Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Perché è importante leggere

Come leggere un libro

Note di prosa - 46

Da "Les rêveries du promeneur solitaire" di J.J. Rousseau

Eccomi dunque solo sulla terra, senza più fratelli, prossimi, amici, società, se non me stesso.

(..)

Tutto ciò che mi è esterno, mi è straniero ormai. Non ho più in questo mondo, né vicini, né simili, né fratelli. Sono sulla terra come se fossi caduto in un pianeta straniero, da quello in cui abitavo. Se pure riconosco qualcosa attorno a me, non sono che oggetti di afflizione e strazio per il mio cuore, e io non posso gettare lo sguardo su quello che mi tocca e che mi circonda, senza trovarvi sempre qualche soggetto di sdegno che mi indigna, o di dolore che mi affligge. Allontaniamo dunque dal mio spirito tutti quei penosi oggetti, di cui mi occuperei con tanta sofferenza e invano.[..] Consacro i miei ultimi giorni a studiare me stesso e a preparare in anticipo il conto che non tarderò a rendere di me stesso. Abbandoniamoci completamente alla dolcezza di conversare con la mia anima, dal momento che è la sola che gli uomini non possono osteggiarmi. Se a forza di riflettere sulle mie disposizioni interiori, giungo a farne un ordine migliore, e a correggere il male che possa ancora trovarvi, le mie meditazioni non saranno del tutto inutili, e benché non sia io più buono a niente sulla terra, non avrò sprecato cosi i miei ultimi giorni. I piaceri delle mie passeggiate giornaliere mi hanno spesso riempito di contemplazioni affascinanti, che rimpiango di aver dimenticato. Fisserò con la scrittura quelle che potranno ancora nascere in me; ogni volta che le rileggerò, me ne tornerà la gioia. Dimenticherò le mie sfortune, i miei persecutori, i miei mali, agognando il premio così a lungo meritato dal mio cuore.

[..]

 

W.A.Mozart - Concerto per piano e orchestra n.9 "Jeunehomme" - II. Andantino - W.Kempff

See video
Nessun voto finora
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.