In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Come leggere un libro

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Perché è importante leggere

“Lion”, Saroo Brierley e il lungo viaggio verso casa

“Lion”, Saroo Brierley e il lungo viaggio verso casaIl 22 dicembre arriverà nelle sale italiane Lion, ispirato a una storia vera e con Dev Patel nel ruolo del protagonista. Diretto da Garth Davis, il film è tratto dal libro La lunga strada per tornare a casa (pubblicato in Italia da Fabbri Editori), dove Saroo Brierley racconta la sua straordinaria esperienza.

Siamo nel 1986 e Saroo vive con la famiglia in un piccolo villaggio indiano. A cinque anni sale per sbaglio su un treno che lo conduce a Calcutta: sperduto nelle strade della metropoli, il bambino sopravvive e trova la salvezza in una coppia australiana che lo adotta. Vent’anni dopo, Saroo non ha mai dimenticato le sue origini: trascorre molte ore su Google Earth, nella speranza di ritrovare il suo villaggio natale, aiutandosi con le poche memorie della sua infanzia di cui dispone. Quando le porte del treno si sono chiuse dietro di lui, Saroo era troppo piccolo: non ricorda il nome preciso del posto in cui è nato, ma solo qualche dettaglio, una cisterna, un ponte, un fiume. Grazie a quei pochi indizi, il protagonista riesce a individuare un punto, quel luogo che fino a cinque anni ha chiamato “casa”.

 

LEGGI ANCHE – “Una gloria incerta – L’India e le sue contraddizioni” di Amartya Sen e Jean Dréze

“Lion”, Saroo Brierley e il lungo viaggio verso casa

Una vicenda incredibile, che promette di commuovere e di far riflettere. In particolare, la protagonista femminile, Nicole Kidman, ha affermato in un’intervista che la sua interpretazione è una “lettera d’amore” ai figli, Connor e Isabella, adottati con l’ex marito, Tom Cruise («quando sei una madre adottiva, è normale pensare ai genitori naturali dei tuoi figli», ha ammesso l’attrice australiana).

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Iscriviti alla nostra newsletter

Seguici su Facebook, Twitter, Google+, Pinterest e YouTube]

Il tema dell’adozione è centrale nel film ed è fondamentale per illustrare i rapporti dei figli adottati con i genitori adottivi e con le loro origini; nel caso di Saroo, s’inserisce anche una riflessione sugli “invisibili”, quei bambini indiani che vivono per strada, sotto gli occhi (eppure nell’indifferenza) di tutti. Il destino ha deciso per Saroo un futuro diverso rispetto a quello di molti altri suoi connazionali (ogni anno in India spariscono circa 80 mila bambini e di molti non si sa più nulla), ma il ragazzo ricorda ancora quando, da piccolo, era costretto a chiedere l’elemosina insieme al fratello sui treni locali.

“Lion”, Saroo Brierley e il lungo viaggio verso casa

LEGGI ANCHE – L’istruzione ci salverà dalla crisi economica. Parola del Premio Nobel Amartya Sen

“Lion”, Saroo Brierley e il lungo viaggio verso casa

Il difficile periodo precedente all’adozione, trascorso prima per strada e poi in un orfanotrofio, non ha impedito a Saroo di mantenere un legame con le sue origini. Una volta scoperta una coordinata ben precisa su Google Earth, l’unico modo per stabilire se proprio lì si trova il suo villaggio natale è uno soltanto: partire. Questo è quello che Saroo ha fatto ed è tale viaggio a ritroso nel tempo che Lion intende raccontare sullo schermo.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (5 voti)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.