Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Perché è importante leggere

Come leggere un libro

“Le tribolazioni dell’ultimo Sijilmassi”, un romanzo picaresco nel mondo contemporaneo

“Le tribolazioni dell’ultimo Sijilmassi”, un romanzo picaresco nel mondo contemporaneoLe tribolazioni dell’ultimo Sijilmassi (Del Vecchio, 2019 – trad. di Cristina Vezzaro) è un romanzo di Fouad Laroui, ingegnere marocchino che insegna scienze ambientali all’Università di Amsterdam ed è autore di romanzi, racconti e sillogi poetiche, oltre a scrivere programmi per la radio marocchina.

Il protagonista di questo romanzo presenta diversi elementi autobiografici: come lo stesso Laroui in gioventù, lavora infatti in una grande azienda che produce bitume ed è solito viaggiare per il mondo per stipulare importanti contratti con clienti stranieri. Ma è proprio nel corso di un lungo volo di ritorno dall’India che Adam Sijilmassi, forse vittima della stanchezza o del jet lag, viene assalito da una serie di pensieri preoccupanti. Ripensando a suo padre, che non si era mai mosso dal Marocco, o addirittura a suo nonno, abituato a muoversi a dorso di mulo, Adam considera di stare vivendo un’esistenza totalmente staccata da quella dei suoi antenati. Una voce interiore arriva perfino a suggerirgli “tu vivi la vita di un altro”, lasciandolo profondamente turbato.

 

Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di Editing

 

Quando l’aereo atterra a Casablanca, la città dove vive, Adam prende una prima decisione per cambiare la propria vita: non prenderà mai più un aereo e si sposterà preferibilmente a piedi, come i suoi antenati. Percorrere così i quattro chilometri di un vialone autostradale su cui transitano solo auto, pullman e taxi lanciati ad alta velocità si rivela già un problema, ma è solo l’inizio di una serie di difficoltà. Le dimissioni che si affretta a dare generano infatti non solo sconcerto tra colleghi e amici, ma soprattutto la furia della moglie, che spaventata all’idea di perdere la sua comoda vita in un elegante appartamento cittadino si affretta a separarsi.

“Le tribolazioni dell’ultimo Sijilmassi”, un romanzo picaresco nel mondo contemporaneo

Adam decide allora di partire, sempre a piedi, per raggiungere il villaggio d’origine della sua famiglia, dove pensa di ritrovare l’atmosfera dell’infanzia e tornare a una vita spoglia di tutte le influenze occidentali che si porta dentro, a cominciare dalla cultura europea, soprattutto francese, di cui si è nutrito da sempre: nei suoi pensieri sempre più tormentati, dominano citazioni di autori occidentali che gli tornano alla mente, mai di pensatori o scrittori arabi.

Raggiunto finalmente il villaggio, Adam si rifugia nella vecchia e cadente casa di famiglia, ormai abitata solo da una zia anziana, ma questa sua venuta suscita solo sospetti, perché i compaesani non riescono a comprendere come un giovane e brillante ingegnere di Casablanca possa aver voglia di tornare a vivere tra loro, perciò temono che possa essere un terrorista o, nella migliore delle ipotesi, una persona poco sana di mente.

Tra avventure, equivoci e lunghi dialoghi con un parente fondamentalista, Adam mette a dura prova la propria razionalità, mentre la ricerca di una sua nuova posizione nel mondo sembra rivelarsi una sorta di missione impossibile.

“Le tribolazioni dell’ultimo Sijilmassi”, un romanzo picaresco nel mondo contemporaneo

Fouad Laroui sviluppa questo romanzo attorno a un tema ricorrente nella sua produzione narrativa: il forte contrasto, quasi una sorta di schizofrenia, vissuto dalle classi colte dei Paesi arabi, che da decenni si formano studiando nelle scuole lasciate nei loro Paesi dagli ex colonizzatori, spesso nelle lingue di questi stessi Paesi e principalmente su testi prodotti dalla cultura occidentale. Non è certo un paradosso che Adam, il protagonista del romanzo, ricordi a memoria versi e frasi di Aragon, Baudelaire, Flaubert, Hugo, per non parlare di Céline o Sartre, che canticchi canzoni francesi e si ricordi della politica di Pompidou anziché di quella del governo marocchino dello stesso periodo. Del resto, i principali autoricontemporanei del Marocco e di altri Paesi arabi scrivono spesso nelle lingue europee anziché in arabo.

Tutto questo, però, genera fatalmente una crisi d’identità, la stessa che può portare alla scelta drastica di rifugiarsi nell’Islam come unico elemento identitario del mondo arabo, fino ad abbracciarne le posizioni più estremiste.

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

Le tribolazioni dell’ultimo Sijilmassi nascondono quindi, sotto la veste di un romanzo picaresco e spesso divertente, una profonda riflessione sullo scontro attuale e per ora irrisolto fra la cultura occidentale e quella araba.


Per la prima foto, copyright: Artur Aldyrkhanov su Unsplash.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (2 voti)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.