Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come leggere un libro

Perché è importante leggere

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

News dal mondo anglosassone

News anglosassoniAnche se sono consapevole del rischio che corro non posso esimermi dall’augurare tanta felicità al Duca e alla Duchessa di Cambridge (il Principe ereditario William e Kate Middleton) che il 29 Aprile si sono sposati nell’Abbazia di Westminster.  La notizia, oltre ad aver riempito tutti i quotidiani (anche nostrani) suscita il nostro interesse per il business che ne è derivato: piatti, bicchieri, tazzine e, naturalmente, libri. Opere che, in realtà, hanno iniziato a farsi spazio tra gli scaffali delle librerie già ad inizio anno, quando venne annunciato il fidanzamento. A pochi giorni dalla celebrazione del matrimonio, però, se ne trovano davvero un numero impressionante – la cui copertina è spesso del bacio dal balcone o dei due sposi sulla carrozza reale. I più venduti, al momento, sembrano essere quello pubblicato dal giornale (pettegolo) The Sun; quello ufficiale, il cui autore è Andrew Morton ed infine il più “ufficiale” di tutti (se così si può dire) pubblicato dalla BBC (l’ente televisivo pubblico) ed abbinato ad un DVD dell’intera cerimonia.

A celebrare il rito religioso è stato l’arcivescovo di Canterbury, Rowan Williams, lo stesso che proprio qualche giorno prima ha aspramente criticato la chiusura di alcune biblioteche descrivendole come luoghi che creano la felicità della nazione.

In effetti, il clima di festa legato al matrimonio sembra aver influito positivamente anche sull’editoria che, seppur in maniera timida, ha fatto qualche passo in avanti.

Per esempio, in un comunicato ufficiale del 28 aprile è stato annunciato che il gruppo Penguin ha raddoppiato, rispetto al 2010, le vendite di e-book nei primi 4 mesi dell’anno. Il c.e.o. Tom Weldon sembra inoltre convinto che nel 2011 le vendite di e-book raggiungeranno il 4% del fatturato (contro l’1% del 2010). Per questo,  Penguin triplicherà gli investimenti sul multimediale.

Proprio in questo mese sono state annunciate diverse pubblicazioni future. Tra queste, la trilogia scritta da Joanna Hickson, autrice di romanzi a sfondo storico, pubblicata da Harper Collins ed ambientata agli inizi della dinastia dei Tudor.

Faber, invece, dovrebbe pubblicare un memoir dell’ex sindaco di Londra Ken Livingstone. Sono numerose, anche se non ufficiali, le voci legate al prezzo di quest’opera: 90 mila sterline. Livingstone, londinese di nascita, ha precedentemente scritto altri due libri di argomento politico, pubblicati però da Harper Collins.

Anche per gli Stati Uniti, però, aprile è stato un mese particolarmente importante.

A metà aprile, per esempio, c’è stato un certo fermento per un seminario tenuto durante la Fiera del Libro di Londra durante la quale molti editori hanno espresso approvazione ed entusiasmo per quella che dovrebbe essere l’evoluzione della legge sul diritto d’autore negli Stati Uniti, dove è stata resa pubblica una proposta di legge che dovrebbe salvaguardare più che in passato i diritti degli autori e, in conseguenza, quelli degli editori.

Durante lo stesso seminario si è inoltre parlato della tendenza degli statunitensi a privilegiare acquisti online. Infatti, la maggior parte dei cosiddetti “lettori forti” preferisce ordinare online piuttosto che recarsi nelle librerie. Questo, però, come ha ribadito Tim Godfray, chief executive della Booksellers Association, non è certo un  modo per annunciare la definitiva chiusura di questo tipo di negozi.

Il modo migliore per chiudere quest’articolo su un aprile pieno di ottimismo è parlare di BookCountry, una comunità che Penguin USA dovrebbe lanciare a breve. L’idea è di mettere in comunicazione lettori ed autori di letteratura di genere: i primi potranno leggere e commentare; gli altri, invece, potranno pubblicare – e stampare con il logo BookCountry – i loro romanzi.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 vote)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.