Perché è importante leggere

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come leggere un libro

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

La mia firma

[Racconto pubblicato sulla Webzine Sul Romanzo n. 1/2013]

Webzine 1/2013, Racconti, La mia firmaNove, forse dieci minuti dall’inizio, appena passato il ponte, all’altezza del faggio grosso, nemmeno due chilometri e qualcuno mi fa: «Se smetti di correre, muori».
Così, eccomi qui, l’orologio Garmin nero per podisti che segna chilometri trentatré e metri quattrocento. Io, che ho cinquantacinque anni, una moglie e un figlio che mi aspettano a casa… io, che non ho mai corso più di quindici chilometri di fila... io, adesso, non ho paura.
È passata poco prima di entrare in questa confusione che non controllo.
Mi è già successo di avere paura: anni 34, quando Anna ha partorito; anni 53, quando mi hanno tamponato sull’Aurelia; anni 54, il giorno dello scorpione; anni 54, all’uscita della metropolitana; anni 54, quando sono caduto dallo scooter.
Se smetto di correre, muoio. Non provo nemmeno panico, però.

Piccola, di legno, nell’ombra.
Una sera, entro nell’androne del palazzo e chiamo l’ascensore, poi due metri e mi avvicino alle cassette della posta, piccole, nere, nell’ombra; infilo la chiave e, anche se non vedo nulla di chiaro, passo comunque la mano. Sento qualcosa ed è subito un dolore. Fitto, acuto, sul palmo della mano, che immediatamente ritraggo.
Osservo meglio, non vedo niente; prendo il giornale, lo arrotolo a tubo, lo passo nella buca: qualcosa cade e per terra ritrovo un piccolo scorpione. Nausea e accenni di vomito, vertigini, ma credo sia stata una reazione psicologica, come mi hanno detto in Pronto Soccorso, medicandomi.

 

[Per continuare a leggere questo racconto, clicca qui e vai a pagina 7]

Il tuo voto: Nessuno Media: 4 (1 vote)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.