In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Corso online di scrittura creativa

Corso online di editing

Quando il caso scuote le nostre vite. “Aspettando Monsieur Bellivier” di Britta Rostlund

Quando il caso scuote le nostre vite. “Aspettando Monsieur Bellivier” di Britta RostlundIl titolo italiano ricorda un capolavoro della letteratura francese. E fa bene. Aspettando Monsieur Bellivier è un delizioso insieme di narrativa, riflessioni filosofiche sulla vita, sottigliezze, ironia e suspense. È il primo romanzo di Britta Rostlund, giornalista svedese freelance che da oltre quindici anni aggiorna i principali canali mediatici svedesi con le ultime vicende parigine in materia di politica, cultura e moda. In Italia, il romanzo è uscito per Marsilio, nella traduzione di Laura Cangemi.

Difficile parlare del libro senza rischiare di anticipare troppo togliendo così le tante sorprese dedicate al lettore e racchiuse tra le pagine di questo frizzante romanzo. E la difficoltà è data dall’armonioso intreccio che fa nascere uno spirito da detective nel lettore, per poi giocare con lui.

 

Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di Editing

 

Preservando intatta la sorprendente dinamica dei fatti, un indizio è fornito dal titolo originale che cita Montmartre. Infatti, tutto accade a Parigi. A Montmartre. Secondo la geografia di Mancebo, il droghiere tunisino che da trent’anni a questa parte fornisce di verdure, di frutta e di olive in barattolo tutti gli habitué e gli avventori del Boulevard. Segue ritmi precisi e ben scanditi. Si alza presto al mattino per andare al mercato e acquistare i migliori prodotti per i suoi affezionati clienti, ritorna presto in negozio, apre e lavora per tutto il giorno di buona lena. A fermarlo è il profumo del pranzo che arriva dal primo piano, dove la moglie Fatima e Adele, la moglie di Tarig, il cugino, preparano manicaretti da far venire l’acquolina in bocca. Poi, nel pomeriggio, poco prima di aprire, c’è il pastis da Fraçoise, e di nuovo il lavoro nel negozio. Vive con il pilota automatico inserito, Mancebo. E non lo sa neanche. Lo scopre quando una certa Madame Cat si presenta in negozio, in orario di chiusura, per comprare un barattolo di olive. E, non senza esitazioni, per proporre un incarico al droghiere. Basta questo dettaglio per risvegliare Mancebo da un lungo letargo o da una morte prematura dello spirito.

Quando il caso scuote le nostre vite. “Aspettando Monsieur Bellivier” di Britta Rostlund

Non lontano da lì, nel quartiere degli affari, c’è una giornalista depressa che passa i giorni in cerca di uno scoop, di un qualcosa che la possa riportare alla vita, al desiderio di vivere. Ha un figlio, per cui la sopravvivenza è assicurata. È la voglia di vivere appieno che le manca. È questa le piomba addosso quando meno se lo aspetta e sotto una forma insolita. Ma efficace.

Si riduce tutto a una semplice domanda. Aspetta Monsieur Bellivier? Di primo acchito, la donna risponde di no. Poi continua a osservare l’uomo e decide di mentire. Sì, sta aspettando Monsieur Bellivier. L’uomo non pone altre domande, ma le illustra l’incarico che Monsieur Bellivier le sta affidando. Un lavoro insolito, in poche parole. O forse neanche più di tanto. Misterioso, questo sicuramente. E, al contempo, capace di smuovere la giornalista dal suo letargo emotivo.

Quando il caso scuote le nostre vite. “Aspettando Monsieur Bellivier” di Britta Rostlund

Grazie a questa nuova avventura, la donna scoprirà, per esempio, che gli scacchi «sono il gioco più nobile in assoluto, persino più del calcio. Sai perché? […] Perché è tutto bianco o nero. Come nella vita. E vince uno solo, il bianco o il nero. Come nella vita. La vittoria è stabilita da tutte le mosse insieme, piccoli passi, come nella vita. E viene offerta più di una possibilità. È naturale sbagliare. È umano commettere un errore di valutazione, o anche due… ma se lo si fa più e più volte si finisce per perdere».

Due esistenze misere vengono scosse dal caso e obbligate a trasformarsi da passive in attive. E, ciascuna di loro, a modo suo, lo farà.

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

Lo stile del romanzo è fresco, incalzante, scorrevole. Ironico. Aspettando Monsieur Bellivier lo si divora, pagina dopo pagina, come le ciliegie. Ci si appassiona alla vita di Mancebo e anche alla svolta che questa prende, così di punto in bianco. Lo stesso accade con la giornalista e i suoi tormenti narrati in prima persona, che si differenziano dai capitoli dedicati al droghiere in terza persona. E, anzi, tante riflessioni della giornalista non possono essere che asserzioni dalla forte valenza esistenziale. Dice, infatti: «Tutti noi facciamo cose che non capiamo, senza sapere a cosa porteranno, e tutti noi svolgiamo lavori insensati. In verità, siamo tutti alle dipendenze di Monsieur Bellivier».


Per la prima foto, copyright: Clem Around The Corner.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4 (1 vote)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.