Perché è importante leggere

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come leggere un libro

“Pandemia” di Lawrence Wright, un’anticipazione profetica del momento attuale

“Pandemia” di Lawrence Wright, un’anticipazione profetica del momento attualePer quanto sia uscito in piena emergenza globale da coronavirus, Pandemia (Piemme, 2020 – traduzione di Elena Cantoni), primo romanzo del giornalista americano Lawrence Wright, non è affatto un instant book: l’autore l’aveva già terminato alla fine del 2019 e l’uscita negli Stati Uniti è avvenuta al principio del 2020, prima che nel mondo si diffondessero le allarmanti notizie provenienti dalla Cina e il Covid19 arrivasse ovunque.

In un’intervista, Wright, vincitore di premi Pulitzer con alcuni dei suoi testi precedenti, ha raccontato che l’idea del libro gli era venuta addirittura una decina d’anni fa, chiacchierando con il regista Ridley Scott, che gli aveva domandato che tipo di evento avrebbe potuto causare una catastrofe mondiale in breve tempo. Wright aveva pensato a un’epidemia sul tipo di quella spagnola del 1918 e aveva iniziato a lavorare a una sceneggiatura, divenuta poi questo romanzo.

 

Vuoi conoscere potenzialità e debolezze del tuo romanzo? Ecco la nostra Valutazione d’Inedito

 

Protagonista della vicenda è Henry Parsons, un epidemiologo americano di fama mondiale che conduce ricerche avanzatissime sulle malattie virali nel suo super laboratorio di Atlanta. Chiamato in Indonesia per analizzare la diffusione di una strana malattia in un campo di detenzione, Parsons si trova di fronte ai segni lasciati da una malattia sconosciuta, che però inizia a mietere vittime molto rapidamente. Un musulmano indonesiano che si reca per il pellegrinaggio rituale alla Mecca porta il virus nella città santa, che viene isolata con i tre milioni di pellegrini che contiene, ma tutti gli sforzi per contenere l’epidemia risultano vani e la malattia si diffonde nel mondo, causando milioni di morti, il crollo di numerosi governi e lo scoppio di conflitti tradizionali e sotterranei.

“Pandemia” di Lawrence Wright, un’anticipazione profetica del momento attuale

Mentre il mondo sembra disintegrarsi, Wright racconta in parallelo la vicenda personale di Henry, un eroe che da un lato è impegnato a salvare il salvabile cercando un modo per curare la malattia prima che distrugga l’umanità, dall’altro cerca disperatamente di tornare ad Atlanta, dove è rimasta la sua famiglia, viaggio impossibile dal momento in cui la pandemia ha cancellato tutte le comunicazioni.

“Pandemia” di Lawrence Wright, un’anticipazione profetica del momento attuale

Leggere Pandemia in questo periodo è stata senza dubbio un’esperienza particolare: molte pagine procurano al lettore una curiosa sensazione di dejà vu, soprattutto quando Wright descrive il diffondersi del virus tra l’incredulità della gente e i comportamenti ambigui dei politici, ma il romanzo vira presto verso toni apocalittici. Se nella realtà di queste settimane di restrizioni possiamo dire di aver assistito a svariati comportamenti, tra i quali tutto sommato hanno prevalso l’obbedienza alle regole e molte forme di solidarietà nei confronti di chi è stato colpito nel modo peggiore, nel mondo di Pandemia non c’è posto per i buoni sentimenti e l’umanità mostra presto i suoi lati peggiori. Le città cadono in mano alle gang, i vicini si scannano tra loro per l’ultima scatoletta di cibo, la violenza pervade ogni cosa e la lotta per il potere a livello mondiale sale ai massimi livelli.

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

Da bravo giornalista, Wright inserisce nella narrazione molte pagine di stampo divulgativo che raccontano, attraverso i ricordi del protagonista, le epidemie passate e molti fatti salienti degli ultimi decenni. La parte meno convincente, in definitiva, risulta essere quella che riguarda la vita personale di Henry e i suoi rapporti con la moglie e i figli, che soprattutto nella parte finale del romanzo viene evidentemente sacrificata alla ricerca di un finale a effetto della narrazione thriller. Nonostante questo limite strutturale, Pandemia resta comunque un romanzo che si legge tutto d’un fiato, magari tirando alla fine un sospiro di sollievo perché, almeno per ora, la pandemia reale che ha colpito il mondo in queste settimane appare un po’ meno catastrofica di quella raccontataci da Lawrence Wright.


Per la prima foto, copyright: Eugene Chystiakov su Unsplash.

Per la terza foto, la fonte è qui.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 vote)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.