In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Perché è importante leggere

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come leggere un libro

La forza seduttiva della lettura raccontata da Rossana Campo

La forza seduttiva della lettura raccontata da Rossana CampoCosì allegre senza nessun motivo sono le vivaci antieroine tratteggiate da Rossana Campo attraverso una frizzante narrazione mimetica, lontana dalla tradizionale impostazione dialogica.

Già nota ai lettori italiani e stranieri per il successo d’esordio di In principio erano le mutande del 1992, Rossana Campo pubblica a giugno questa novità editoriale per Bompiani.

Sono tutte di donne le esperienze raccontate, le immagini che sbocciano come ricordi, i rimpianti, le risate, le lacrime dell’abbandono. E queste donne hanno in comune un interesse, la lettura, e una vita privata che viene fuori dal confronto dentro le Chiennes Savantes, gruppo letterario da esse stesse fondato nella città in cui abitano, Parigi.

 

Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di Editing

 

Patti, voce narrante principale, orienta il lettore, capitolo dopo capitolo, verso il mondo di Amanda che ama scrivere sul suo diario, di Sandra che inaugura gli appuntamenti letterari una volta al mese con i calici di Chardonnay, di Alice, di Lily che difende le sue scelte letterarie con impeto e dissacrante ironia, e poi di Manu, di Yumiko e della «bella, disinvolta e ribelle» Linda, sua prima amica e forse amore per sempre, a proposito della quale un lungo flashback ci immerge in ricordi lontani come quello del menarca di Patti. Sì, perché Patti è ancora, nonostante la sua non più giovane età, come quel «pezzo di argilla informe» che Linda amava modellare da ragazzina davanti a lei e che l’avrebbe fatta diventare un’apprezzata scultrice anni dopo; plasmava la materia per darle un senso, lo stesso che Patti ha sempre cercato dentro di sé, mai sentendosi donna:

«Sono disposta a fare qualunque cosa per Linda, pur di averla tutta per me, i suoi occhi verdi da matta, i suoi capelli e quelle labbra sottili che ogni tanto si spalancano in un sorriso esagerato, per me sola».

La forza seduttiva della lettura raccontata da Rossana Campo

L’universo femminile che agisce nel romanzo si apre, a volte soltanto per necessità, al confronto con il mondo esterno, fatto anche di uomini, ma questo confronto conduce quasi sempre ad una riflessione: «Io parlo, io lotto, io sono» che suona come un mantra da ripetere quando il mondo di fuori non accoglie più. E così anche le letture scelte dalle Chiennes Savantes saranno di scontro e di critica a quel mondo, sia esso ai confini dell’arte, della filosofia o della banale quotidianità:

«Aspettate, dice Manu. Va verso il divano e dalla sua sacca tira fuori un libro sottile dalla copertina verde oliva, lo agita per aria e dice, SPUTIAMO SU HEGEL», per rievocare alle amiche gli anni Settanta e i passi della scrittrice e critica d’arte Carla Lonzi verso il femminismo; passi seguiti in tempi e modi diversi da Virginia Woolf, citata da Alice durante una cena a casa di Sandra per il consueto appuntamento con il gruppo. Tra un bicchiere di Bourgueil e uno di Pouilly Fumé, una portata di cannelloni e un buffet di formaggi francesi, le amiche s’incontrano in momenti diversi per leggere e immergersi in confidenze intime che regalano vibranti comunioni tra lettore e personaggi.

Rossana Campo dona al piacere della lettura un potere che scopriamo pian piano tra le pagine del romanzo, la lettura infatti diviene occasione di scambio relazionale a vari livelli: umano, amicale, affettivo, antropologico, sociale: « C’è Lady Sadness, seduta a un tavolino vicino alla toilette, sta leggendo un libro, io mi metto a due tavolini di distanza…A un tratto, durante la lettura, la faccia si apre…continua a guardare il libro e scoppia a ridere…», è Patti che la osserva seduta al Café Voltige e coglie l’occasione per avvicinarsi e invitarla a far parte del gruppo di lettrici.

La forza seduttiva della lettura raccontata da Rossana Campo

Nasce così, allegramente e “senza nessun motivo” una storia vissuta a metà tra parole e sogni, delusioni ed esigenze di rinnovamento. I dialoghi, veloci e coloriti, ci trasmettono immagini realistiche, a volte strambe, su uno sfondo di drammatica vivacità. Un’allegria amara aleggia tra queste immagini e renderla dolce appare spesso impossibile. Le parole di Patti, soprattutto quelle che leggiamo verso la fine, sono tutte rivolte a un malinconico passato di ricordi, ricordi di lei, ricordi di Linda che lentamente diviene un desiderio sognato, proiettato nel futuro. La sensazione che ci arriva leggendo è quella di un’illusione necessaria alla quale Patti non rinuncia, per continuare, per ritrovarsi come quando, passeggiando per i viali del Père-Lachaise, contempla «i suoi scrittori, artisti e cantanti morti» nell’attesa di un’intuizione, di una scintilla di libertà, di una preghiera spontanea al cuore di chi ha vissuto le stesse tragedie d’amore: da quelle lapidi emana lo stesso soffio di pace dei suoi sogni ad occhi aperti.

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

Rossana Campo vive tra Roma e Parigi, dell’Italia è la sua lingua, della Francia le sue immagini in questo libro.


Per la prima foto, copyright: Jp Valery su Unsplash.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (2 voti)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.