In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Perché è importante leggere

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come leggere un libro

La mafia di San Severo spara contro lo Stato

La mafia di San Severo spara contro lo StatoDue giorni fa la mafia di San Severo, in provincia di Foggia, ha sparato contro la polizia.

Siamo dentro un territorio che pochissimi conoscono, perché lontano dal clamore mediatico che suscitano altri sistemi criminali. Eppure, le mafie del foggiano sono tra le più feroci e incontrollate d’Italia.

Il sistema di San Severo ha deciso di fare un salto di qualità, fronteggiando lo Stato con arroganza. Lo ha fatto esplodendo colpi di pistola da un’automobile in corsa, ritrovata poi nelle campagne. Chi la guidasse e cosa, o chi, trasportasse non si sa; quel che è certo è che a tre giorni dal rogo del ghetto di San Severo, nella stessa terra il crimine organizzato alza la testa.

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

Ci è capitato di recente di essere ospitati presso un bar dato alle fiamme nel pieno centro di questo comune, per un dibattito, guarda un po’, dedicato proprio alle mafie del posto. Eravamo tanti, molto determinati, e con noi c’era l’amministrazione comunale. La stessa che ha giustamente domandato allo Stato di intervenire. L’aumento della pressione poliziesca e mediatica, dopo l’incendio e lo sgombero del ghetto di Rignano/San Severo, deve aver innervosito gli animi dei mafiosi, fino a portarli a fare fuoco. È davvero inverisimile che si debba raccontare, nel 2017, di episodi che sembrano uscire dalla cronaca dei corleonesi, delle guerre di Cosa Nostra.

Ma siamo in Puglia, la Puglia cantata dalle guide turistiche, quella dei resort e dei sindaci che non vogliono ammettere, come ha fatto di recente in un post di Facebook il sindaco di Carovigno, l’esistenza delle mafie nei loro territori. Invece, di mafie, almeno cinque, siamo pieni in Puglia: pieni fino da Leuca ai laghi di Lesina e Varano.

 

LEGGI ANCHE – Nessuno racconta la mafia di Bari

 

I sistemi si intrecciano, confliggono, si scrutano, collaborano, discutono e si appropriano del territorio, della socialità, dell’economia. Sfruttano le prostitute, spacciano droga e armi, governano i caporali, riciclano denaro sporco negli alberghi e nell’agricoltura, ricevono fondi pubblici, eleggono sindaci e consiglieri, consumano il territorio, avvelenano la società. In questo intreccio di sistemi, quello foggiano e del Gargano primeggiano per violenza e arroganza. Non sanno stare alle regole, le fanno saltare, anche perché a Foggia, tra le altre assurdità, manca una procura antimafia.

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

Un tale clima di impunità è palpabile in questa provincia. La densità omertosa ci avvolge quando la percorriamo nottetempo, scortati dai lumini delle centinaia di prostitute collocate ai bordi delle buie e spettrali complanari. Strade dove non è raro incrociare automobili senza targa, grosse autovetture blindate che da Cerignola – bocca dell’inferno criminale foggiano – salgono fino a Lucera o San Severo. Ecco, questo accade lì, qui, a Foggia, in Puglia, ogni giorno. E quando lo Stato comincia a riprendere possesso del territorio, loro, i mafiosi, gli sparano contro dileguandosi nella notte.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.8 (4 voti)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.