ultimo romanzo di Dario Buzzolan, In verità, per la collana Narrative di Mondadori. L'autore, a distanza di due anni dal suo ultimo libro (La vita degna, Manni editore) ci regala un testo di grande mole (468 pagine) la cui lettura scorre senza problemi grazie a una storia avvincente e a una scrittura di tutto rispetto.

Siamo nella città di Cernedo, profondo Nord Italia.

La famiglia Trovato, proprietaria delle Manifatture Stella dal 1968, azienda di orologeria di altissima qualità, vede recapitarsi, improvvisamente, una cartella esattoriale da ben due milioni di euro. Ruggero Trovato, proprietario della ditta insieme al figlio maggiore Pietro e al minore Nicola, anche se quest’ultimo relegato a semplice azionista, si ritrova d’un tratto nel baratro. Da qui, si sviluppa un grande romanzo corale, in cui ogni protagonista ha un ruolo importante nella storia.

 

Vuoi conoscere potenzialità e debolezze del tuo romanzo? Ecco la nostra Valutazione d’Inedito

 

A cercare di salvare l'azienda arriva, in un primo momento, la LiebenKraft Company, multinazionale svizzera-inglese che vorrebbe acquisirla, e per il compito viene incaricata la dottoressa Amelia Rossano, del settore acquisizioni. Man mano che la narrazione procede entrano in gioco nuovi personaggi. Troviamo infatti il ricchissimo calciatore Hamidi Paolo Illica, che avrà ruolo cruciale nella vita di Tommaso Quadri, altro importante componente della LiebenKraft nonché amante di Amelia. Lucia, moglie di Ruggero, donna pacata che ha sempre sopportato e supportato la famiglia, benché abbia intrapreso una corrispondenza tramite e-mail con uno sconosciuto, al quale parla, sfogandosi, di ciò che accade, per tentare di scappare, almeno con la mente, da quella vita che ormai non le appartiene più. C’è Faatina, una migrante di soli dieci anni a cui, in una soleggiata mattina, Tommaso Quadri rompe il polso, scatenando così la cosiddetta "guerra di Cernedo" da parte dei migranti che popolano la zona della cittadina. Ogni evento ne scatena un altro, in un vortice di vicissitudini e conseguenze che cambieranno, in bene o in peggio, la vita dei protagonisti.

Le vicende si alternano capitolo per capitolo, riprese da più punti di vista. Ci immergiamo così nella vita, nei pensieri e nei comportamenti di ognuno dei personaggi del testo. Salvare le Manifatture Stella, nota impresa italiana avviata nel dopoguerra, resta l'obiettivo e il background principale di tutto il romanzo. Ma, sebbene sia questo lo scopo di tutti, dietro vi si celano molti segreti e, soprattutto, azioni opinabili. Dietro il benevolo comportamento di ognuno, infatti, si nascondono storie di invidia, riscatto, amori. La famiglia Trovato appare, agli occhi dei cittadini, esemplare e unita. Ma ciò che troviamo al di là dell'apparente armonia familiare verrà gradualmente a galla, con colpi di scena e individui che ribalteranno la situazione.

Rapporti familiari messi a dura prova. “In verità” di Dario Buzzolan

Il titolo del romanzo è esplicativo, perché in verità le cose non sono esattamente quelle che si vedono. Tutti i personaggi del romanzo soffrono di un malessere mal celato, che viene a galla a causa delle diverse circostanze che si susseguono, avvinghiandosi. Tensioni familiari mai risolte, segreti, nevrosi, attacchi d’ira, rabbia verso il "diverso", tradimento.

Dario Buzzolan ci immerge in quei temi caldi che risiedono in ogni famiglia, pur celati egregiamente. Ci illustra come l'uomo possa cambiare dall'oggi al domani, quando una causa scatenante lo induce, anche irrazionalmente, a compiere gesti dei quali si pentirà. O forse no, come accade a Pietro Trovato, convinto di aver fatto il giusto nonostante abbia picchiato una ragazzina di dieci anni. O come accade a Ruggero, leader dell'azienda che rinuncia a salvarla, e anzi tenta addirittura di distruggere il capannone perché oramai "tutto è perduto". Dal romanzo emerge chiaramente l'indole malefica dell'uomo, che attanaglia, chi più chi meno, tutti i membri del racconto. Dai segreti e dalle questioni familiari viene fuori tutta la rabbia della famiglia Trovato. Una rabbia e un’insofferenza che negli anni non si sono assopite. Al contrario, hanno incentivato altre questioni, avviando una catena di vicissitudini che porterà alcuni dei protagonisti in un baratro senza possibilità di salvezza.

Rapporti familiari messi a dura prova. “In verità” di Dario Buzzolan

Ma, nonostante l'insofferenza che fa da sfondo all'intera narrazione, si trovano anche personaggi, come Lucia, che hanno il coraggio di dare una svolta alla propria vita, seppur dopo sofferte e lunghe decisioni.

In veritàè un romanzo corale che sprigiona potenza lungo tutto il corso della narrazione. Diversi sono i colpi di scena. Indubbiamente intrigante è l’addentrarsi nella mente di ogni personaggio. I titoli dei capitoli, delle vere e proprie frasi esplicative, rimandano immediatamente al Candido di Leonardo Sciascia, introducendoci alla perfezione nelle vicende trattate.

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

Con quest’opera, Dario Buzzolan si riconferma autore di grande spessore, trattando di segreti e questioni irrisolte che attanagliano anche le famiglie perfette. O almeno, in apparenza. Una normalità solo illusoria.

Un libro adatto a tutta la famiglia e che offre un grande spunto di riflessione per confrontarsi alla fine della lettura.


Per la prima foto, copyright: Sandy Millar su Unsplash.

Per la terza foto, la fonte è qui.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 vote)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.