Corso online di scrittura creativa

Corso online di editing

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Premio Campiello 2015 – I cinque finalisti

Premio Campiello 2015 – I cinque finalistiI cinque finalisti del Premio Campiello 2015 sono stati annunciati oggi, insieme al vincitore del Premio Campiello Opera Prima.

Questa mattina, infatti, presso l’Università degli Studi di Padova, la Giuria dei Letterati, composta da Federico Bertoni, Riccardo Calimani, Chiara Fenoglio, Philippe Daverio, Paola Italia, Luigi Matt, Ermanno Paccagnini, Silvio Ramat, Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, e presieduta quest’anno da Ilvo Diamantiha proceduto all’iter delle votazioni che hanno portato alla scelta dei cinque libri finalisti, alla presenza, tra gli altri, di Roberto Zuccato, Presidente di Confindustria Veneto, di Massimo Finco, Presidente di Confindustria Padova, e Piero Luxardo, Presidente del Comitato di Gestione del Premio. 

Premio_Campiello_2015_I_cinque_finalisti_Giuria

Ma vediamo da vicino quali sono i cinque titoli finalisti:

Antonio Scurati, con Il tempo migliore della nostra vita (Bompiani)

Premio_Campiello_2015_I_cinque_finalisti_Scurati

Vittorio Giacopini, con La mappa (Il Saggiatore)

Premio_Campiello_2015_I_cinque_finalisti_Giacopini

Marco Balzano, con L'ultimo arrivato (Sellerio)

Premio_Campiello_2015_I_cinque_finalisti_Balzano

Carmen Pellegrino, con Cade la terra (Giunti)

Premio_Campiello_2015_I_cinque_finalisti_Pellegrino

Paolo Colagrande, con Senti le rane (Nottetempo)

Premio_Campiello_2015_I_cinque_finalisti_Colagrande

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: EditorialiWeb ed Eventi.

Leggete le nostre pubblicazioni

Seguiteci su FacebookTwitterGoogle+Pinterest e YouTube]

Premio_Campiello_2015_I_cinque_finalisti_Roberto_Zuccato_Piero_Luxardo

Il Premio Campiello Opera Prima è stato assegnato a: Enrico Ianniello, con La vita prodigiosa di Isidoro Sifflotin (Feltrinelli).

Premio_Campiello_2015_I_cinque_finalisti_Ianniello

Il vincitore assoluto della 53^ edizione del Premio Campiello verrà proclamato sabato 1settembre Venezia, durante la tradizionale manifestazione al Teatro La Fenice, sulla base dei risultati della votazione Giuria dei Trecento Lettori, selezionati su tutto il territorio nazionale in base alle categorie sociali e professionali, e che resteranno anonimi fino alla serata finale.

In attesa di scoprire chi si aggiungerà a Ugo Riccarelli e Giorgio Fontana, vincitori rispettivamente dell’edizione 2013 (con L’amore graffia il mondoMondadori) e 2014 (con Morte di un uomo feliceSellerio), a noi non resta che leggere i libri dei cinque finalisti, augurandoci che anche per il 2015 il Premio Campiello sappia regalarci tante emozioni letterarie.


Seguite il nostro speciale Premio Campiello, fra finalisti e vincitori, narrativa e letteratura.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (3 voti)
Tag:

Commenti

Nonostante io sia un'esordiente sconosciuta e lo stesso valga per la mia casa editrice, questa decise alcuni mesi fa di iscrivere il mio "E riaprirò gli occhi" ad alcuni importanti premi letterari. Cattolica, Rapallo-Carige e Campiello.
Varie, importanti e lusinghiere recensioni arrivatemi via mail (una tra tutte quella di Dante Maffia) da scrittori, letterati e critici,, mi hanno convinta di aver scritto un bel romanzo: Non certo un capolavoro, ma un'opera in grado di partecipare, seppure da outsider, con le altre di autori più bravi e/o affermati di me. Il premio speciale della giuria a Cattolica e l'inserimento nella lista dei 79 (su 250) al Campiello mi hanno riempito d'orgoglio, senza peraltro illudermi di poter competere per la cinquina o per l'opera prima. Quindi nessuna delusione o invidia nei confronti di chi, meritatamente, è stato premiato da una giuria decisamente qualificata. Sono davvero e sinceramente felice per Carmen Pellegrino, vincitrice dell'opera prima a Rapallo e inserita quasi subito nella cinquina del Campiello. Terminato questo lungo e doveroso preambolo, cercherò di fare qualche considerazione...
La prima: come è possibile pretendere che i giurati leggano (attentamente!) 250 romanzi? Logico dedurre che, al pari degli editori (o ai loro collaboratori) quando ricevono centinaia di manoscritti, leggano le prime pagine, si informino sull'autore (se già non lo conoscono), guardino le recensioni delle opere e infine privilegino le grandi case editrici, convinti che già esse abbiano fatto una prima scrematura. Solo allora decideranno di leggere quei 50 o 100 libri tra cui scegliere i 7 od 8 da portare avanti.
Come pretendere che una casalinga al supermercato acquisti tutti i tipi di detersivo esposti in un supermercato per provarli personalmente, senza lasciarsi condizionare dalla pubblicità, dal prezzo, dalla confezione o dalla posizione sugli scaffali?
Aver trovato almeno un giurato che si sia preso la briga di leggere il mio (331 pgg!) e di ritenerlo meritevole di entrare nei 79, lasciatemelo dire, è quasi clamoroso. Grazie di cuore.
Che Davide sconfigga Golia capita solo nella Bibbia. Se poi i Golia sono 78...!

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.