Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come leggere un libro

Perché è importante leggere

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Perché scegliere un ghostwriter e come lavora

Perché scegliere un ghostwriter e come lavoraAvere una buona idea non basta per arrivare a pubblicare un libro. Bisogna anche avere il tempo per sviluppare al meglio il progetto e conoscere le giuste tecniche di scrittura, oltre a possedere una buona dose di talento. Quello che manca a chi decide di scegliere un ghostwriter solitamente sono il tempo e la pazienza di scrivere il proprio libro.

Prima di entrare nel merito del contenuto di questo post, chiariamo un primo concetto: il ghostwriting è quanto di più lontano possa esserci dall’inautenticità.

Il processo di ghostwriting implica anche il coinvolgimento attivo dell’autore il cui nome comparirà sulla copertina del libro. Sì, qualcun altro si siederà a fare tutto il lavoro di mettere le parole sulla pagina, ma dal punto di vista intellettuale il processo richiede un alto livello di coinvolgimento di entrambe le parti.

Il ghostwriter si sforza di incarnare la voce del suo cliente. Legge attentamente centinaia di pagine di trascrizioni di intervista, cercando dei modelli espressivi. Raccoglie le idee del cliente. Quindi, anche se scrive le parole iniziali, ghostwriter e cliente sono co-creatori.

 

LEGGI ANCHE – Lavoro in editoria – Lettore professionista

 

Sappiamo che qualcuno potrebbe storcere il naso, soprattutto chi ritiene la scrittura un’attività personalissima. Resta però da dire che in alcuni casi il ricorso al ghostwriting può essere l’unica soluzione. Proviamo a vedere da vicino quali sono:

 

Da quanto tempo stai dicendo che scriverai un libro?

Perché scegliere un ghostwriter e come lavora

Se la risposta è un anno o oltre, allora dovresti considerare la possibilità di assumere un ghostwriter. Moltissimi clienti di un ghostwriter lasciano in sospeso il loro progetto di scrittura per più di dieci anni, pensando sempre che prima o poi troveranno il tempo per portarlo a termine.

***

L’investimento ha senso per me?

Perché scegliere un ghostwriter e come lavora

Per imprenditori di successo, leader, celebrità o chiunque altro abbia più denaro che tempo libero, il ghostwriting è una scelta ovvia. Per gli altri, l’investimento è qualcosa di un po’ più serio. Quindi, se la pubblicazione di un libro catapulterà la tua attività professionale o il tuo brand a un livello superiore, allora prendi senz’altro in considerazione la possibilità di affidarti a un ghostwriter.

 

LEGGI ANCHE – Come pubblicare un libro evitando 10 errori

***

Mi piace scrivere? L’idea di scrivere un libro mi intriga?

Perché scegliere un ghostwriter e come lavora

Alcuni vogliono davvero scrivere il libro da soli. Se anche per te è così, allora considera la possibilità di assumere un “book coach” che ti guiderà nel processo di scrittura. Un “book coach” ti aiuta a mettere insieme una prima outline e a creare un piano di scrittura, oltre a darti suggerimenti in corso d’opera sulla tua scrittura e a tenerti in linea con il piano. Una volta che avrai completato il tuo libro, cerca un editor competente che ti aiuterà a perfezionare la tua scrittura.

 

LEGGI ANCHE – Lavoro in editoria – L’editor

***

Quanto tempo ho?

Perché scegliere un ghostwriter e come lavora

Anche se lavorare con un ghostwriter ti permetterà di risparmiare centinaia di ore di lavoro, sarà comunque un grande investimento di tempo. Se d’abitudine combatti per non essere travolto dagli impegni, non aggiungere anche un libro alla lista delle cose da fare. Invece, trova qualcosa (o molte cose) da eliminare prima. Puoi anche pensare di cominciare in piccolo con due post al mese per un blog o con un articolo per una rivista ogni quattro mesi.

