Come leggere un libro

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Perché è importante leggere

La premiazione del concorso BigJump

Stefania Balotelli, Dimmi se ne vale la pena, BigJumpDopo la positiva esperienza di You Crime, il contest letterario lanciato lo scorso autunno che ha visto vincitore Gabriele Santoni, di cui verrà prossimamente pubblicato un romanzo, la Rizzoli ha ripetuto l’esperienza con il concorso BigJump, svolto in collaborazione con la Kindle Direct Publishing di Amazon e il sito di narrativa 20lines.

Le regole di partecipazione erano semplici: si trattava di caricare sulla piattaforma KDP, il sito di self publishing di Amazon, un romanzo inedito classificato come storico, thriller o sentimentale, di una lunghezza compresa tra le 150 000 e le 500 000 battute, effettuando l’iscrizione dell’opera al concorso tramite 20lines, dove registrare il link all’ebook e un estratto dell’opera.

La prima selezione, operata da 20lines in base al gradimento degli utenti, espresso attraverso il conteggio delle letture effettuate e i voti assegnati, ha portato alla scelta di trenta romanzi finalisti, dieci per ognuna delle tre categorie, tra i quali la casa editrice Rizzoli ha infine scelto i vincitori del premio BigJump Category Winner: rispettivamente Il cerchio del diavolo di Giuseppe Pantò per il genere storico, Nessun perdono di Giuliano Fardo (pseudonimo dietro cui si celano due amici che l’hanno scritto a quattro mani) per il thriller e Dimmi se ne vale la pena di Stefania Balotelli per il genere rosa.

La premiazione finale è avvenuta nella sede milanese del gruppo Rizzoli, dove i responsabili della casa editrice, e delle piattaforme coinvolte nel progetto, hanno espresso la loro comprensibile soddisfazione per l’alto riscontro avuto dal concorso sui social network.

Marcello Vena, responsabile del business digitale trade di Rcs Libri, ha sottolineato come il coinvolgimento degli utenti snellisca molto il processo di selezione dei testi destinati alla pubblicazione, mentre la forte presenza in rete è sicuramente un tentativo di catturare altri lettori oltre a quelli già classificati come “forti”, in un Paese dove in realtà si pubblica sempre di più, soprattutto con il continuo sviluppo del self publishing, ma si legge sempre di meno.

Daniele Manca, Vicedirettore del «Corriere della Sera», che ha coordinato la serata, non ha del resto mancato di sottolineare come anche il numero dei lettori dei quotidiani sia calato in modo significativo,  un calo solo in parte compensato dai contatti registrati sulle versioni online, costrette ad aggiornarsi di frequente per adeguarsi ai cambiamenti della rete e del suo popolo in continua mutazione.

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Issuu e Pinterest]

Al termine sono stati assegnati due riconoscimenti.

Con il BigJump KDP, Amazon ha voluto premiare l’opera tra le trenta finaliste che ha riscosso il maggior gradimento sulla piattaforma Kindle: si tratta de Il cammino delle parole, di Veronica Gussoni, storia di una giovane donna affetta da amaxofobia (la paura di guidare), che sarà promosso sulla home page degli ebook Kindle.

La Rizzoli ha invece assegnato il BigJump finale, che consiste nella pubblicazione cartacea del romanzo ritenuto migliore tra i tre finalisti di categoria, a Dimmi che ne vale la pena, di Stefania Balotelli, la cui protagonista, aspirante reporter, è costretta a pagare alcune scelte sbagliate prima di trovare la sua strada professionale e sentimentale.

Il tuo voto: Nessuno Media: 3.3 (3 voti)

Commenti

Bravissima Stefania!

Bravissima Stefania. tra i tre finalisti il più sobrio e originale. Ma sarebbero troppe le critiche da fare sul modus operandi di 20Lines e Rizzoli. Questo contest ha mietuto troppe vittime e il talento è stato messo da parte in nome di chi aveva più amici pronti a votare. Auguri a Stefania Balotelli perchè ha meritato il primo premio e un augurio agli organizzatori di questi contest, che in futuro ci mettano più attenzione, cuore e rispetto per chi vi partecipa.

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.