In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Corso online di editing

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Corso online di scrittura creativa

Le cotolette che ispirarono Aleksandr Puškin

Le cotolette che ispirarono Aleksandr PuškinOgni scrittore, si sa, ha le sue stranezze, le sue passioni letterarie… e, perché no, culinarie. Non è certo da meno Aleksandr Puškin, il quale impazziva letteralmente per le cotolette della famiglia Pozharky.

La famiglia Pozharky possedeva una popolare osteria nella cittadina di Torzhok, nella regione Tver. L’osteria divenne in breve tempo molto nota e arrivò a ospitare moltissimi personaggi famosi, tra cui il nostro Puškin. Le loro famose cotolette furono incluse addirittura nel menu dello zar.

Si racconta anche una leggenda: un giorno, stando seduto nella taverna, Puškin vide un’insegna su una porta nella strada: «Evgenij Onegin – maestro di prodotti da forno e su misura» e decise di chiamare così il protagonista principale del suo romanzo in versi.

 

LEGGI ANCHE – Quali sono gli scrittori russi più importanti?

 

Puškin raccomandò le cotolette al suo amico Sobolevsky in una lettera del 1826: «Cena all’osteria Pozharsky a Tozhok con le loro cotolette fritte e andrai via contento».

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Iscriviti alla nostra newsletter

Seguici su Facebook, Twitter, Google+, Pinterest e YouTube]

Ingredienti

  • 500 gr di filetto di pollo
  • 2 cucchiai di burro
  • 2 cucchiai di crema
  • 3 pezzi di pane bianco
  • 2/3 di tazza di latte
  • ½ cucchiaio di pane grattugiato
  • 1 uovo
  • Olio per friggere
  • Pepe, sale, erbe aromatiche

Le cotolette che ispirarono Aleksandr Puškin

Procedimento

Metti il pollo in un tritacarne. Mescolalo con il burro fuso, la crema, il pepe, il sale e le erbe e metti tutto di nuovo nel tritacarne. Metti a bagno il pane nel latte, strizzalo e aggiungilo al pollo tritato. Forma con l’impasto dei piccoli ovali appuntiti alle due estremità. Immergi le cotolette nell’uovo sbattuto. Passale nel pan grattato e friggi entrambi i lati in olio bollente per 8-10 minuti fino a ottenere una crosta dorata. Servile con un contorno di verdure.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (2 voti)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.