Hai perso la voglia di leggere? 7 modi per farla tornare

Perché scrivere? Le ragioni di George Orwell

Intervista ad Andrea Tomat, Presidente del Comitato di Gestione

Continua a scendere il numero dei lettori – Dati Istat aggiornati

Premio Campiello 2017: diretta live

Premio Campiello 2017: diretta liveQuesto post sarà aggiornato in tempo reale, fino alla proclamazione del vincitore dell’edizione 2017 del Premio Campiello.

Per il quinto anno consecutivo, Sul Romanzo è al Teatro La Fenice per seguire da vicino l’evento, che, nelle passate edizioni, ha visto come vincitori Ugo Riccarelli con L’amore graffia il mondo (Mondadori), Giorgio Fontana con Morte di un uomo felice (Sellerio), Marco Balzano con L’ultimo arrivato (Sellerio) e Simona Vinci con La prima verità (Einaudi).

Anche per quest’edizione 2017, vi racconteremo il dietro le quinte della manifestazione e cercheremo di raccogliere gli umori e le sensazioni dei finalisti: Mauro Covacich (La città interiore, La nave di Teseo), Donatella Di Pietrantonio (L’Arminuta, Einaudi), Stefano Massini (Qualcosa sui Lehman, Mondadori), Laura Pugno (La ragazza selvaggia, Marsilio) e Alessandra Sarchi (La notte ha la mia voce, Einaudi), oltre a Francesca Manfredi vincitrice del Premio Campiello Opera Prima con Un buon posto dove stare (La nave di Teseo).

 

Un po’ di storia

Il Premio Campiello compie 55 anni. A inaugurare la lista dei vincitori è stato uno dei libri più amati dai lettori di tutti i tempi, La tregua di Primo Levi, a cui si sono aggiunti negli anni alcuni degli autori che più hanno saputo segnare la storia della letteratura italiana, tra i quali Giuseppe Berto, Mario Pomilio, Ignazio Silone, Giorgio Bassani, Mario Soldati, Mario Tobino, Mario Rigoni Stern, Gesualdo Bufalino, fino ai vincitori più recenti come Sandro Veronesi, Giuseppe Pontiggia, Michela Murgia e Carmine Abate.

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

 

L’incipit di alcuni vincitori del Premio Campiello

 

Premio Campiello 2017: diretta live

 

 

 

Questa specie d’amore di Alberto Bevilacqua

Circa un mese prima di quella notte, mi era accaduto un fatto irragionevole; fu la domenica in cui si cominciò ad andare al mare, con Giovanna euforica perché – dato il caldo eccezionale di quella fine di maggio – le si annunciava la possibilità d'iniziare i bagni con molto anticipo sugli altri anni. Mia moglie ama il mare, il sole, il caldo; una vera dalmata, da parte di madre nata e vissuta a lungo in coste selvagge, le dà un sangue eccitabile alle libertà naturali e le fa ritrovare un'allegria dei sensi in tutto ciò che è luminosità e spazio.

Così Giovanna si risveglia dal fisico letargo in cui s'abbandona nei mesi brutti come se la luce, quando non le sta intorno, si affievolisce anche dentro di lei: allora si distende sul letto, senza dormire, con il capo contro la spalliera, le mani infilate dentro le maniche del golf, gli occhi che si fermano lungamente sulla parete, in attesa non già di un'idea o di un fatto, ma proprio della luce, di una complicità del cielo con la sua voglia di rasserenarsi.

 

LEGGI ANCHE – Premio Campiello: gli speciali di Sul Romanzo

 

Premio Campiello 2017: diretta live

 

 

 

L’avventura di un povero cristiano di Ignazio Silone

In provincia i segreti hanno vita breve. Ai piedi dello scalone della biblioteca provinciale ho incontrato un amico letterato che mi ha subito interpellato ridendo:

«Non vuoi mica darti al genere storico?»

«Ne sarei incapace» gli ho risposto credendo di poter tagliare corto. «Sai bene che ogni mio interesse, come scrittore, è rivolto al presente.»

