In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Perché è importante leggere

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come leggere un libro

Liu Bolin, l’artista che “scompare”

Liu BolinAltro giro, altro eccentrico artista cinese: Liu Bolin. Nato a Shandong nel 1973, si è diplomato come scultore all’Accademia Centrale delle Belle Arti di Pechino.

 

Le sue prime mostre furono allestite nel 1998 e da subito conobbe grande notorietà. In particolare, è spesso citato per via dei suoi “camuffamenti”: realizza infatti autoritratti fotografici in cui il suo corpo è mimetizzato con lo sfondo.

 

Supermercati, sculture, piazze, strade, poltrone di teatri, murali, chiese, in giro per il mondo. Si fa davvero fatica a pensare a qualcosa con cui Liu Bolin non si sia mimetizzato.

 

Particolarmente nota e apprezzata la sua serie Hiding in New York, in cui gli angoli della Grande Mela hanno fatto da sfondo al nascondersi dell’artista.

 

Per le opere più complesse da realizzare, possono volerci anche tre o quattro giorni. C’è qualcosa di profondamente “pop” nell’opera di Liu Bolin, poiché lo spazio viene quasi introiettato dal soggetto delle fotografie. L’esterno, e spesso si tratta di luoghi significativi della storia o della memoria comune, o posti legati al sistema capitalistico (anch’esso un sistema di segni) fagocitano quasi l’autore, tenendolo nascosto mentre cerca di rappresentarsi dentro la sua stessa opera.

 

Nella storia dell’arte vediamo di continuo, soprattutto nelle arti più spiccatamente figurative, esempi di autorappresentazione; che sia fatto in maniera più esplicita, come nel Ritratto dei Coniugi Arnolfini o sfuggente e adombrata come in Las Meninas.

 

Liu Bolin percorre la stessa strada, battendola con indubbio eclettismo.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.5 (2 voti)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.