In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Perché è importante leggere

Come leggere un libro

News da Oltremanica

News da OltremanicaInizio questo articolo, come ho fatto negli ultimi mesi, con un aggiornamento sulla situazione delle librerie Waterstones. Il gruppo HMV - che possiede la catena - ha fatto sapere che le vendite stanno andando come previsto e che la situazione finanziaria sta lentamente migliorando. A questo sono seguiti commenti di alcuni c.e.o. fra i più importanti (Penguin e Bloomsbury) che hanno dichiarato la loro solidarietà verso il gruppo e si sono detti disposti ad aiutare la catena, parole che, si spera, possano in qualche modo contribuire ad un effettivo miglioramento della situazione.

Bisogna però notare che nell’ultimo mese Penguin ha anche annunciato un aumento di fondi destinati all’editoria digitale (per la quale, ovviamente, non servono librerie) anche per i nuovi strumenti di lettura di e-book di prossima uscita. Per esempio, l’IPad 2.

Si deve inoltre considerare la significativa diminuzione di fondi pubblici destinati alla lettura ‘cartacea’. Infatti, Booktrust, una fondazione benefica che promuove la lettura anche tra persone disagiate, riceverà il 50% in meno di fondi.

Il 5 marzo si è tenuto il World Book Night: 20 mila persone hanno donato oltre un milione di libri. L’iniziativa si prefigge di stimolare gli adulti a leggere. Partecipare è semplice: scegliere uno o più titoli fra i 25  selezionati e donarne copie ad amici e familiari. Secondo le statistiche, per esempio quelle pubblicate da Nielsen BookScan, le vendite di ognuno dei venticinque titoli sono raddoppiate o, se non altro, aumentate di almeno trentuno mila copie. L’iniziativa ha riscosso un enorme successo anche grazie alla pubblicità fatta attraverso TV, radio, giornali e grazie ad eventi organizzati in tutto il paese. Per esempio,  quello svoltosi a Londra (Trafalgar Square) il 4 marzo durante il quale una folla di amanti della lettura ha potuto ascoltare autori quali Margaret Atwood, Alan Bennett e John le Carré. Credo anche gli editori italiani dovrebbero unirsi per iniziative di questo genere che stimolano possibili lettori ad addentrarsi nel mondo della fantasia e che fanno anche aumentare le vendite…

Il 22 marzo è stata una giornata molto intensa per quanto riguarda i premi letterari. Infatti, in questo giorno è stato consegnato il Warwick Prize for Writing a Peter Forbes', autore, editor, giornalista. Forbes ha ricevuto 50 mila sterline e la possibilità di soggiornare per 18 mesi presso la University of Warwick, ente organizzatore dell’evento.

Inoltre, durante una serata organizzata a Londra sono stati premiati dieci giovani illustratori nominati come Booktrust Best New Illustrators 2011. Tra questi ci sono Joe Berger, Claudia Boldt, Katie Cleminson, Levi Pinfold e Salvatore Rubbino. Di loro sentiremo sicuramente parlare molto in futuro.

Un’altra persona della quale sentiremo parlare è Ros Barber, autrice di un romanzo in versi che racconta la travagliata vita di Christopher Marlowe, poeta Elisabettiano morto, in teoria, in una taverna nel 1593. Molti però sostengono che sia vissuto ben oltre questa data ed abbia scritto le opere attribuite a William Shakespeare, suo acerrimo nemico e rivale. L’opera verrà pubblicata da  Sceptre.

Sono sei i titoli rimasti a contendersi il Walter Scott Prize per narrativa ‘storica’, premio giunto alla sua seconda edizione: Andrea Levy, Tom McCarthy, David Mitchell, Joseph O' Condor, C. J. Sansom ed Andrew Williams. Il vincitore verrà annunciato il 18 Giugno e riceverà 25 mila sterline.

Il mese prossimo vi renderò conto dei risultati dell’incontro che si è tenuto il 4 Aprile, tra il Poetry Book Society (ente che promuove la poesia in Gran Bretagna) e l’Arts Council (ente statale che si occupa dei beni culturali del Regno). L’incontro è stato chiesto da alcuni fra i più importanti poeti britannici attualmente viventi (Carol Ann Duffy, Blake Morrison e Don Paterson) per rispondere alla decisione dell’Arts Council di tagliare completamente i fondi destinati alla Poetry Book Society.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4 (1 vote)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.