 

 

 

 

 

Le interviste agli ultimi vincitori

Dal 2013, Sul Romanzo realizza una serie di interviste a tutti gli autori finalisti. E in occasione di questa finale vi proponiamo un breve stralcio delle interviste agli ultimi vincitori:

 

Premio Campiello 2017: diretta live

 

Simona Vinci, La prima verità (Einaudi), vincitrice 2016

La prima verità si apre con un’immagine molto forte e dura: «Un lettino di ferro con le sbarre bianche e un corpo nudo, quello di una bambina tra i sette e i dieci anni». Si può condensare così il dolore causato dai manicomi?

Sicuramente è un’immagine di una potenza espressiva incredibile, dolorosissima. Le immagini arrivano dritte e subito, dopo però c’è bisogno di raccontare le storie. Di far comprendere come e perché si arriva a quell’immagine. Non c’è niente di più straziante, per me, di un’infanzia strappata.

 

LEGGI ANCHE – Premio Campiello 2016 – Intervista a Simona Vinci

 

Premio Campiello 2017: diretta liveMarco Balzano, L’ultimo arrivato (Sellerio), vincitore 2015

A quasi 60 anni, Ninetto si ritrova a vivere una nuova difficoltà, quella del rientro nel mondo del lavoro. Quanto ha inciso nella connotazione di questa parte del romanzo la situazione dei tanti over 50 che oggi, in pieno periodo di crisi, si ritrovano senza lavoro?

Molto. Ninetto esce dal carcere a 57 anni e non ha più il suo posto di lavoro perché nel frattempo lo stabilimento di Arese dell’Alfa Romeo ha chiuso i battenti. Così prova a rimettersi in pista, ma ovviamente non è facile. E come potrebbe esserlo? Per giunta lui ha in tasca solo la terza media e un’unica esperienza professionale, quella di operaio in catena di montaggio. Rimettersi in gioco è oggettivamente difficile e il passare del tempo e la crisi, va da sé, non aiutano. Però è proprio da questo estenuante tentativo di ricominciare che Ninetto finirà per fare incontri interessanti: si imbatterà a chiedere lavoro a una pizzeria gestita da egiziani e ad aiutare due giovanissimi ragazzi cinesi che lavorano nel bar di fronte casa sua, in piena periferia di Milano. Sarà un modo per problematizzare, seppure in maniera assolutamente soggettiva e parziale, alcuni suoi pregiudizi sugli emigranti.

 

LEGGI ANCHE – Premio Campiello 2015 – Intervista a Marco Balzano

 

Premio Campiello 2017: diretta liveGiorgio Fontana, Morte di un uomo felice (Sellerio), vincitore 2014

Morte di un uomo felice, pubblicato da Sellerio, tratta anche la storia di una vittima del terrorismo. Da che cosa è nata questa scelta? Quali sono state le categorie di concetti che hanno animato la direzione durante la stesura del romanzo?

Spiegare come nasce una storia è davvero difficile, per me: non c'è una “scelta” precisa o un momento identificabile. Ma posso metterla così: appena chiuso Per legge superiore – con cui Morte di un uomo felice forma un dittico – sapevo che avrei voluto raccontare qualcos'altro ancora di Giacomo Colnaghi. In quel romanzo Colnaghi appare come personaggio minore dal punto di vista puramente narrativo, ma centrale dal punto di vista emotivo e ideale. E dunque mi ci sono buttato a capofitto: era una storia delicata e appassionante, inscritta a sua volta in un momento doloroso e complesso della storia italiana. Di certo non un tema facile da raccontare; così come non è stato facile costruire tutto il rapporto fra Giacomo e il padre partigiano Ernesto – il loro dialogo a distanza, che ritengo il cuore pulsante di tutto il libro. Quindi ho studiato come un pazzo, molto semplicemente; e ho cercato di dare il massimo, non accontentandomi mai. E come sempre accade, è stato durante le varie stesure che ho preso maggiore coscienza dei miei personaggi e delle urgenze che li attraversavano.

 

LEGGI ANCHE – Premio Campiello 2014 – Intervista a Giorgio Fontana

 

L’edizione 2017

La serata finale è affidata alla conduzione di Natasha Stefanenko ed Enrico Bertolino, cui spetta il compito diannunciare i risultati così come decretati dalla votazione dei trecento lettori anonimi che sceglieranno il vincitore assoluto tra i cinque finalisti indicati dalla Giuria tecnica del Premio Campiello.

