14 scrittori famosi e le loro ultime parole

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Come realizzare i propri desideri. I consigli di Bruce Lee

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Nella mente di una persona innamorata. “Confessione di un amore ambiguo” di Angelo Di Liberto

Nella mente di una persona innamorata. “Confessione di un amore ambiguo” di Angelo Di LibertoPuntata n. 48 della rubrica La bellezza nascosta

 

«I tuoi capelli a Londra, tra gli aceri di Hyde Parck in autunno; le tue gambe a Budapest, nei fregi del caffè  New York; i tuoi occhi a Giverny, nel giardino di Monet. Mi hai promesso che avresti continuato a perpetrarti sulla carta. A disegnare la mappa geografica del tuo corpo che io amo consultare come un viaggiatore prima della partenza, quando con l’indice unisce punti distanti tra loro in paesi differenti, incurante dei confini. Il tuo corpo è incurante dei confini.»

 

L’amore è un posto rischioso, amare o essere amati sono due movimenti che posseggono lo stesso grado di pericolosità; quando sei innamorato la tua giornata può cambiare a causa di un sorriso spento, di un silenzio troppo lungo, di una chiamata senza risposta. Quando ci si innamora bisognerebbe essere consapevoli che ci si espone completamente agli elementi, ogni parte di noi diventa vulnerabile; e la persona amata si trasforma nella nostra gola, diventa la maniera in cui il nostro cuore pulsa sangue nelle vene, diventa lo stomaco, stomaco che si crepa o stomaco che sente e percepisce varchi; la persona di cui ci innamoriamo diviene una parte imprescindibile di noi stessi, e tutte le volte che ci leghiamo a qualcuno in maniera così potente, dobbiamo mettere in conto che se quella persona andasse via, noi potremmo ritrovarci senza aria, senza stomaco, senza muscoli, a vagare in terre improvvisamente straniere, senza coordinate.

 

Vuoi conoscere potenzialità e debolezze del tuo romanzo? Ecco la nostra Valutazione d’Inedito

 

Siamo corpi che cercano corpi, carne che sceglie altra carne per assuefarsi a una certezza, per debellare la solitudine. Siamo, essenzialmente, pronti a buttarci nel vuoto, con la speranza che una mano possa prenderci, senza pensare che potrebbe anche accadere il contrario.

Nella mente di una persona innamorata. “Confessione di un amore ambiguo” di Angelo Di Liberto

Angelo Di Liberto è nato a Palermo, fondatore del gruppo Facebook “Billy e il vizio di leggere”, collabora con «La Repubblica – Palermo»; Confessione di un amore ambiguo è stato pubblicato dalla casa editrice Centauria.

Ci troviamo in una casa, una dimora antica, con balconi che affacciano sul mare e stanze grandi, stanze che raccontano storie, piene di memoria. Lauri è un medico e divide questa casa e questa vita con Alma, un’artista eclettica. Un legame che dura da anni, fin quando una mattina Lauri si sveglia e trova la casa vuota, Alma è sparita, portandosi dietro due valige, qualche disegno e pochi gioielli. Inizia così, per Lauri, un percorso, un tragitto che lo porterà a scoprire una verità assoluta, una realtà irreversibile.

Nella mente di una persona innamorata. “Confessione di un amore ambiguo” di Angelo Di Liberto

LEGGI ANCHE – Tutte le puntate di La bellezza nascosta

 

Angelo Di Liberto ci trascina in questa storia con grazia. Scrittore dotato di una penna elegante ed emozionale, ci conduce nella vita dei due protagonisti dipingendo scene e bloccando frame della loro vita quotidiana. Il romanzo possiede un ritmo notevole che spinge il lettore a voltare continuamente pagina, per cercare di comprendere cosa abbia potuto trasformato un amore assoluto nel nulla.

«Sono debole e non riesco a muovermi. Le benzodiazepine hanno fatto effetto. Tra poco sarà libero per un po’ dai pennini d’osso e le tisane, dai cuscini, i vestiti e i colori sulle tele. Alma, diamoci appuntamento davanti alle fontane magiche di Barcellona o nel Buren, dov’è tutto calcare e somiglia alla tua pelle, o nel negozietto di ambra bianca a Stoccolma, nel reliquiario dei tuoi denti.»

 

Chi è Alma? È la donna del racconto di Lauri, oppure è una figura che nasconde lati bui e parti nere?Di cosa era fatta la loro relazione? Se ogni amore ha il suo grado di malattia, quanto c’era di malato nel loro amarsi?

Nella mente di una persona innamorata. “Confessione di un amore ambiguo” di Angelo Di Liberto

Confessione di un amore ambiguo è un romanzo importante, che prova a spiegarci come funziona la mente di una persona innamorata, quali sono i meccanismi che si mettono in atto durante la fase dell’innamoramento, nella fase della routine e nella fase dell’abbandono. È un libro che non lascia indifferenti e che possiede la capacità di renderci vulnerabili alla stregua del protagonista, parola dopo parola, dentro un puzzle fatto di istinti primigeni, di emozioni e di delicatezza, il tutto, poi, guidato da un linguaggio rotondo e armonioso.

«L’ambra dei tuoi capelli sul mio torace. Il biancore della tua pelle d’avorio. Scivoli sui lombi, risali alle labbra. Sei di nuovo vento. Hai risvegliato i sensi inturgidendomi l’anima. I peli delle mie gambe si sono caricati elettricamente, mi solleticano acuendo la sensazione di piacere. Possiedo il tuo calore e la tua morbidezza, irrompo dentro di te come il tuono in un cielo terso. Lasciami dentro. Non cacciarmi. Lasciati tenere.»

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

Un istinto arcaico e distruttivo ci spinge a cercare l’amore, una smania che può rilevarsi feroce e al contempo piena di lame, perché vivere un amore è uno spostamento meraviglioso, ma perderlo, un amore, è un pezzo di follia che ci cade addosso, un lutto bugiardo.


Per la prima foto, copyright: Elena Taranenko.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (2 voti)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.