Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Perché è importante leggere

Come leggere un libro

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Le madri d’America contro le armi

Madri contro le armi, AmericaÈ risaputo che gli Stati Uniti sembrano non saper più tenere sotto controllo l’uso dello delle armi. Dopo le ultime stragi all'interno delle scuole da parte di altri ragazzini entrati in possesso delle pistole dei genitori, il problema si è posto con la massima urgenza e ha rivelato, in modo chiaro, il carattere estremamente puritano di un Paese che, come ha dimostrato Margaret Mitchell in Via col vento, è capace di chiedersi perché è morta la figlia più bella, mentre la malata, inadatta alla riproduzione della specie, è rimasta in vita.

Qualcosa, però, sembra essere cambiato. E le madri d’America stanno iniziando a fare rumore. Riunitesi nell’associazione Moms Demand Action for Gun Sense in America, sembrano davvero intenzionate a farsi promotrici di un cambiamento.
Guidate dal motto It’s time for gun sense in America, hanno dato il via a una campagna di sensibilizzazione contro l’uso delle armi negli Stati Uniti, riuscendo a mettere in evidenza il puritanesimo di una cultura che si preoccupa dell’effimero per lasciare inalterato l’essenziale.

La campagna s’intitola Choose One e pone una serie di domande drammatiche nella loro semplicità. Ve ne riportiamo due, corredate dalle foto scelte per accompagnarle e sostenere il messaggio:

  1. We keep ‘Little Red Riding Hood’ out of schools because of the bottle of wine in her basket. Why not assault weapons? [Teniamo Cappuccetto Rosso fuori dalle scuole a causa delle bottiglia di vino nel suo cestino. Perché non le armi d’assalto?]. La foto è quella in alto a destra e la notizia si riferisce alla messa al bando, nel 1990 e tuttora vigente, da una scuola americana di un testo illustrato di Cappuccetto Rosso perché nel cestino della merenda della bambina uscita dalla mente dei fratelli Grimm era disegnata una bottiglia di vino: incitamento all’uso di alcool, questo il verdetto della scuola;
  2. We won’t sell Kinder chocolate eggs in the interest of child safety. Why not assault weapons? [Non venderemo le uova di cioccolato Kinder nell’interesse della sicurezza dei bambini? Perché non le armi d’assalto?]. La foto è quella che vedete qui sotto:

Madri contro le armi, America

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Moms Demand Action promette bene. Continueremo a seguirle, queste madri d’America, nella speranza che diano segnali forti anche per noi.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.3 (3 voti)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.