Perché è importante leggere

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come leggere un libro

Quando la poesia regala domande. “Pallottoliere celeste” di Maria Luisa Spaziani

Quando la poesia regala domande. “Pallottoliere celeste” di Maria Luisa SpazianiPuntata n. 85 della rubrica La bellezza nascosta

 

«Incarnare il mio tempo in altra forma/è stato amarti, trarre dal silenzio/musiche solo mie. Intorno, il mondo/era un niente, un funambolo, un assurdo.

Vivevo in una bolla sfavillante/di saggezza e piaceri inesauribili.

In quella bolla un giorno rinchiudetemi/(non dentro un legno) per l’eternità.»

 

I temi principi della vita umana si ripetono all’infinito e appaiono come fantasmi, come spettri che non riescono in alcun modo a trovare pace. Sono l’amore, il tempo, la morte, la caducità del percorso umano. Sono chiodi affissi in una parete, sono come spine che si infilano sottopelle, ma spesso lo fanno con grazia, con lentezza, e ci accorgiamo del dolore solo quando ormai è troppo tardi.

 

Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di Editing

 

Quello che conta resta ben fissato tra il giorno in cui veniamo al mondo e il giorno in cui il mondo lo abbandoniamo, a loro modo entrambi i movimenti sono come cadute verticali in voragini in cui il fondo non si vede. La nostra vita scorre via con l’illusione costante del controllo, controllo sugli oggetti, tentativo di controllo sugli eventi, controllo su noi stessi. Questa è la più grande bugia che ogni giorno riusciamo a raccontarci, ed è anche la menzogna che prima di tutte si svela fino a restare nuda, fino a farci male.

Maria Luisa Spaziani è nata a Torino ed è morta a Roma il 30 giugno 2014. Pallottoliere celeste è stato pubblicato da Mondadori.

Quando la poesia regala domande. “Pallottoliere celeste” di Maria Luisa Spaziani

I temi cari a Maria Luisa Spaziani fluiscono agili e veloci in questa raccolta di poesie inedite, ritroviamo gli echi delle sue ossessioni come lo scorrere del tempo, la fragilità della vita, l’amore; ritroviamo le sue città: Roma e Torino; ma soprattutto è ben presente la sua voce, chiara, limpida, potente.

«Vienimi almeno in sogno se non potrai di più.

Ricorda la promessa: io ti sarò vicina/oltre lo spazio e il tempo. Era un’ipotesi/in quei giorni la morte. Vienimi in sogno e stringimi le mani/con quel tepore a nessun altro uguale.

Non dormo. È quasi l’alba per la prima/volta tu manchi a una promessa.»

 

C’è la sofferenza nella poesia di Spaziani e c’è la delicatezza, c’è una massa che prende forma e viene modellata con le parole. Questa raccolta di poesie sembra un sussurro, sembra una mano che si apre e tenta di darti una carezza. I temi che si susseguono sono, come già detto, il tempo e la sua irrefrenabile corsa, l’amore, l’amore sofferente e l’amore che salva, e la morte e poi la vita.

«Il ferragosto è un braccio del Mar Morto.

Un elefante ci morì, schiacciato/da un quintale di sale sul dorso.

Qui il silenzio è il mio sale, non si sente/rumore di persiane o di TV. Mi aggiro con movenze da elefante/senza slanci, programmi o desideri.

Sogno un cane che abbai. Un mese/fa per questo litigavo coi vicini.»

 

LEGGI ANCHE – Tutte le puntate di La bellezza nascosta

 

Lo stile di Maria Luisa Spaziani, la sua maestria, la sua sapienza nel maneggiare le lettere, la sua arte nell’incollarle e nel farle diventare parole sono ciò che rende ricco e splendente questo libro; non esistono sbavature, non esistono esitazioni, c’è solo la voce fulgida e potente di una poetessa che ha diviso la vita in miliardi di parti e ha cercato di donare a ogni piccolo pezzettino la rilevanza che merita.

«Quando tre mesi prima di Natale/suona per le radici l’inizio della ritirata,/forte le foglie si aggrappano ai rami/pur sapendo che è inutile. Così il prigioniero che ha scavato/per tre mesi quel tunnel di salvezza,/sente la voce odiosa del piantone:/domattina c’è il cambio di cella.»

Quando la poesia regala domande. “Pallottoliere celeste” di Maria Luisa Spaziani

C’è tutta la saggezza della memoria, tutta la forza del movimento umano, quello fatto di carne e fiato e sudore; c’è, in questo libro, il succedersi dei giorni, ci sono le notti livide e l’accadere delle stagioni, i colori che si sciupano con l’inverno e i toni caldi di un’estate, una tra tante.

Maria Luisa Spaziani scava a fondo, scende nell’abisso per cercare una personale comprensione del mondo, e poi torna in superficie, portandoci in dono i suoi significati, i suoi perché, i suoi dubbi e le sue domande.

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

Prova così a raccontarci il suo senso, con queste poesie ci regala una testimonianza lucia e solida di ciò che è un poeta, di ciò che fa un poeta, di ciò per cui vive un poeta, che resta nella vita per dare una mano affinché aumentino le domande, e, di conseguenza, diminuiscano le risposte.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.5 (2 voti)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.