Perché è importante leggere

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Come leggere un libro

Quali libri vi hanno spaventato di più?

SpaventoDizionario alla mano, alla voce “paura”, troviamo scritto, tra le altre cose: «sensazione di forte preoccupazione, di insicurezza, di angoscia che si avverte in presenza o al pensiero di pericoli reali o immaginari». Ogni lettore onnivoro che si rispetti avrà letto in vita sua almeno un libro in cui ha trovato qualcosa che l’ha inquietato o spaventato, un elemento, frutto dell’immaginazione di un altro uomo, che ha colpito la nostra e non si fa dimenticare.

Qualcuno, su YouTube, si è chiesto perché ci sono delle cose “spaventose” e perché sono tali, e noi invece vi chiediamo: quali libri vi hanno spaventato di più? Non solo i libri incasellati, qualche volta anche a sproposito, nella categoria “horror”: anche in testi apparentemente di tutt’altro genere, si può nascondere l’inquietante, il rimosso, il perturbante.

Ecco alcuni esempi, in ordine sparso, di romanzi e racconti che, in tempi più o meno lontani, mi hanno procurato qualche brivido.

 

Insomnia di Stephen King

Perché le tre Moire non sono state mai così vive e reali; e se cominci a vedere dei fili che vengono fuori dalle persone, è il segnale che qualcosa non sta proprio andando per il verso giusto.

 

Grotesque di Patrick McGrath

Perché racconta con straordinaria lucidità una paura forse non troppo comune, quella di rimanere “intrappolati” all’interno del proprio corpo.

 

L’estate dei morti viventi di John A. Lindqvist

Perché ci vogliono delle capacità fuori dal comune, per parlare di morti che ritornano dal loro viaggio senza ritorno, per chiedere di essere ammessi di nuovo nella società.

 

Racconti di Edgar Allan Poe

Un manuale ancora fondamentale per chi intenda scrivere qualcosa che si voglia anche solo avvicinare a un racconto dell’orrore, o del terrore, che non è la stessa cosa.

 

E a voi? Quali libri vi hanno spaventato di più?

[Seguiteci su FacebookTwitterGoogle+Issuu e Pinterest]

Il tuo voto: Nessuno Media: 4 (1 vote)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.