In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Come leggere un libro

Perché è importante leggere

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

La rivincita delle donne nell’Italia del XX secolo. “Semafori rossi” di Gianna Radiconcini

La rivincita delle donne nell’Italia del XX secolo. “Semafori rossi” di Gianna RadiconciniItalia, seconda metà del Novecento. Siamo nel periodo in cui le donne devono cercare di superare la barriera che le ostacola nell'ingresso al mondo del lavoro, dei diritti, di un ruolo attivo nella società. È questo il background del bellissimo romanzo di Gianna Radiconcini, Semafori rossi, pubblicato da La Lepre Edizioni. Liberamente ispirato alla vita dell'autrice, oggi novantenne e, in passato, attiva "staffetta" partigiana, giornalista e corrispondente RAI dall'estero, antifascista dall'età di nove anni. I diritti delle donne, conquistati con fatica e lavoro, riemergono con prepotenza nel libro in cui la protagonista, Anna, cerca a tutti i costi di mantenerli.

Sposata con un uomo che la tradisce, la giovane inizia una relazione extra-coniugale con un uomo per il quale prova un grande sentimento, e del quale rimane incinta. I tempi di allora non permettono però facilmente di dare alla luce un bambino nato da un rapporto adulterino. I problemi e le accuse mosse contro Anna potrebbero essere svariate. In primis l'adulterio.

Così, tra diversi stratagemmi, la donna decide di dissimulare questa gravidanza, mettendo però a rischio la sua stessa vita e quella del nascituro.

 

Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di Editing

 

Anna, da poco avviata alla carriera giornalistica, con una rubrica incentrata sui diritti negati alle donne (lavoro rischioso per l'epoca), ha una vita alquanto complicata. C'è il suo matrimonio, iniziato felicemente con un uomo amato ma che, a causa del tradimento, si avvia al declino irreversibile. C'è poi il godimento sessuale, nel cui complicato campo ella non ha ancora avuto il piacere di provare il vero orgasmo, che invece scoprirà con il suo secondo uomo. E c’è poi l’amore-sentimento, difficile da gestire, soprattutto se arriva da un uomo che non desidera il successo per la sua amata, a causa forse di complessi di inferiorità.

La rivincita delle donne nell’Italia del XX secolo. “Semafori rossi” di Gianna Radiconcini

Giuliano è infatti l’amante di Anna, uomo con un passato complicato alle spalle, tra una relazione che ancora lo tormenta e una figlia con cui però non ha rapporti, se non minimi. È la persona che risolleverà, seppur tra alti e bassi, la vita della protagonista. Non senza complicazioni.

Anna, a causa della debolezza per dissimulare la gravidanza e perdere così il lavoro, unica fonte di sostentamento per lei e per il suo futuro bambino, si ritrova in una clinica di Milano a partorire precocemente. Dopo aver rischiato la vita per le complicazioni del parto, cerca però di rimboccarsi le maniche e iniziare una nuova vita. Ma il passato torna di nuovo a farle visita. Dopo essere riuscita a ottenere l'affidamento del suo bambino (cosa non scontata, considerato il periodo delle vicende), Anna ritorna a Roma, dove lavora. Ma un’occasione le bussa alla porta: un impiego come corrispondente dall'estero. La donna è turbata, pensa e ripensa a cosa sia giusto fare. Alla fine si trasferisce con Alessio, l'ultimo arrivato, e gli altri due figli avuti dal suo matrimonio, in Francia, dove finalmente riesce ad avviarsi alla sua nuova vita e dove, soprattutto, la carriera sembra prendere il giusto piede. Anche qui incontrerà un uomo, ma il finale aperto del romanzo ci lascia con varie domande in sospeso, portandoci a diverse riflessioni personali. Giuliano, l'uomo che Anna ha creduto di amare, si rivelerà invece una persona intenzionata a ostacolare il suo lavoro di giornalista, forse anche per un sentimento di superiorità nei confronti delle donne. Fortunatamente, la donna comprende la situazione e, seppur con dolore, lo rifiuta per sempre.

La rivincita delle donne nell’Italia del XX secolo. “Semafori rossi” di Gianna Radiconcini

La vita descritta nel romanzo è una sequenza di vicissitudini che si alternano e mescolano velocemente, senza concedere il tempo di una pausa per riprendersi, per riflettere, per rigenerarsi. Le uniche soste che la protagonista ricorda sono quelle davanti ai semafori rossi della città, dove appunto, per qualche minuto, riesce a pensare a ciò che le sta accadendo e alle scelte e decisioni che, in qualche modo, le hanno cambiato la vita. Scelte coraggiose, in un’Italia del dopoguerra dove le donne sembrano ancora non emergere quanto gli uomini.

Il ruolo attivo della donna è il leitmotiv di tutto questo breve ma intenso romanzo.

Semafori rossi arriva diritto alle coscienze, e sembra ancora così attuale in determinati Paesi del mondo. Una testimonianza unica di una donna, Gianna Radiconcini, che grazie alle sue parole riesce a far riflettere chi è capace di ascoltarla.

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

Un romanzo piacevole e dalla lettura scorrevole, consigliato a chi vuole prendersi del tempo per sé per riflettere su questioni ancora spinose.


Per la prima foto, copyright: Christin Hume su Unsplash.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 vote)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.