Corso online di Scrittura Creativa

Corso online di Editing

Corso SEC - Scrittura Editoria Coaching

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

La commovente lettera di una mamma a suo figlio. “Sono cose da grandi” di Simona Sparaco

La commovente lettera di una mamma a suo figlio. “Sono cose da grandi” di Simona SparacoOgni madre, dal primo momento in cui realizza di portare in grembo un figlio, si misura con la necessità di proteggerlo. Ma cosa significa proteggere oggi, nel nostro mondo liquido e assordante? E, soprattutto, è giusto proteggere o bisogna imporsi di lasciare andare? Si potrà convivere con i sensi di colpa di una cattiva decisione?

Tali domande sono al centro della lettera che la voce narrante di una madre scrive al proprio figlio di quattro anni nel libro di Simona Sparaco Sono cose da grandi (Einaudi Stile Libero): poco meno di cento pagine intense, moderne, che seguono quasi un flusso di coscienza.

Una madre si rivolge al figlio per raccontargli ciò che sa sulla paura, nell’illusione di proteggerlo o insegnargli a sopravvivere, affrontando lei stessa i suoi timori più profondi, dal salire su un aereo al far vedere le immagini dei recenti attentati dell’Isis.

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

Tutto comincia da una Tv lasciata accesa inavvertitamente mentre il telegiornale trasmette i terribili fotogrammi della strage di Nizza di luglio 2016: il bambino guarda sbigottito, assorbe le grida, in silenzio fa proprio il dolore di quelle persone sconosciute ma così vicine.

La madre allora si chiede se sia giusto tenere aperta quella finestra sulla realtà, far conoscere il dolore già dalla tenera età.

La paura non si può cancellare, ma dosare sì: perché la vita richiede continui cambiamenti, per cui essere coraggiosi e pronti permette di farsi degli anticorpi. Tutti noi affrontiamo la vita come funamboli, cercando di raggiungere la meta, passo dopo passo. Ma non possiamo concentrarci solo sulla corda, bisogna anche considerare il vuoto tutto intorno, appellandoci al nostro coraggio.

La commovente lettera di una mamma a suo figlio. “Sono cose da grandi” di Simona Sparaco

LEGGI ANCHE – Premio Strega 2013: intervista a Simona Sparaco

 

Il coraggio si può trasmettere, ed è quello che la protagonista del libro – e tutti noi – proviamo a fare con chi affronta il mondo per la prima volta, pur con la consapevolezza che la realtà di oggi è molto diversa da quella di trenta o quarant’anni fa, ci sono altri strumenti, altre abilità, altre paure.

Tutti i nostri sforzi per facilitare la vita ai nostri figli e farli sentire più comodi e protetti su questa terra potrebbero un giorno diventare un ostacolo alla loro stessa percezione delle cose, all’apertura della loro mente.

«Il battito d’ali di una farfalla può provocare un uragano dall’altra parte del mondo»: la madre invita il figlio a conoscere ciò che c’è là fuori, e si augura che tutte le storie che gli racconta possano essere un nutrimento per la sua anima, perché impari a godere «…della bellezza, della poesia, di queste note che ci accompagnano lungo la strada».

E allora è giusto che ognuno abbia la sua “scatola magica” dove mettere dentro le cose importanti: quelle che insegnano a crescere, a conoscere ciò che c’è fuori dal nostro piccolo mondo, a dilatare il presente. I segreti, le emozioni, i sogni ma anche i dolori.

È la scatola magica che permette di ritrovare la pace, percepire il vero senso delle cose, affrancarsi dalla stanchezza. In cui si capisce cosa sia realmente l’amore perché questo è l’unica cosa che aiuta a ripagarsi da tutti gli altri momenti fatti di scoramento, sensi di colpa, automatismi quotidiani.

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

La commovente lettera di una mamma a suo figlio. “Sono cose da grandi” di Simona Sparaco

Gli orchi malvagi e i mostri sotto al letto da cui difendersi prima della buonanotte si alternano alle paure vere della vita di tutti i giorni, e il percorso che la madre compie accanto al figlio la renderà sempre più consapevole del desiderio di essere una persona migliore. Per non nascondersi più dietro alla solita scusa “Sono cose da grandi”.

 

LEGGI ANCHE – Qual è l’equazione dell’amore? La trovate nel romanzo di Simona Sparaco

 

Simona Sparaco è in grado di bilanciare perfettamente un linguaggio asciutto, concreto, reale, a parole dolci e storie tenere («Dicono che l’universo sia cominciato in un punto. Dentro quel punto c’era già tutto, e c’eri anche tu») per rassicurare il proprio bambino – e anche un po’ se stessa.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4 (2 voti)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.