Come leggere un libro

Perché è importante leggere

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

La rivoluzione degli ombrelli: e se l’Asia esplodesse da Hong Kong?

Hong Kong, rivoluzione degli ombrelliE se, con la rivoluzione degli ombrelli, l’Asia esplodesse partendo dal movimento degli Occupy di Hong Kong?

La ex colonia libera inglese, porto franco e economia a capitalismo avanzato, tornata alla Cina allo scoccare del nuovo millennio, mostra tutte le contraddizioni dell’epoca contemporanea: una finanza galoppante e una dittatura leggera comandata a distanza da Pechino.

Evidentemente il nuovo ordine mondiale non è riuscito a trovare in questa piccola ex colonia il suo laboratorio, e si conferma il primato del disordine e della protesta giovanile. Sono infatti giovanissimi gli occupanti di Hong Kong, il loro leader ha soltanto 17 anni. Come tutti i giovani del mondo globalizzato, si riuniscono aggregandosi sui social network, dandosi appuntamento fisico dopo aver condiviso una strategia virale, senza compromessi con la politica tradizionale. Sembra la riedizione in salsa cinese della rivolta dei gelsomini di Tunisi, meno categorica ma altrettanto vivace.

Dunque, qualcosa si muove ancora, nel mondo giovanile, e forza il blocco del nuovo capitalismo cinese sferrando un colpo in pieno volto al colosso asiatico nei giorni in cui commemora il sessantacinquesimo anniversario della rivoluzione di Mao.

Inutile analizzare le cause di questa occupazione fiume, perché al di là del movente locale, le modalità e i dispositivi d’incontro sono uguali a quelli usati dai giovani turchi di Gezzy Park e dai giovani brasiliani di Rio de Janeiro. Il dispositivo è il cuore delle proteste, il mezzo diventa lo strumento per organizzarsi, ritrovarsi, darsi un’identità.

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Leggete la nostra Webzine

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+ e Pinterest]

Siamo di fronte a un ribaltamento antropologico e politico: i giovani che non ce la fanno più sanno come, dove e quando scardinare la retorica del potere e mandarla in frantumi. Passano dai tweet ai fatti in pochi giorni, imbarazzando le logore dittature e le marce democrazie del mondo, sconfiggendo intere classi politiche con la sola forza della volontà e della tecnologia.

Il fine non è eminentemente politico, ma è certamente democratico: tutti chiedono elezioni libere, libertà di azione, libertà di coscienza. Anche in questo lo strumento è fondamentale, perché essi ritengono necessario praticare nella vita reale la libertà di azione che hanno praticato sul web.

Evidentemente siamo in una fase nuova che esplode nei continenti che più degli altri stanno trainando l’economia mondiale. Siamo dentro il farsi della Storia delle rivolte che partono da impulsi telematici e si propagano ai cuori dei ribelli. Allora aspettiamo curiosi l’esito della rivoluzione degli ombrelli, perché se l’Asia esplodesse da Hong Kong potrebbe cambiare tutto anche da noi nel volgere breve di qualche tweet.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (5 voti)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.