In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come leggere un libro

Perché è importante leggere

Paolo Cammilli: da "Maledetta primavera" a "Io non sarò come voi”, il nuovo romanzo

Paolo CammilliReduce dal successo di Maledetta primavera (edito da Newton Compton), Paolo Cammilli ha risposto alle nostre domande, rivelandoci di essere pronto a conquistare di nuovo i suoi lettori con Io non sarò come voi, nuovo romanzo che sarà edito ad aprile da Sperling & Kupfer.

 

Il suo è un vero e proprio caso editoriale: Maledetta primavera, infatti, nasce come romanzo edito da una piccola casa editrice (Porto Seguro), poi sull’onda del passaparola viene pubblicato da Newton Compton e scala le classifiche di vendita. Come ha vissuto, a livello personale e di lavoro sul testo, il passaggio dalla piccola alla grande editoria?

A livello personale, ho avvertito "il passaggio" solo in parte in quanto il libro è stato letto da molti appassionati ancor prima che io arrivassi alla grande editoria. Dunque ero già molto contento, sotto questo aspetto. Naturalmente la possibilità di poter correre con i più grandi autori mi rende pieno di orgoglio. Sotto il profilo professionale la maggiore differenza sta nel fatto che prima scrivevo, come dire, in mezzo al deserto, senza confini, adesso anche se il campo è molto grande in qualche modo sto cercando di rispettare alcune delimitazioni, il che è un bene fra l'altro...

 

Sappiamo che sta lavorando a un nuovo romanzo, che uscirà ad aprile. Si parlerà sempre di giovani? E quale chiave di scrittura ha scelto questa volta? Ci anticipa il titolo?

Sì, il libro uscirà ad aprile e il romanzo tratterà ancora di giovani, ma non solo. A livello di scrittura ho cercato di uniformarmi al linguaggio dei singoli personaggi e delle situazioni che si sono create via via. Durante il romanzo, c'è un cambiamento progressivo fra la parte iniziale, più scanzonata, e quella finale in cui la situazione precipita. Il titolo è Io non sarò come voi, e sarà edito da Sperling & Kupfer.

I only wanted to be 16 and free... and I wonder, pic by Daniele Testa

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Leggete la nostra Webzine

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Pinterest e YouTube]

Da dove nasce quest’attenzione per i giovani? Cosa significa raccontare gli adolescenti di oggi?

I giovani sono più liberi... sono ancora in grado di vivere, soffrire e gioire, senza le barriere di difesa che involontariamente influenzano la nostra vita. I giovani vivono allo stato naturale, bruciati da passioni più grandi di loro, senza conoscere il modo per gestirle. Raccontare gli adolescenti di oggi significa parlare di ciò che loro sono, inseriti in un contesto sociale prevalentemente mediatico che stabilisce ciò che è "in" e ciò che è "out", chi e come bisogna amare, addirittura. E soprattutto significa raccontare di tutti noi che siamo giovani spesso rassegnati, senza più il coraggio di andare oltre.

teenagers, pic by chiesADIbeinasco

Come si è trovato a lavorare a un libro prodotto direttamente da un grande editore?

Mi sono trovato molto bene, ho incontrato persone molto competenti e ragionevoli, con cui lavorare è molto semplice.

 

Molti recensori hanno offerto varie spiegazioni al successo di Maledetta primavera. Secondo lei, invece, quali possono essere le ragioni che hanno fatto innamorare i lettori del suo romanzo? Saranno le stesse in questo nuovo libro?

I lettori hanno apprezzato Maledetta primavera per l'umanità dei singoli personaggi, per la loro somiglianza con loro stessi, nelle piccole e grandi cose. E per un simpatico realismo, senza finzioni alcune, nell'affrontare i sentimenti più classici. Sì, nel prossimo libro personaggi saranno altrettanto sanguigni, umani, anche se il tema principale sarà molto forte. E tutti, compresi i lettori, dovranno misurarsi con le loro paure e i loro coraggio.


Leggi tutte le nostre interviste a scrittori.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (4 voti)
Tag:

Commenti

un'opportunità di esporre un progetto,solo questo! qualcuno che ascolterà lo troverò.
Buona serata e scusate il disturbo!

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.