Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Come realizzare i propri desideri. I consigli di Bruce Lee

14 scrittori famosi e le loro ultime parole

Quando l’attrazione vince su tutto. “La trappola” di Delfino Cinelli

Quando l’attrazione vince su tutto. “La trappola” di Delfino CinelliPuntata n. 30 della rubrica La bellezza nascosta

 

«Come da quel seccherello, da quella spilungosa malsana, fosse fiorita questa bella ragazza, era uno dei misteri dell’eredità, segreti della necessità che ha la vita di sgorgare quando scocca la sua ora, per la quale pare che evolva a casaccio le sue più belle forme. La madre, la vinaia, diceva che era stato il mare di quell’estate, a Viareggio.»

 

Le attrazioni sono elementi vivi, che non conoscono regole e restano silenti fin quando poi una piccola scintilla non incendia, e da quel momento potrebbe essere quasi impossibile tenersi al riparo dal fuoco. Due corpi che percepiscono appartenenza posseggono una forza brutale, e inizia a instaurarsi un meccanismo primordiale dove le regole della correttezza vengono a mancare, e dove vale tutto: l’inganno, la gelosia, e ogni sorta di imbroglio.

Nel gioco, vecchio come il mondo, della conquista, possono entrare altri fattori, possono emergere sentimenti nascosti e reconditi e vengono fuori strategie di sopravvivenza, dove ciò che conta è, alla fine, la propria dignità.

 

Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di Editing

 

Capita che tra due persone che si desiderino ci possa essere un ostacolo, o più impedimenti, e spesso questi ostacoli sono altre persone, magari un marito, una moglie, talvolta un amico; ed è proprio in questi momenti che viene fuori tutta la natura primitiva dell’essere umano che, per venire incontro ai propri istinti, finisce di riconoscere gli altri come essere umani, iniziando a vederli come fossero oggetti, come fossero pedine di una scacchiera da manovrare.

Quando l’attrazione vince su tutto. “La trappola” di Delfino Cinelli

Delfino Cinelli è nato a Signa nel 1889 ed è morto a Siena nel 1942, il suo romanzo La trappola è stato pubblicato nuovamente, in Italia, dopo molti anni, dalla casa editrice Divergenze.

Siamo nell’entroterra toscano, e seguiamo le vicende del marchese Paolo Mortarelli, giovane uomo annoiato e in cerca di diversivi; con Paolo iniziamo a conoscere il suo guardiacaccia Stefano. Nelle giornate tranquille dei due capita l’incontro con Armida, giovane donna fiorentina, moglie dell’oste del paese, Pulce. E inizia così una storia nella storia, quella di Paolo e della sua attrazione per Armida e quella di Stefano e Pulce, due uomini che si trovano ad avere un conto in sospeso.

«Forse per nascondere la sua confusione, appena rimasero soli, l’Armida si mise in un incavo del muro nel quale si apriva una feritoia, fortunatamente così alta dal pavimento che non poteva vedere che il cielo, e non in giù. Paolo, che se l’avesse vista in viso non avrebbe probabilmente potuto liberarsi da quel riserbo che l’aveva preso a sentirsi solo con lei, poteva formulare liberamente cento progetti di seduzione, i quali cominciavano tutti ad un modo: avvicinarsi pian piano e cingerle la vita.»

 

LEGGI ANCHE – Tutte le puntate di La bellezza nascosta

 

Delfino Cinelli usa una lingua musicale, dove ogni frase possiede il ritmo giusto; il romanzo è una lenta costruzione che sortisce un effetto pregevole; l’intera trama non possiede sbavature e ogni personaggio ha una psicologia magistralmente delineata.

Quando l’attrazione vince su tutto. “La trappola” di Delfino Cinelli

Le parole con le quali Cinelli ci conduce in questa “trappola” sono sempre piene di un richiamo antico, e ci portano in dote il profumo dei classici; era, il nostro Cinelli, una firma del «Corriere della Sera» e ha collaborato alla prima traduzione dei racconti di Edgar Allan Poe insieme ad Elio Vittorini.

«Aveva paura: paura del buio, paura della luce, paura che la vedessero fuori per la strada, che la seguissero: si vedeva al cancello della villa mentre i cani abbaiavano dietro le sbarre e dietro di lei sentiva Faìlle e gli altri che la deridevano, la svergognavano! Poi aveva paura, aveva paura di Pulce. La prese un gran freddo, un tremito che la scoteva tutta, e la faceva battere i denti, un tremito di febbre terzana.»

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

Quando l’attrazione vince su tutto. “La trappola” di Delfino Cinelli

Spesso si seguono gli istinti senza tener conto delle possibili conseguenze, come se anni di evoluzione venissero improvvisamente annullati dall’attrazione scostumata verso un altro corpo; e in quei momenti tutto ciò che si riesce a pensare è in quale modo, in che maniera si possa possedere quella carne, quel corpo, si possano baciare quelle labbra.

Ma la vita, prima o poi, torna con prepotenza a immergerci nella realtà, recapitandoci lo scotto di tutte le azioni distratte che abbiamo compiuto; ci sono dei momenti in cui nella nostra testa riesce a sopravvivere un solo pensiero che diviene ossessione ma, quando quel pensiero passa o sfiorisce, accorgerci di quello che ci siamo lasciati dietro e della distruzione che abbiamo potuto compiere su noi stessi è come una doccia gelata che ci costringe a fare i conti poi con ciò che è rimasto di noi.


Per la prima foto, copyright: Anete Lūsiņa.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (3 voti)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.