In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Come leggere un libro

Perché è importante leggere

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Parte a gennaio 2014 il programma “Europa creativa 2014/2020”

Europa CreativaÈ stato approvato il 19 novembre scorso ed è in via di programmazione definitiva, ma è certo che entrerà in vigore nel gennaio 2014 Europa creativa 2014/2020. Grazie a questo programma europeo, otterranno finanziamenti 8.000 organizzazioni culturali, 250.000 artisti, 2.000 cinema (purché dedichino sufficiente spazio a film europei), la distribuzione di 800 film di interesse transnazionale e la traduzione di 4 500 libri.

Il programma avvierà, inoltre, un nuovo strumento di garanzia finanziaria che consentirà alle piccole imprese attive in campo culturale di accedere a prestiti bancari per un ammontare di 750 milioni di euro.
In totale, saranno stanziati 1,46 miliardi di euro per i prossimi sette anni (9% in più rispetto al precedente periodo di programmazione).

Europa creativa supporterà anche cinque premi targati UE: per la conservazione del patrimonio culturale, per l'architettura contemporanea, per la letteratura, i Border Breakers Awards; il MEDIA; senza dimenticare Le Capitali europee della cultura, il Marchio del patrimonio europeo e le Giornate europee del patrimonio.

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Issuu e Pinterest]

Androulla Vassiliou, Commissario Europeo responsabile per l'Istruzione, la cultura, il multilinguismo e la gioventù, ha affermato: «Questo investimento è una grande notizia per l'industria cinematografica, il mondo della cultura e della arti e il pubblico in Europa. Europa creativa consentirà ai nostri dinamici settori culturali di creare nuovi posti di lavoro e di contribuire maggiormente all'economia dell'UE. Esso permetterà a migliaia di artisti di talento di raggiungere nuove platee in Europa e oltre, promuovendo nel contempo la diversità culturale e linguistica». E sfruttando gli strumenti offerti dal digitale.

Insomma, Europa creativa 2014/2020 sembra davvero una delle grandi opportunità per chi lavora nell'ambito della cultura, oltre che per chi ne fruisce ed è curioso di quanto accade oltreconfine.

Il tuo voto: Nessuno Media: 3.5 (2 voti)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.