Interviste a scrittori

Curiosità grammaticali

Conoscere l'editing

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Quei sentimenti che proviamo a reprimere. “Lungo la strada” di Herman Bang

Quei sentimenti che proviamo a reprimere. “Lungo la strada” di Herman BangPuntata n. 112 della rubrica La bellezza nascosta

 

«Ed ora eccola lì, sola e abbandonata. Katinka si sentì stringere il cuore e le prese le mani tra le sue, carezzandole dolcemente. A queste effusioni la vecchietta pianse ancora di più. Katinka continuò a carezzarle le mani. Le ultime candeline si erano spente e l’albero di Natale era piombato nell’oscurità più fitta.»

 

Si resta imbrigliati dentro percorsi che ci siamo scelti senza nemmeno farci troppo caso, vite che ci appartengono da lontano, vite dentro cui ci sentiamo stretti e dalle quali spesso non possiamo staccarci. Il tempo passa veloce e quello che stava per accadere è già accaduto anche se nessuno ce l’aveva detto che lo specchio ci avrebbe restituito il primo capello bianco così in fretta, la prima ruga e la seconda e la terza; perché nessuno era stato così accorto da raccontarci tutta la verità.

Quei sentimenti che proviamo a reprimere. “Lungo la strada” di Herman Bang

E dentro queste esistenze che somigliano a nature morte, arriva, può arrivare d’improvviso, qualche cosa capace di scuotere le fondamenta, qualcosa che riesce a essere al contempo caldo e freddo, bene e male, salvezza e crocifissione.

 

Vuoi conoscere potenzialità e debolezze del tuo romanzo? Ecco la nostra Valutazione d’Inedito

 

Herman Bang è nato in Danimarca nel 1857 ed è morto negli Stati Uniti nel 1912, Lungo la strada è stato pubblicato in Italia da Federico Tozzi editore, con la traduzione a cura di Eva Kampmann.

Katinka è la moglie di un capostazione. Lei è giovane e bella e vive in un piccolo paese dove tutti si conoscono e tutti si scrutano. Conduce un’esistenza serena e monotona fin quando non capita in città Huus, il nuovo fattore.

«Ormai le visite di Huus si erano fatte molto irregolari. Capitava che si presentasse due volte nella stessa giornata, ma non faceva in tempo ad accomodarsi nel bersò che doveva rimontare a cavallo. Poi passava mezza settimana senza che si facesse vedere alla stazione.»

Quei sentimenti che proviamo a reprimere. “Lungo la strada” di Herman Bang

La figura di Katinka è perfettamente tratteggiata dalla scrittura di Bang, questa donna che possiede una tristezza arcaica, recondita, una tristezza che non vuole disturbare né creare disordine, ma che ci mette un attimo per arrivare in superfice per prendere fuoco come una pozza di petrolio e diventare incendio.

 

LEGGI ANCHE – Tutte le puntate di La bellezza nascosta

 

Lungo la strada è un romanzo che scava dentro le solitudini e nelle voglie che tentiamo di reprimere, un libro sui sentimenti che proviamo in tutti i modi ad affossare e che invece tornano sempre con maggiore prepotenza. Una storia di voglie e di movimenti composti, di tentazioni e tentativi, di segreti che vorrebbero voce e che, invece, posseggono solamente gesti delicati, spostamenti del corpo che raccontano di emozioni che si amalgamano e che pretendono di respirare.

«L’autunno arrivò coprendo i campi con malinconici veli di nebbia. Il cielo basso sovrastava giorni che scorrevano furtivi nella semioscurità da una notte all’altra. – Deve darsi una scossa, cara signora, - le disse il giovane dottore, deve tirarsi su. – Sì, dottore. – E camminare, fare un po’ di moto. È completamente priva di forze. – Va bene dottore, le prometto che camminerò.»

Quei sentimenti che proviamo a reprimere. “Lungo la strada” di Herman Bang

Bang ci mostra i personaggi senza indugiare a lungo in introspezione e lascia al lettore il compito di comprendere, di capire che cosa accade all’interno, di studiare i dialoghi e di farsi domande; perché Lungo la strada è un romanzo che invita ai punti interrogativi, e la maggior parte delle volte restano senza risposta, perché sono pagine che somigliano alla vita e la vita è priva di parole atte a dare spiegazioni compiute.

«Katinka ascoltava distratta: conosceva l’argomento e annuiva in silenzio. Ma a poco a poco divenne partecipe di quell’amore estraneo: ne conosceva ogni particolare, ogni turbamento. E li condivideva, quasi che fossero suoi. Del resto, non si parlava mai d’altro.»

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

C’è un dolore sotterraneo, è quello che ci nasce nel petto quando vorremmo qualcosa e al contempo abbiamo la consapevolezza che quel qualcosa non lo potremmo mai avere; questo dolore somiglia al veleno, a un veleno a rilascio lento che con il tempo, molto tempo, ci fa diventare dei fantasmi.


Per la prima foto, copyright: Dmitry Schemelev su Unsplash.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (4 voti)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.