***

Fin qui abbiamo provato a chiarire alcuni aspetti relativi a chi e perché potrebbe/dovrebbe rivolgersi a un ghostwriter. Adesso, spostiamo l’attenzione verso quest’ultimo e sulle sue modalità operative.

 

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Leggete le nostre pubblicazioni

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Pinterest e YouTube]

Come lavora il ghostwriter

Anche se ogni progetto di ghostwriting richiede un approccio proprio, possiamo comunque descrivere il processo proprio del gosthwriting nel caso di un libro:

1. Meeting iniziale (telefonico o video-conferenza): il cliente e il ghostwriter s’incontrano e vedono se c’è la giusta alchimia per poter lavorare insieme. Durante questa conversazione, il ghostwriter pone spesso molte domande per avere una panoramica chiara del progetto.

2. Proposta: il ghostwriter invia una proposta progettuale. Questa dovrebbe essere pensata su misura per il cliente e per lo specifico libro. Una volta firmata la proposta, il progetto può partire.

 

LEGGI ANCHE – Lavoro in editoria – Self publishing consultant

 

3. Outline del libro: il ghostwriter conduce da 1 a 3 interviste registrate via telefono o con una video-conferenza, e poi procede alla trascrizione. Da queste interviste, il ghostwriter mette insieme da 2 a 10 pagine di outline del libro, che poi spetta al cliente rivedere. In genere, lavoreranno a un po’ di bozze fino a quando non si arriva all’outline giusta.

 

LEGGI ANCHE – Lavoro in editoria – Il correttore di bozze

 

4. Interviste: il ghostwriter conduce altre interviste con cliente per 3-5 giorni, e di nuovo le registra per la trascrizione. A volte questo può tradursi in più di 400 pagine (con interlinea singola) di trascrizione!

5. Nuova versione dell’outline del libro: dopo le interviste, il ghostwriter crea una versione arricchita dell’outline del libro, da 15 a 50 pagine, a seconda della complessità del testo. Ancora, ci sarà uno scambio tra i due prima di arrivare all’outline finale.

Perché scegliere un ghostwriter e come lavora

6. Bozza del libro: il ghostwriter allora farà quello sa fare meglio – ritirarsi a scrivere, per emergere solo quando avrà completato la bozza del libro e sarà pronto a condividerla con il cliente. Questo processo può richiedere da 3 mesi a 1 anno.

 

LEGGI ANCHE – Lavoro in editoria – L’agente editoriale

 

7. Revisione dell’autore: in questa fase il cliente può essere coinvolto oppure no, a seconda delle sue esigente. In genere è bene che intervenga direttamente per dare il suo contributo nella riscrittura di alcune parti, nell’aggiusta di storie o per chiarire alcune idee.

8. Editing e pubblicazione: completata la bozza finale, il manoscritto sarà sottoposto a una fase di editing, fino alla pubblicazione. Ma questa è un’altra storia.

 

Presumendo che tutto vada liscio, il passaggio dall’idea alla bozza finale può durare dai 10 ai 12 mesi, ma può anche procedere più lentamente o più velocemente a seconda delle esigenze del progetto.

 

Come avrete potuto vedere, il lavoro di ghostwriter non è affatto semplice e, oltra alla capacità di scrittura, richiede una serie di ulteriori conoscenze e competenze per poter giungere a un profilo professionale che sia il più completo possibile.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.3 (3 voti)

Commenti

Buon giorno. Ho letto il vostro articolo e mi ha incuriosito. Mi chiedevo se esistessero in Italia dei "book coach" o "book coacher"
potete aiutarmi?

Salve Alessio,

grazie per il suo commento. In Italia, il servizio di book coaching è inteso in maniera un po' diversa.
Comunque, possiamo offrire anche noi servizi simili a quelli indicati nell'articolo. Se lo desidera, può scriverci a info@sulromanzo.it.

Cordialmente

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.