14 scrittori famosi e le loro ultime parole

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come realizzare i propri desideri. I consigli di Bruce Lee

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

“Le mille verità” di Francesco Casoni. Una grottesca dimostrazione di giornalismo italiano

“Le mille verità” di Francesco Casoni. Una grottesca dimostrazione di giornalismo italianoLe mille verità è il romanzo d’esordio di un giovane autore del Polesine: Francesco Casoni. Pubblicato da Apogeo Editore e uscito nelle librerie l’11 settembre 2017, Le mille verità si presenta come un racconto di confine fra la cronaca giornalistica e una storia completamente surreale; grottesca e intrisa di elementi che puntano a un sano sarcasmo e guardano con occhio ironico alla realtà dell’attuale mondo mediatico.

L’autore, nato a Rovigo nel 1980, non è infatti estraneo all’ambiente giornalistico e tuttora lavora nel mondo della comunicazione.

La profonda conoscenza del “sistema” dei media attuali e il modo in cui le notizie affiorano, si diramano e scompaiono, è forse una delle motivazioni che l’hanno ispirato e spinto alla stesura di questo primo romanzo.

Quelle che ci circondano sono infatti “mille verità” ma nessuna è davvero tale, tutti sanno che la vera realtà dei fatti è spesso tenuta nascosta o addirittura sconosciuta.

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

All’interno di una breve intervista rilasciata online emerge allora il messaggio che Francesco Casoni vuole comunicare ai lettori e ai propri collaboratori: una spinta a prestare attenzione, a diffidare dalla cattiva informazione ma, soprattutto, un invito a lasciare il mestiere giornalistico nelle mani dei veri professionisti del settore.

La città di Rovigo, conosciuta come “la città più noiosa d’Italia”, diventa in questo caso sede di due misteriose quanto improbabili esplosioni, che finiscono per far saltare i ponti che collegano Porto Tolle al resto del mondo. Una notizia straordinaria che capita fra le mani di Paolo: protagonista svogliato, un giornalista locale il cui unico scopo è atteggiarsi per far colpo su una giovane barista.

“Le mille verità” di Francesco Casoni. Una grottesca dimostrazione di giornalismo italiano

Essere il primo a dover affrontare l’accaduto non è cosa da poco; Paolo dovrà infatti districarsi fra le “mille verità” che cercano di spiegare l’accaduto: si tratta di attentato? Indicente? Un complotto politico?

Il protagonista non ha idea di cosa sia veramente accaduto e la faccenda diventa talmente ingarbugliata che forse, non è nemmeno certo di volerlo sapere.

La notizia invade il web in pochissimo tempo, la stampa e i social network esplodono e un mare di notizie fittizie puntano il dito in direzioni completamente diverse. Tutta questa confusione non avrà altra conseguenza che scardinare Paolo dalla sua noiosa quotidianità e catapultarlo all’interno di un intreccio straordinario quanto inverosimile.

Paolo capirà qualcosa di più rispetto al mondo che lo circonda e imparerà, assieme ai lettori del romanzo, che spesso le notizie non rivelano la verità ma solo ipotesi, pareri, menzogne e diffamazioni.

Scrivendo Le mille verità Francesco Casoni tenta di far sorridere il lettore ma non nasconde un’importante riflessione: immortalare l’attuale meccanismo che tenta di guidare la popolazione verso l’informazione ma che, al contrario, ha il solo scopo di confondere, depistarla e allontanarla dalla realtà.

L’autore scrive in modo semplice e diretto, ogni capitolo è intriso di sana ironia e il romanzo nel suo insieme si dimostra un grottesco specchio della realtà.

A questo proposito è bene sottolineare che l’intera vicenda non fa riferimento a fatti realmente accaduti ma presenta, fra i vari personaggi, un solo nome che il lettore non farà fatica a riconoscere: Balasso.

“Le mille verità” di Francesco Casoni. Una grottesca dimostrazione di giornalismo italiano

All’interno di un capitolo intitolato Balasso contro l’Isis Francesco descrive come, attualmente, esista un sistema giornalistico parallelo, spesso addirittura antecedente rispetto alla stampa ufficiale. Prima ancora che i professionisti del settore si mettano a scrivere accade che fra i “social” e all’interno di qualche trasmissione televisiva le notizie siano già arrivate. Il pubblico è costantemente bombardato di notizie “arricchite” di dettagli inesistenti o fasulli mentre la verità resta a lungo nascosta o addirittura sconosciuta.

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

Le mille verità si dimostra in questo modo non solo un intelligente romanzo d’esordio, ma anche un ottimo sistema per aprire gli occhi, e le orecchie, di lettori disillusi e troppo creduloni. Francesco descrive una Rovigo surreale all’interno di un’ambientazione incredibilmente realistica.

L’esigenza è quindi quella di fare chiarezza, spingere i blogger a farsi da parte e incitare i veri professionisti a prendere sul serio il loro lavoro.

Se è vero che fare informazione al giorno d’oggi sia importante, è assolutamente necessario che venga fatto nel modo corretto.

Le mille verità di Francesca Casoni è quindi un romanzo da leggere con attenzione, con occhio critico e sincero, ma anche con la volontà di farsi una serena risata.


Prima foto, copyright: Ewan Robertson.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4 (1 vote)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.