Perché è importante leggere

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Come leggere un libro

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Quando il romanzo è postumo

Romanzi postumiSi è parlato molto ultimamente dell’uscita postuma di opere di J.D. Salinger. A partire dal 2015, e fino al 2020, saranno pubblicati almeno cinque romanzi inediti dell’autore de Il giovane Holden. Si vocifera anche di una possibile ricomparsa dell’ormai mitico Holden Caulfield, a oltre sessant’anni dall’uscita di The Catcher in the Rye (1951). Lo schivo Salinger andrebbe così ad aggiungersi al nutrito club degli scrittori con romanzi postumi, tra cui ricordiamo:

1. Poesie, di Emily Dickinson
Reginetta della fama postuma, le opere della poetessa americana furono quasi interamente pubblicate dopo la sua morte (1886).

2. Northanger Abbey, di Jane Austen
L’opera meno conosciuta della Austen fu venduta al suo editore nel 1803 per dieci sterline, ma non fu pubblicata fino al 1818 quando, dopo la morte della scrittrice (1816), uscì insieme a Persuasione.

3. Il maestro e Margherita, di Mikhail Bulgakov
Bulgakov bruciò l’abbozzo del manoscritto e impiegò quasi dieci anni per riscriverlo. Lo finì un mese prima di morire (1940). Censurato per molti anni, Il maestro e Margherita fu pubblicato solo nel 1967.

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Issuu e Pinterest]

4. Il primo uomo, di Albert Camus
L’opera fu trovata incompleta dentro l’abitacolo dell’auto in cui Camus morì nel 1960. Sua figlia la pubblicò nel 1994.

5. Bouvard et Pécuchet, di Gustave Flaubert
Flaubert la reputava la sua opera più importante, ma quando fu pubblicata postuma nel 1881 non ottenne neanche lontanamente il successo di Madame Bovary e de L’educazione sentimentale.

6. Maurice, di Edward Morgan Forster
L’aveva scritto nel 1913 e tenuto nascosto per sessant’anni questo romanzo sull’omosessualità pubblicato nel 1971, l’anno dopo la sua morte.

7. L’originale di Laura, di Vladimir Nabokov
Nabokov ci stava lavorando quando morì nel 1977. La sua richiesta di distruggere il manoscritto alla sua morte non fu rispettata dal figlio, che lo pubblicò nel 2009.

8. Il re pallido, di David Foster Wallace
Il romanzo-testamento dello scrittore suicida, pubblicato incompiuto nel 2011.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4 (1 vote)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.