Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come leggere un libro

Perché è importante leggere

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Perché il tuo manoscritto è stato rifiutato? Le 7 ragioni più probabili

Perché il tuo manoscritto è stato rifiutato? Le 7 ragioni più probabiliPrima o poi capiterà a tutti gli aspiranti scrittori, così come a quelli non proprio alle prime armi: vedersi rifiutare un manoscritto.

Subire un rifiuto editoriale infatti non è certo qualcosa di raro, anzi succede molto più di quanto pensiamo. Ad esempio ne sono stati vittima scrittori come J.K. Rowling il cui Harry Potter è stato rigettato ben quattordici volte prima di essere pubblicato, e non da meno è stato Richard Bach il cui Il gabbiano Jonathan Livingston è stato rifiutato da diciotto editori diversi, mentre Margaret Mitchell e Stephen King hanno dovuto sopportare un “no” come risposta rispettivamente per ben 38 e 30 volte.

Ma quali sono i motivi che possono spingere un editore o un agente a rifiutare il vostro manoscritto? Qui di seguito illustriamo le sette ragioni più comuni con l’augurio che possano essere un modo per attivare anche una riflessione critica sul tuo operato.

 

1. Hanno troppe cose da leggere

Perché il tuo manoscritto è stato rifiutato? Le 7 ragioni più probabili

È vero che ci sono sempre troppi libri? Se sei un agente o un editore che rischia di annegare tra manoscritti non richiesti, allora la risposta è sì. A volte è solo uno sfortunato gioco di numeri e il tuo manoscritto è arrivato quando ormai tutto era al completo. Può sembrare doppiamente ingiusto quando un manoscritto viene rigettato solo perché non c’è spazio, ma nonostante questo può essere una cosa positiva: non è un commento sul tuo lavoro, ma dipende solo da quanto quell’agente o quell’editore sono impegnati. Riprenditi, rivedi il tutto e presentalo a qualcun altro.

 

LEGGI ANCHE – Hai subito un rifiuto editoriale? Ecco come reagire

 

2. Troppi errori

Perché il tuo manoscritto è stato rifiutato? Le 7 ragioni più probabili

Eh sì, troppi errori di battitura possono alimentare una rabbia irrazionale nelle persone. La tua storia potrebbe anche essere bellissima, ma se il tuo manoscritto presenta troppi errori di battitura, espressioni imbarazzanti, o errori di formattazione, sembrerà poco professionale. Sì, è terribilmente doloroso spulciare un manoscritto dopo che è stato rifiutato e notare una serie di errori di battitura. Comunque, sempre meglio tardi che mai.

*****

3. Stai imitando un altro autore

Perché il tuo manoscritto è stato rifiutato? Le 7 ragioni più probabili

Forse non lo fai di proposito, ma gli editori vogliono leggere te, non la tua migliore imitazione di un autore già noto. Ogni scrittore è ispirato da altri autori, e quando sei alle prime armi può essere difficile porre un confine netto tra l’essere ispirati da molti artisti degni di nota e il desiderare essere esattamente come uno di loro in particolare. La tua scrittura potrebbe essere di alto livello, ma se stai cercando di prendere in prestito la voce di qualcun altro, allora non è veramente la tua scrittura. Consolati con un paio di dolcetti e inizia la tua prossima bozza.

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Iscriviti alla nostra newsletter

Seguici su Facebook, Twitter, Google+, Pinterest e YouTube]

4. Hanno già visto roba come questa

Perché il tuo manoscritto è stato rifiutato? Le 7 ragioni più probabili

Anche se il tuo stile è totalmente tuo, l’argomento del tuo libro potrebbe non esserlo. Certo, dal tuo punto di vista, il tuo racconto su come la tecnologia sta distruggendo il romance moderno sembra coraggioso e rilevante. Ma per l’esausto assistente o l’agente che lo leggeranno sarà la diciottesima storia sulle app di appuntamenti che hanno visto in un solo giorno. Ovviamente non puoi sapere quanti altri manoscritti affronteranno il tuo argomento o veicoleranno le tue stesse opinioni, ma puoi impegnarti a trovare un punto di vista unico nel prossimo giro di revisioni (o forse potresti scrivere di come la tecnologia sta salvando il romance moderno, anche se non lo sta facendo del tutto?).

*****

5. Non è il genere giusto

Perché il tuo manoscritto è stato rifiutato? Le 7 ragioni più probabili

Forse la rivista letteraria a cui hai inviato il tuo manoscritto ha appena riempito l’ultimo spazio disponibile per la poesia per questo numero, e sta cercando solo della prosa. Forse il romance vende meglio del tuo articolo sul realismo magico. Forse quest’agente non accetta science fiction e stai bussando alla porta sbagliata. Perciò fai sempre attenzione che chi riceve il tuo manoscritto sia davvero interessato al genere cui appartiene la tua opera.

*****

6. È troppo lungo/corto/complicato

Perché il tuo manoscritto è stato rifiutato? Le 7 ragioni più probabili

A volte gli editori indicano con precisione di quante parole dovrebbe essere composta la vostra opera o il vostro articolo. Ma altre volte dovrete capire da soli quanto lungo/breve dovrebbe essere il vostro manoscritto. Il tuo romanzo potrebbe essere troppo dannatamente lungo per questo particolare agente o editore. O potrebbe essere troppo complicato o avere troppe scene di sesso, o averne troppo poche. Insomma può anche dipendere dal mancato rispetto di alcuni criteri che non puoi conoscere in anticipo. A meno che tu non stia tentando di vendere un manoscritto di 10.000 parole a un editore di racconti, si tratta solo di scrivere e riscrivere.

 

LEGGI ANCHE – 4 dettagli per rendere professionale il tuo libro

 

7. Il tuo manoscritto non c’è ancora

Perché il tuo manoscritto è stato rifiutato? Le 7 ragioni più probabili

Quando subiamo un rifiuto, vogliamo credere che non sia colpa nostra e che si tratti solo di una grave ingiustizia. Ed è vero che non siamo noi, ma a volte dipende dalla nostra scrittura. Si tratta senz’altro di un rospo difficile da mandare giù. I nostri manoscritti sono i nostri amati figli, e vogliamo vederli andare lontano nella vita. Ma a volte il tuo bellissimo manoscritto ha bisogno di un po’ di più di amore e attenzione e tempo per maturare prima di essere pronto a camminare sulle proprie gambe. La cosa importante è che tu tenga ad esso, perché l’unico modo per essere certi che il tuo manoscritto non sia mai pubblicato è smettere di presentarlo. E ogni rifiuto significa che sei più vicino all’unica accettazione che davvero può fare la differenza.

Il tuo voto: Nessuno Media: 3.8 (4 voti)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.