In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Perché è importante leggere

Come leggere un libro

“Niente è per caso”: incontro non convenzionale con Maria Venturi

Maria Venturi, Niente è per casoMaria Venturi ha incontrato i blogger alla libreria Open di Milano in occasione dell’uscita del suo nuovo libro Niente è per caso (Rizzoli, 2014), ma occorre dire che il romanzo è stato l’occasione per parlare anche di altro.

Per sua stessa ammissione, Maria Venturi, figura storica del giornalismo italiano fin dai suoi esordi su «Novella», dove aveva pubblicato i primi racconti prima di diventare inviata speciale e poi direttrice di «Novella 2000» e «Annabella», oltre che autrice di fiction televisive di successo, non ama le presentazioni ufficiali dei suoi libri. Preferisce dilungarsi sulla sua trentennale esperienza di curatrice della rubrica di posta con le lettrici di «Oggi», significativamente intitolata Lezioni d’amore, che qualche anno fa la portò a redigere un saggio intitolato L’amore s’impara (Rizzoli, 2011).

Niente è per caso ruota intorno a uno dei temi più amati da Maria Venturi, l’importanza del caso nelle vicende quotidiane, soprattutto sentimentali.

Per dieci anni, dal 2003 al 2013, i protagonisti Marta e Billy, secondo l’autrice due persone giuste che s’incontrano nel momento sbagliato,  si amano, si scontrano, si lasciano, si perdono di vista e conducono esistenze del tutto separate, anche se solo in apparenza, perché una serie di coincidenze provvede a rimetterli in contatto, talvolta nei modi più improbabili: prima o poi si dovranno rendere conto che il loro non era un banale amore giovanile, ma l’Amore della vita, anche a costo di superare entrambi delle prove difficili e dolorose.

Per Maria Venturi, tuttavia, il lieto fine è di rigore, tanto da dichiarare di essersi quasi pentita di aver raccontato, in passato, vicende “difficili” come quella del romanzo Una storia spezzata (Rizzoli, 1992), perché lo ritiene una forma di ringraziamento per chi ha scelto di leggere il suo libro.

All’obiezione che alcuni avvenimenti raccontati in Niente è per caso possono apparire al lettore francamente poco verosimili, poiché la loro casualità è un po’ troppo forzata, l’autrice non si scompone e dichiara di aver voluto scrivere una storia d’amore esagerata, spudorata e barocca.

Di sicuro gli anni passati a leggere centinaia di lettere a proposito degli affari di cuore di una ragguardevole percentuale delle popolazione italiana permettono a Maria Venturi di avventurarsi con disinvoltura nel campo delle relazioni sentimentali.

 

 

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Leggete la nostra Webzine

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Pinterest e YouTube]

Maria VenturiNella sua scoppiettante chiacchierata, di sicuro molto più stimolante e divertente di una presentazione convenzionale, non ha fatto mancare ai blogger numerose perle di saggezza conquistate  grazie alla lettura di centinaia e centinaia di lettere ricevute in decenni di lavoro, alle quali ha dovuto fornire meditate risposte.

Poco o nulla è cambiato in trent’anni, sostiene Maria Venturi, perché le questioni di cuore rimangono suppergiù sempre le stesse, e le persone sembrano non imparare granché dalle esperienze proprie o altrui nel campo minato dei sentimenti. In fondo, nemmeno gli odierni casi di violenza sulle donne rappresentano una novità, perché di episodi simili è costellata la storia dell’umanità, senza dimenticare che, sottolinea la scrittrice con un pizzico di cinismo, le donne sanno essere molto più cattive degli uomini quando usano l’arma del linguaggio. Ed è molto probabile che fra cent’anni i nostri discendenti si ritroveranno ad affrontare gli stessi problemi sentimentali in cui ci si dibatte oggi, dalla fedeltà coniugale all’attrazione per la persona sbagliata, senza dimenticare i rapporti con i figli o l’accettazione serena dell’omosessualità, nostra o degli altri.

Il segreto di un’unione felice sembra risiedere nella complicità tra uomo e donna, oltre che in un minimo comune denominatore di compatibilità: persone troppo diverse tra loro non andranno mai d’accordo a lungo. Si possono perdonare i tradimenti, perché la fedeltà a lungo termine è un’utopia, ma non si deve mai umiliare chi chiede perdono.

Ma allora, chi risponde alla posta del cuore è più consapevole degli altri o può commettere degli errori? Maria Venturi sorride e ammette di aver fatto i suoi sbagli come tutti, perché la posta del cuore non è una vaccinazione, anche se, a volte, il resoconto dei problemi degli altri aiuta a inquadrare un po’ meglio i propri. Così come - aggiungiamo noi-  leggere un romanzo come Niente è per caso può consolarci e ricordarci che sì, la casualità esiste e qualcosa di speciale può aspettare anche noi dietro l’angolo.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4 (2 voti)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.