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

DIRETTA LIVE

Ore 22.30 Donatella Di Pietrantonio vince il Premio Campiello 2017 con "L'Arminuta" (Einaudi) con 133 voti

Premio Campiello 2017: diretta live

Premio Campiello 2017: diretta live

 
Stefano Massini con "Qualcosa sui Lehman" (Mondadori) – 99 voti
 
Mauro Covacich con "La città interiore" (La nave di Teseo) – 25
 
Alessandra Sarchi con "La notte ha la mia voce" (Einaudi) – 13
 
Laura Pugno con "La ragazza selvaggia" (Marsilio) – 12
 
***
Ore 22.14 Rosetta Loy vince il Premio Fondazione Campiello alla carriera 
 
***

Ore 22.05 Ultima a entrare in scena è Alessandra Sarchi con La notte ha la mia voce, che ha dichiarato che La recherche di Proust le ha cambiato la vita

Premio Campiello 2017: diretta live

Premio Campiello 2017: diretta live

***

Ore 21.46 Tocca a Laura Pugno e alla sua La ragazza selvaggia, che come ultimo libro ha letto Le otto montagne di Paolo Cognetti e farebbe interpretare la sua protagonista ad Alba Rohrwacher

Premio Campiello 2017: diretta live

Premio Campiello 2017: diretta live

***

Ore 21.40 Sul palco la vincitrice del Premio Campiello Opera Prima, Francesca Manfredi con Un buon posto dove stare

Premio Campiello 2017: diretta live

***

Ore 21.35 Sul palco l'ospite musicale, Michele Bravi

Premio Campiello 2017: diretta live

***

Ore 21.30 Classifica parziale

1. L'Arminuta Donatella Di Pietrantonio

2. Qualcosa sui Lehamn di Stefano Massini

3. La città interiore di Mauro Covacich

4. La notte ha la mia voce di Alessandra Sarchi

5. La ragazza selvaggia di Laura Pugno

***

Ore 21.20 È il turno di Donatella Di Pietrantonio con la sua L'Arminuta, che ha dichiarato di sopportare poco il "piuttosto che". Ad appoggiare il suo libro è Massimo Recalcati

Premio Campiello 2017: diretta live

Premio Campiello 2017: diretta live

***

Ore 21.16 Ecco il vincitore del Premio Campiello Giovani Andrea Zancanaro

Premio Campiello 2017: diretta live

***

Ore 21.00 È sul palco Stefano Massini con Qualcosa sui Lehman, che ha dichiarato che il momento più bello e più brutto per la vita di uno scrittore è quando finisce un libro.

Premio Campiello 2017: diretta live

Premio Campiello 2017: diretta live

***

Ore 20.55 Philippe Daverio è sul palco e parla della bellezza dell'oggetto libro, uno degli oggetti più stabili della civiltà occidentale

Premio Campiello 2017: diretta live

***

Ore 20.45 Gli autori iniziano a salire sul palco. Il primo è Mauro Covacich, in cinquina con La città interiore, che farebbe interpretare il protagonista del suo romanzo a Jum Jarmusch. A sponsorizzare la sua candidatura è Sandro Veronesi

Premio Campiello 2017: diretta live

Premio Campiello 2017: diretta live

***

Ore 20.27 Sul palco Matteo Zoppas, presidente Confindustria Veneto che ricorda l'impegno degli industriali veneti a favore della cultura, nonostante il periodo di crisi

Premio Campiello 2017: diretta live

***

Ore 20.22 I due conduttori sul palco: Natasha Stefanenko ed Enrico Bertolino

Premio Campiello 2017: diretta live

***

Ore 20.15 Il palco si anima

Premio Campiello 2017: diretta live

 

***

Ore 19.55 Comincia ad affluire gente

Premio Campiello 2017: diretta live

***

Ore 19.22 Signori e signore siamo entrati dentro il Gran Teatro La Fenice

Premio Campiello 2017: diretta live

Premio Campiello 2017: diretta live

***

Ore 19.19 La cartella stampa!

Premio Campiello 2017: diretta live

***

Ore 19.03 Siamo fuori al Gran Teatro La Fenice!

Premio Campiello 2017: diretta live

***

Ore 18.30 Eccoci in laguna!

Premio Campiello 2017: diretta live

Premio Campiello 2017: diretta live

Premio Campiello 2017: diretta live

Premio Campiello 2017: diretta live

Premio Campiello 2017: diretta live

Premio Campiello 2017: diretta live

Premio Campiello 2017: diretta live

 

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (4 voti)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.