Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come leggere un libro

Perché è importante leggere

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

“Lena e la tempesta” di Alessia Gazzola, un segreto può cambiare un destino

“Lena e la tempesta” di Alessia Gazzola, un segreto può cambiare un destinoLena e la tempesta è l'ultimo libro della prolifica scrittrice Alessia Gazzola, edito da Garzanti e uscito nel mese di maggio 2019. È un romanzo sulla seduzione dei nuovi inizi partendo dal proprio passato per doloroso che sia.

La protagonista, Lena, è una ragazza che deve compiere un passo decisivo per superare un segreto che non le ha dato tregua negli ultimi quindici anni della sua esistenza. La vita gliene offre l'opportunità. Lena, che sta attraversando un periodo di crisi lavorativa, decide di partire e raggiungere l'isola (immaginaria) siciliana di Levura dove possiede una casa di famiglia dalle evocazioni ambigue: da un lato conserva il ricordo di anni di gioia spensierata, dall'altro questa casa è il teatro del suo segreto.

«Questa casa mi ha sempre conciliato il sonno, le migliori dormite della mia vita sono state nella mia stanza al piano di sopra, fino a quando da nido si è trasformata in una ragnatela in cui sono rimasta intrappolata come un piccolo inerte insetto che quindici anni dopo spera ancora di riuscire a liberarsi.»

 

Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di Editing

 

Per quanto la ragazza si sforzi di rimuovere il doloroso passato, lo stesso riaffiora e pulsa nel suo petto. Ed è scavando nel dolore di Lena che la scrittrice riesce a penetrare nel profondo lˈossimorico animo femminile: forte e fragile.

La protagonista stremata dal suo segreto e giunta a una deriva professionale non trova altra soluzione che tornare al suo rifugio seppur emotivamente scomodo. Fino a quel momento difatti il suo amato lavoro di illustratrice lˈaveva salvata poiché disegnare è pur sempre una modalità di espressione del proprio animo:

«...disegnare e colorare solo per scaricare i nervi, come si fa con i mandala, per far pace con il mondo e con sé stessi. Uso solo colori scuri, che in ogni caso non lo sono più dei miei pensieri, e quando ho concluso il risultato è così deprimente che finisce, tanto per cambiare, nel cestino. Mi sembra inconcepibile anche solo l’idea di poter fare pace con me stessa.»

“Lena e la tempesta” di Alessia Gazzola, un segreto può cambiare un destino

Uno degli indiscussi protagonisti del romanzo è il concetto di segreto e lˈimportanza che lo stesso riveste nelle vite delle persone. È evidente come un segreto possa cambiare un destino, difatti non è che un estremo tentativo di tutelare noi stessi.

Altro elemento di rilievo nel romanzo è lˈambientazione mediterranea che fa da sfondo alle riflessioni profonde di Lena e in seguito alla sua rinascita che avverrà grazie allˈamore e allˈespressione artistica. Levura, che immaginandola evoca le isole vulcaniche della Sicilia, coincide nei suoi aspetti paesaggistici con lo stato dˈanimo della protagonista: la vegetazione selvaggia arsa dal sole, le rocce brulle, la trasparenza del mare, i profumi del porto e delle erbe aromatiche e un pizzico di presunzione:

«Le isole, tutte le isole, hanno qualcosa di presuntuoso. Loro esistono immutabilmente dalla notte dei tempi e non hanno bisogno di niente. Sei tu ad aver bisogno di loro per far vacanza, per cercare te stesso, per sentirti meglio.»

 

E sopra lˈisola la bellissima casa bianca dove «sembra di sentire il mare dentro una conchiglia», grazie al vento o alla risacca implacabile delle onde, diviene il nodo per il dipanarsi del futuro.

Tutto il senso del romanzo trovo sia perfettamente espresso dalla citazione poetica di Anna Achmatova che la Gazzola pone a inizio testo: «Giunse l’estate in una notte sola, e così non si vide Primavera. Ed allora non ebbi più paura che mi passasse accanto il mio destino.»

“Lena e la tempesta” di Alessia Gazzola, un segreto può cambiare un destino

Lena affronta le sue paure, e di conseguenza il suo destino, in modo intimistico e profondo. La scrittrice sa trasportare il lettore nel mondo della protagonista con coinvolgimento intenso e ci si avvicina al suo dolore, derivato da una profonda violenza, con delicata lentezza.

L'isola, la casa sulla piccola baia, il carattere tenero e combattivo di Lena, le sue evoluzioni di donna creano una sorta di acquarello nel quale ci si trova immersi. Siamo di fronte a una storia di resilienza di una protagonista dalla quale si riesce a tracciare un contemporaneo ritratto di donna dalla natura artistica: nel suo recente passato era in terapia da una psicologa junghiana, ha avuto un amante sposato, ha lavorato sempre pur con tempi dilatati e senza effettive scadenze. E di conseguenza, una pausa di riflessione in una cornice da cartolina diviene necessaria.

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

Alessia Gazzola già nota per aver prodotto il ciclo della dottoressa Alice Allevi, edito da Longanesi, si è concessa una piacevole parentesi regalandoci Lena e la tempesta in edizione Garzanti. Questo romanzo che scorre fluido regala riflessioni che affiorano dalla lettura; inoltre non mancano le sorprese finali. Lettura indicata per le vacanze estive.


Per la prima foto, copyright: Samuel Ferrara su Unsplash.

Il tuo voto: Nessuno Media: 3 (1 vote)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.